Come conservare la frutta secca

Come conservare la frutta secca correttamente

Essiccare la frutta è un ottimo modo per preservare il raccolto del tuo giardino e costituisce uno spuntino delizioso per i mesi a venire se saprai conservare la frutta secca correttamente. A differenza della frutta congelata, delle marmellate e delle conserve, la frutta secca è un comodo snack da portare con sé che rimane in ottime condizioni per mesi.

Ed è facile da preparare, semplicemente pulendo e affettando la frutta fresca e mettendola in un disidratatore da banco per alcune ore.

La produzione di frutta secca di alta qualità con una lunga durata richiede una preparazione adeguata e condizioni di conservazione favorevoli. Di seguito, discuteremo il modo migliore per conservare la frutta secca, ma prima, una breve nota sulla preparazione della frutta.

Come preparare la frutta secca per la conservazione

Per il miglior sapore, inizia con la frutta fresca al culmine della maturazione. Lavala e asciugala. Rimuovere eventuali imperfezioni. Quindi, affettare la frutta in pezzi approssimativamente della stessa dimensione. Basta sbucciare i frutti con la buccia che non mangeresti fresca. Quelli con pelli commestibili possono essere lasciati intatti.

Taglia i frutti grandi come mele, pere e pesche a fette spesse circa 2 cm. I frutti più piccoli come fichi e fragole possono essere semplicemente squartati o lasciati interi. Perforare i frutti piccoli e dalla buccia spessa, come i mirtilli, con uno spiedino per dare all’umidità una via di fuga. Disporre i pezzi in strati singoli sui vassoi dell’essiccatore.

Seguire le istruzioni del produttore dell’essiccatore per alimenti su tempo e temperatura di asciugatura. In generale, l’utilizzo di calore inferiore per un tempo più lungo produce un prodotto finito più consistente.

Essiccazione della frutta secca

Man mano che il frutto si restringe e si sviluppano delle rughe, controllalo periodicamente per verificarne la disponibilità.

È finito quando la consistenza è coriacea e non più appiccicosa.

Se li tagli, non dovrebbero apparire succosi. Per lo più, la frutta non diventa croccante o fragile quando è finita, poiché conserva ancora circa il 20% di umidità. Quando è pronta, spegni la macchina e lascia raffreddare completamente la frutta prima di conservarla.

come conservare la frutta secca 1
Frutta essiccata

Come conservare la frutta secca

Quando esce per la prima volta dall’essiccatore, la frutta secca includerà alcuni pezzi più asciutti e altri ancora leggermente umidi. Elimina questa incoerenza condizionando il frutto per un paio di settimane prima di metterlo in una conservazione a lungo termine. Imballalo in barattoli o sacchetti con chiusura a cerniera e riponi i contenitori in un’area fresca e asciutta.

Agitare delicatamente i contenitori ogni giorno per evitare che i pezzi si attacchino tra loro. Durante questo tempo, i pezzi asciutti assorbono l’umidità in eccesso dai pezzi umidi. Dopo dieci giorni, ispezionare per segni di condensa di umidità. Se appare una torbidità sulle pareti del contenitore, fai passare di nuovo la frutta nell’essiccatore. In caso contrario, procedere all’archiviazione a lungo termine.

Utilizzare contenitori di stoccaggio adeguati

I contenitori ideali per conservare la frutta secca sono ermetici per evitare il deterioramento dovuto all’umidità poco chiara. Anche i contenitori ideali sono trasparenti, quindi il prodotto è facile da monitorare.

Sacchetti per congelatore, barattoli per conserve e sacchetti sottovuoto sono tutte scelte eccellenti. Le porzioni più piccole e singole sono le migliori, poiché limitano l’esposizione delle porzioni non utilizzate.

Imballare la frutta comodamente nei contenitori senza romperla. Quindi etichetta ogni contenitore con il contenuto e la data e spostalo nella posizione di archiviazione.

Condizioni di conservazione ideali

La frutta secca si conserva meglio in luoghi freschi, asciutti e bui, lontano da potenziali intrusioni di insetti o roditori. A 60 gradi Fahrenheit, il frutto rimarrà buono fino a un anno. A 80 gradi, dura la metà di quel tempo.

Un’eccessiva esposizione alla luce farà sbiadire il frutto e potrebbe compromettere l’integrità dei contenitori di plastica. Se vengono utilizzati sacchetti di plastica, posizionarli in robusti barattoli di metallo o altri contenitori resistenti per eliminare la luce e proteggerli dai parassiti.

Per una conservazione prolungata, conserva la frutta nel congelatore, dove durerà (quasi) a tempo indeterminato. Conserva i contenitori parzialmente usati in frigorifero o nel congelatore fino a esaurimento.

Monitorare il deterioramento

Pianifica di consumare la frutta secca entro un anno. Quando si aggiungono lotti successivi allo stock immagazzinato, assicurarsi di ruotare la fornitura. Metti la frutta secca più recente nella parte posteriore, con il prodotto più vecchio verso la parte anteriore, così verrà utilizzato per primo.

Controllare regolarmente la fornitura immagazzinata per assicurarsi che sia ancora valida. Presta attenzione alla condensa, alla perdita di colore o alla formazione di muffe all’interno dei sacchetti sigillati. Tira fuori i sacchetti che mostrano segni di umidità e usa quelli per primi (purché non si siano rovinati). Se è presente della muffa, o se c’è un odore di “spento”, eliminala. Altri sintomi di deterioramento includono il colore sbiadito, la mancanza di sapore o la durezza. Se c’è qualche dubbio, non consumarlo.

Quando coltivi frutta e verdura, vuoi goderteli al massimo. L’essiccazione è uno dei modi più antichi per conservare la frutta per l’uso durante tutto l’anno. Preparandoli adeguatamente e conservandoli nelle migliori condizioni possibili, potrai assaporarne il sapore in qualsiasi momento.

Articolo correlato: Come conservare le arachidi.

Leave a comment