Come conservare frutta e verdura

Acquistare frutta e verdura fresca e di stagione per preparare pasti sani, vari e gustosi è ottimo. E quando ci riuscite, vi sentite davvero orgogliosi di voi stessi e non vedete l’ora di preparare i piatti gustosi che avete immaginato!

Ma non c’è niente di più fastidioso che cercare di cucinare un purè di sedano, un gratin di carote o dei pomodori alla provenzale per poi scoprire che il sedano si è afflosciato, le carote sono completamente appassite e il rosso dei pomodori ha lasciato il posto a un colore grigio-nero con macchie di muffa!

Fortunatamente, per evitare che la frutta e la verdura marciscano troppo rapidamente, non è necessario prepararle il giorno stesso dell’acquisto… Basta conoscere alcuni trucchi per mantenerli freschi il più a lungo possibile!





Come conservare frutta e verdura e come congelarla

Questo articolo vuole essere un riferimento generale su come conservare frutta e verdura correttamente, perché è importante sapere che la frutta e la verdura, possono essere conservate insieme e quali dovresti tenere a parte per evitare che si rovinino.

Stai sprecando cibo perché matura, poi marcisce, più velocemente di quanto tu possa mangiarlo? (Stiamo alzando timidamente le mani insieme a te.) Conservare il cibo nel modo giusto può fare la differenza. L’etilene, un gas naturale rilasciato da alcuni frutti e verdure, accelera il processo di maturazione.

Questo può essere un vantaggio: maturare rapidamente un avocado, sigillarlo in un sacchetto di carta, ma troppo etilene può causare il deterioramento dei prodotti. E non si tratta solo di etilene; la temperatura gioca un ruolo, così come come e quando si lava un frutto o una verdura, e come e dove viene conservata.

Se sei interessato a capire come conservare frutta e verdura correttamente con la nostra guida, continua a leggere.



Come congelare frutta e verdura

Scopri come conservare e congelare frutta e verdura per preservarne la freschezza per i mesi a venire. Quando frutta e verdura sono di stagione, è il momento in cui hanno un sapore migliore e di solito costano di meno.

Ecco perché è una buona idea imparare a congelare correttamente frutta e verdura in modo da poterne godere il sapore e la freschezza anche dopo la fine della stagione. Continua a leggere per ottenere suggerimenti su come congelareconservare e scongelare frutta e verdura.

Suggerimenti rapidi: come congelare frutta e verdura

Scegli prodotti maturi e senza macchia.

  • Prima di congelare le verdure, sbollentate e sbollentate le verdure facendole bollire brevemente, scolatele e poi tuffatele in acqua ghiacciata. Asciugare accuratamente. Perché sbiancare e scioccare? Lo sbiancamento impedisce agli enzimi di danneggiare colore, sapore e sostanze nutritive. Lo sbiancamento distrugge anche i microrganismi che potrebbero rimanere sulla superficie dei prodotti.
  • Congelate velocemente frutta e verdura stendendole in un unico strato su una teglia da forno bordata.
  • Quando il prodotto è congelato, conservalo in contenitori ermetici o in sacchetti per congelatore.
  • Riempi i contenitori rigidi fino in cima e rimuovi quanta più aria possibile dai sacchetti del congelatore.
  • Assicurati di datare i pacchetti.
  • Frutta e verdura si congelano meglio a 0 gradi F o meno.



Come congelare la frutta

  • Lavare la frutta e mettere da parte la frutta danneggiata. Alcuni frutti si congelano meglio con una preparazione di zucchero o sciroppo di zucchero. Mirtilli, ribes e mirtilli rossi vanno bene senza zucchero.
  • Per congelare frutti di bosco delicati come fragole o lamponi: disporli in un unico strato su una teglia. Una volta congelato, trasferisci in un sacchetto o contenitore di plastica per congelatore. Potete preparare delicati frutti di bosco anche con zucchero o sciroppo di zucchero.
  • Per i frutti che tendono a scurirsi, come mele, pesche, nettarine e albicocche, trattare con acido ascorbico (Vitamina C). Cerca la forma in polvere nei negozi di alimenti naturali, nelle farmacie e in alcuni negozi di alimentari nel corridoio delle vitamine. Per fare un lavaggio con acido ascorbico: sciogliere 1/2 cucchiaino di polvere di acido ascorbico (o compresse di vitamina C finemente tritate) in 3 cucchiai d’acqua.
  • Cospargere questa miscela sulla frutta tagliata. Un sostituto accettabile: affettare la frutta e immergere le fette in un bagnomaria acidificato – circa un litro d’acqua più un cucchiaio di succo di limone – prima di asciugarle e congelarle.



Come congelare le verdure

  • Le verdure che resistono bene alla cottura (mais, piselli) generalmente si congelano bene.
  • Per congelare le verdure, prima scottarle brevemente in acqua bollente. Quindi immergere velocemente le verdure in acqua ghiacciata per evitare che si cuociano. Asciugare bene su teglie rivestite di carta assorbente.
  • Congelare velocemente le verdure stendendole in un unico strato su una teglia bordata.
  • Quando il prodotto è congelato, conservalo in contenitori ermetici o in sacchetti per congelatore.
  • Riempi i contenitori rigidi fino in cima e rimuovi quanta più aria possibile dai sacchetti del congelatore. Assicurati di datare i pacchetti.

Imballaggio di prodotti per il congelatore

  • La chiave per imballare frutta e verdura per il congelamento è mantenere l’umidità all’interno della confezione e l’aria all’esterno. Il contatto con l’aria può causare cambiamenti di sapore e colore. Confeziona frutta e verdura in contenitori ermetici o in sacchetti per freezer resistenti all’umidità e fai uscire quanta più aria possibile.
  • Avvolgere i sacchetti del congelatore in un foglio resistente e sigillare con nastro adesivo. Stai lontano dai sacchetti di plastica per sandwich, che non sono abbastanza pesanti.
  • Alcune ore prima di aggiungere il cibo nel congelatore, imposta il congelatore al livello più freddo. E non sovraccaricare il congelatore (rallenterà il processo di congelamento).



Quanto dureranno i prodotti congelati nel congelatore?

Conserva la frutta congelata per circa un anno; verdure, circa 18 mesi. (La conservazione più a lungo va bene, ma la qualità potrebbe risentirne).

Scongelare frutta e verdura congelata

La maggior parte delle verdure può passare direttamente dal congelatore all’acqua bollente, anche se il mais fa meglio quando si lascia scongelare un po’ prima. I frutti sono migliori se lasciati scongelare a temperatura ambiente.

Le bacche delicate possono diventare molli se scongelate completamente, quindi considera di usarle prima che siano completamente scongelate, ad esempio per cuocere al forno, in frullati o come guarnizione per gelati o yogurt.

Quando è congelata, l’acqua di frutta e verdura si espande, provocando la perforazione dei cristalli di ghiaccio e la rottura delle pareti cellulari. Di conseguenza, alcuni frutti e verdure tendono a diventare molli quando vengono scongelati.

Per ridurre la quantità di danni cellulari, il congelamento produce il più rapidamente possibile: le temperature più fredde producono cristalli di ghiaccio più piccoli, che danneggiano meno le pareti cellulari. Il “fattore molliccio” è anche il motivo per cui consigliamo di utilizzare la frutta congelata prima che si sia completamente scongelata.



Come conservare frutta e verdura a temperatura ambiente

Di seguito l’elenco per punti sui prodotti che puoi conservare a temperatura ambiente:

Conservali sul bancone, quindi spostali in frigorifero quando sono maturi



Frutta e verdura da conservare in frigorifero

Dovresti conservare frutta e verdura insieme o separatamente?

Determinare se conservare frutta e verdura dentro o fuori dal frigo è davvero solo metà della battaglia. Alcuni frutti e verdure dovrebbero essere conservati separatamente, indipendentemente da dove atterrano. Il gas etilene, un gas naturale emesso da alcuni frutti, può accelerare il processo di maturazione di alcuni (ma non altri) frutti e verdure. Questo a volte può essere una buona cosa. Vuoi far maturare il tuo avocado più velocemente? Conservalo accanto a una banana matura in un sacchetto di carta e lascia che l’etilene della banana faccia la sua magia.



Ma non vuoi sempre che frutta e verdura maturino in avanti veloce, perché potrebbero finire per marcire prima che tu possa mangiarli. Una buona regola empirica è quella di tenere i frutti che emettono gas ad alto contenuto di etilene separati dagli altri prodotti. Mele, avocado, drupacee, pere, banane e pomodori sono alcuni dei principali colpevoli, con le delicate verdure a foglia verde che sono tra le più suscettibili al gas etilene.

Inoltre, tieni le cipolle per se stesse. Le cipolle amano condividere la loro fragranza con i vicini (soprattutto dopo che sono state tagliate), quindi dovrebbero essere conservate separatamente e soprattutto lontano dalle patate, che appassiranno e germoglieranno più rapidamente quando sono presenti le cipolle.

Articoli correlati: