Come essiccare lo zenzero

Come essiccare lo zenzero e ridurlo in polvere

Lo zenzero è una spezia meravigliosa e calda con molti usi culinari e medicinali. Un must per le feste quando si parla di pan di zenzero e biscotti allo zenzero, è anche un ingrediente fondamentale in molte cucine asiatiche. Ma è anche ampiamente utilizzato per la sua capacità di calmare il mal di stomaco e le sue proprietà antinfiammatorie.

Niente batte il sapore dolce e speziato e l’aroma dello zenzero fresco, ma per coloro che semplicemente non riescono a consumare la radice di zenzero prima che vada a male, essiccare lo zenzero è un modo perfetto per farlo durare.

Cos’è lo zenzero?

Lo zenzero è la radice nodosa e irregolare della pianta di zenzero Zingiber officiale, che appartiene alla stessa famiglia della curcuma e del cardamomo. Fu addomesticato nelle isole del sud-est asiatico e arrivò in Occidente attraverso il commercio delle spezie.

Sebbene esistano molte varietà di radice di zenzero, la più comune ha la buccia marrone chiaro e la polpa gialla. Lo zenzero è disponibile in sei forme: fresco, essiccato, in salamoia, conservato, cristallizzato (o candito) e in polvere/macinato. È facilmente utilizzabile sia in cucina dolce che salata.

Leggi anche: Come conservare la curcuma.

Varietà di Zenzero

Lo zenzero ha usi diversi a seconda della forma e della varietà.

Lo zenzero macinato (indicato anche come zenzero in polvere) è una radice di zenzero essiccata e macinata. È facilmente reperibile nei supermercati e viene utilizzato principalmente in dolci e miscele di curry.

Lo zenzero fresco è disponibile in due forme: giovane e maturo. Le giovani radici sono anche chiamate zenzero verde o primaverile. Hanno una buccia chiara e sottile che non richiede peeling, è molto tenera e ha un sapore più delicato. Può essere grattugiato, tritato o tagliato a julienne per l’uso.

La radice di zenzero matura ha una buccia dura che deve essere staccata per raggiungere la polpa fibrosa e di solito viene grattugiata, tritata o macinata per l’uso. Se noti un anello blu dopo aver affettato lo zenzero fresco, non allarmarti. Non è muffa o fungo. È semplicemente una varietà di zenzero hawaiana conosciuta come zenzero ad anello blu o zenzero bianco cinese. Questa varietà è considerata superiore per la sua succosità e sapore brillante. Sono anche rizomi più grandi e generalmente più puliti ma di solito anche più costosi.

Lo zenzero essiccato si trova solitamente nelle dita intere e anche a fette. Di solito è immerso nel liquido di una ricetta prima dell’uso e non è difficile da disidratare a casa.

Lo zenzero in salamoia, chiamato gari o beni shoga in Giappone, è marinato in aceto dolce e di solito è colorato di rosso brillante o rosa. È un accompagnamento familiare al sushi e viene anche consumato per rinfrescare l’alito. Disponibile nei mercati asiatici, dovrebbe essere conservato refrigerato nel suo contenitore.

Lo zenzero in conserva è disponibile nei mercati asiatici e di specialità. Questa forma è stata conservata in una miscela di zucchero e sale. Viene generalmente utilizzato come confezione o aggiunto ai dolci, ed è particolarmente buono con il melone.

Lo zenzero candito o candito è stato cotto in uno sciroppo di zucchero fino a quando è tenero e poi ricoperto di zucchero semolato. È comunemente usato nei dolci e può essere facilmente preparato in casa.

Ginger vs Galangal

Questi due ingredienti sono facilmente confusi perché sono entrambi rizomi usati nelle cucine del sud-est asiatico. Il galangal appartiene alla stessa famiglia dello zenzero ed è sicuramente un parente stretto sia dello zenzero che della curcuma, ma tende ad essere meno dolce e rotondo nel suo gusto. Invece, è più nitido, più pepato e più piccante.

Ma come lo zenzero, è disponibile anche fresco, macinato o essiccato e affettato. Il galangal è usato nel cibo tailandese, ma è anche ampiamente implementato nella medicina tradizionale cinese e ayurvedica per le sue proprietà curative.

Che sapore ha?

Il sapore dello zenzero fresco è leggermente pepato e dolce, con un aroma pungente e speziato. Proprio come l’aglio, lo zenzero fresco si addolcisce con la cottura e diventa amaro se bruciato. La forma macinata non è così fortemente aromatizzata, ma ha un morso caldo e un po’ di dolcezza. Lo zenzero macinato è usato spesso nei dessert e non è facilmente scambiabile con lo zenzero fresco.

Cucinare Con Lo Zenzero

In generale, sbucciare lo zenzero fresco può essere una questione di preferenze personali o in base a ciò che indica la ricetta. A molte persone piace sbucciare lo zenzero fresco maturo prima dell’uso, mentre lo zenzero giovane in genere non ha molta pelle. Viene utilizzato in una miriade di preparazioni tra cui marinate , zuppe e curry. È difficile fare un buon soffritto senza di esso, ad esempio, e il suo succo può essere implementato nelle salse. Lo zenzero macinato può essere semplicemente aggiunto al passaggio appropriato alla pastella o alla pentola. Lo zenzero marinato viene servito a parte come condimento.

Lo zenzero è un ingrediente incredibilmente versatile da aggiungere a bevande come tè, bibite e cocktail. Come indica il nome, è facile preparare un semplice sciroppo infuso con zenzero fresco per aromatizzare bevande miste come arbusti e bibite. Il tè alla radice di zenzero è una di quelle bevande utilitarie che funzionano ugualmente bene sia calde che fredde. Lo zenzero si abbina naturalmente bene con miele, limone e molti frutti come pesche, mirtilli e mirtilli rossi.

Come fare lo zenzero in polvere

come essiccare lo zenzero 1
Zenzero in polvere fatto in casa

Due semplici metodi per preparare la polvere di zenzero fatta in casa usando zenzero fresco o polpa di zenzero: perfetti da aggiungere alle ricette, immergere nel tè allo zenzero e altro ancora!

Lo zenzero è di gran moda nel mio appartamento in questo momento, dalla preparazione delle patatine allo zenzero fatte in casa al succo di zenzero fatto in casa, e ora questa polvere di zenzero fatta in casa. Questo post ti guida attraverso due metodi per essiccare e preparare la polvere di zenzero dallo zenzero fresco e la polpa di zenzero rimasta dalla spremitura.

Come essiccare lo zenzero

Come accennato in precedenza, questo post include due metodi per preparare lo zenzero macinato dalla radice di zenzero. Il primo utilizza le bucce di zenzero fresche di zenzero biologico e il secondo utilizza la polpa di succo rimanente dalla produzione del succo. Ho anche incluso sia un metodo di forno che un disidratatore per essiccare lo zenzero.

Metodo 1 – Zenzero fresco

come essiccare lo zenzero 2
Zenzero sbucciato

La prima cosa da fare è sbucciare lo zenzero.

Quindi, taglia lo zenzero a fette molto sottili: più sottile è, meglio è. Puoi farlo con un coltello, se è tutto ciò che hai a disposizione, tuttavia, mi piace usare il mio mandolino per questo.

Con strisce sottili e uniformi, scoprirai che la disidratazione avviene rapidamente e in modo uniforme poiché i pezzi sono tutti uniformi.

Successivamente, fodera le fette sottili su una teglia o su una teglia per disidratatore, facendo attenzione che le fette non si sovrappongano affatto.

Per disidratare nel disidratatore

L’uso di un disidratatore è il mio metodo preferito in quanto consente di rimuovere completamente tutto il contenuto liquido senza trattare eccessivamente il cibo o ‘cuocerlo’. Ciò significa che probabilmente finirai con un valore nutritivo più elevato rispetto a quello essiccato al forno, senza dover aspettare giorni come il metodo di essiccazione all’aria.

Semplice disidratazione a 40ºC/100ºF per circa 4-5 ore.

Disidratare al forno

Quando si utilizza un forno, è meglio utilizzare la temperatura più bassa possibile per evitare di bruciare/cuocere lo zenzero. Asciuga a 80ºC/176ºF e necessita di circa 2,5 ore per asciugarsi. Per ottenere i migliori risultati, posizionare la teglia sul ripiano più basso.

Se il tuo forno non si abbassa, puoi aprire leggermente la porta. Questo aiuta il liquido evaporato a fuoriuscire dal forno e abbassa la temperatura generale del forno.

Controlla lo zenzero ogni 20 minuti circa, per assicurarti che non stia rosolando. A seconda del forno e dello spessore delle fette di zenzero, l’operazione potrebbe richiedere più o meno tempo.



Disidratare al sole

Ho scoperto che questo metodo funziona meglio in un clima secco, quando è soleggiato. L’umidità tende a rovinare e ammuffire il cibo. Tuttavia, se vivi in ​​un luogo asciutto, o hai bel tempo e hai pazienza, allora questo metodo ti consente di asciugare lo zenzero senza l’uso del calore.

Basta posizionare su un piatto grande vicino a una finestra soleggiata e lasciare per 3-4 giorni. Controlla i progressi ogni giorno. Potrebbero essere pronti prima o dopo, a seconda del tempo, della quantità di sole, della temperatura, ecc.



Metodo 2 – Polpa di zenzero

Occorrente: polpa avanzata dalla spremitura dello zenzero. Mi piace conservare tutta la polpa della spremitura dello zenzero nel congelatore fino a quando non sarò pronta per asciugarla. Tuttavia, puoi anche usare la polpa di una singola sessione di spremitura per asciugarla in una polvere di zenzero.

Per asciugare all’aria, basta posizionare la polpa su una teglia o un piatto grande e lasciarla in un luogo asciutto e ben ventilato per 3-4 giorni. In alternativa, usa un forno o un disidratatore in modi simili a quelli che ho descritto sopra. Assicurati solo di continuare a controllare la polpa poiché il tempo varia a seconda se l’hai usata direttamente dalla spremitura rispetto a quella congelata e scongelata, ecc.



Come sapere se lo zenzero si è essiccato

Indipendentemente dal metodo utilizzato, quello che stai cercando è lo zenzero completamente secco. Deve essere un tipo di secco “croccante” che si spezza piuttosto che piegarsi.

L’eventuale umidità rimasta nello zenzero lo farà diventare pastoso quando viene macinato, invece che in polvere. Influirà anche sulla durata di conservazione, quindi assicurati che lo zenzero non si pieghi prima di passare al passaggio successivo.

Puoi usare le fette di zenzero, così come sono, anche per preparare il tè allo zenzero fatto in casa!



Come macinare lo zenzero

Puoi seguire il passaggio successivo per entrambi i metodi.

Metti le fette di zenzero essiccate o la polpa di zenzero essiccata in un macinino per cereali/semi (o macinacaffè) o in un robot da cucina/frullatore. Macinare lo zenzero essiccato in polvere.

È meglio setacciare la polvere per raccogliere eventuali pezzi più grandi che puoi quindi macinare di nuovo.

Ti verrà lasciata una polvere di zenzero macinata super fine che puoi quindi trasferire in un barattolo di vetro ermetico e conservare per circa sei mesi. Puoi anche conservarlo nel congelatore per ancora più a lungo, probabilmente 12 mesi o più.



come essiccare lo zenzero

Come fare lo zenzero in polvere (due metodi)

Due semplici metodi per preparare la polvere di zenzero fatta in casa a casa usando zenzero fresco o polpa di zenzero: perfetti da aggiungere alle ricette, immergere nel tè allo zenzero e altro ancora!
Preparazione 3 h
Cottura 10 min
Tempo totale 3 h 10 min
Cucina Americana, Asiatica

Equipment

  • Forno
  • Disidratatore

Istruzioni
 

  • Sbucciare lo zenzero
    come essiccare lo zenzero 3
  • Tagliate lo zenzero a fettine molto sottili: più è sottile, meglio è. Puoi farlo con un coltello, se è tutto ciò che hai a disposizione, tuttavia, mi piace usare il mio mandolino per questo. Con strisce sottili e uniformi, scoprirai che la disidratazione avviene rapidamente e in modo uniforme poiché le strisce sono tutte uniformi.
    come essiccare lo zenzero
  • Successivamente, fodera le fette sottili su una teglia o su una teglia per disidratatore, facendo attenzione che le fette non si sovrappongano affatto.
    come essiccare lo zenzero 4
  • Per asciugare in un disidratatore: disidratare semplicemente a 40ºC/100ºF per circa 4-5 ore.
    come essiccare lo zenzero 5
  • Asciugare in forno: Quando si utilizza un forno è meglio utilizzare la temperatura più bassa possibile, per evitare di bruciare/cuocere il cibo. Asciuga a 80ºC/176ºF e necessita di circa 2,5 ore per asciugarsi. Per ottenere i migliori risultati, posizionare la teglia sul ripiano più basso. Se il tuo forno non si abbassa, puoi aprire leggermente la porta. Questo aiuta il liquido a fuoriuscire dal forno e abbassa la temperatura generale del forno. Controlla lo zenzero ogni 20 minuti circa, per assicurarti che non bruci.
  • Asciugare all'aria: Basta posizionare su un piatto grande vicino a una finestra soleggiata e lasciare per 3-4 giorni. Controlla i progressi ogni giorno. Potrebbero essere pronti prima o dopo a seconda del tempo, della quantità di sole, della temperatura, ecc.
  • METODO 2
  • Usa la polpa avanzata dalla spremitura dello zenzero.
    come essiccare lo zenzero 6
  • Per asciugare all'aria, basta posizionare la polpa su una teglia o un piatto grande e lasciarla in un luogo asciutto e ben ventilato per 3-4 giorni. In alternativa, usa un forno o un disidratatore in modi simili che ho descritto sopra, assicurati di continuare a controllare la polpa poiché il tempo varia a seconda se l'hai usato direttamente dalla spremitura rispetto a quello congelato e scongelato, ecc.
    come essiccare lo zenzero 7
  • Come sapere che lo zenzero è pronto
    1. Indipendentemente dal metodo utilizzato, quello che stai cercando è lo zenzero completamente secco. Deve essere un tipo secco 'croccante', che si spezza e non si piega.
    come essiccare lo zenzero 8
  • Macinare Lo Zenzero In Polvere
    1. Mettere le fette di zenzero essiccato o la polpa di zenzero essiccata in un tritacarne/semi o in un robot da cucina/frullatore e macinare in una polvere fine.
    come essiccare lo zenzero 9
  • 2. È meglio setacciare la polvere per raccogliere eventuali pezzi più grandi che puoi quindi macinare di nuovo.
    come essiccare lo zenzero 10
  • 3. Ti verrà lasciata una polvere di zenzero macinata super fine che puoi quindi trasferire in un barattolo di vetro ermetico e conservare per circa 6 mesi. Puoi anche conservarlo nel congelatore per ancora più a lungo, probabilmente 12 mesi o più.
    come essiccare lo zenzero 11

Video

Note

  • A seconda del tuo forno e dello spessore delle tue fette di zenzero, l’operazione potrebbe richiedere più o meno tempo.
  • Ho scoperto che questo metodo funziona meglio in un clima secco, quando è soleggiato. L’umidità tende a rovinare e ammuffire il cibo. Tuttavia, se vivi in ​​un luogo asciutto, con bel tempo e pazienza, questo metodo ti consente di asciugare lo zenzero senza l’uso del calore.
  • Mi piace conservare tutta la polpa dello zenzero spremuto nel congelatore fino a quando non sarò pronta per asciugarla. Tuttavia, puoi anche usare la polpa di una singola sessione di spremitura per asciugarla in una polvere di zenzero.
  • L’eventuale umidità rimasta nello zenzero lo farà diventare pastoso quando viene macinato, anziché in polvere. Influirà anche sulla durata di conservazione, quindi assicurati che lo zenzero non si pieghi prima di passare al passaggio successivo.
  • Puoi effettivamente usare le fette di zenzero essiccate e la polpa di zenzero fresca o essiccata per preparare anche il tè allo zenzero fatto in casa!
Video estratto dal canale YouTube di Regina di Saba.
Keyword come essiccare lo zenzero



Articolo correlato: Come utilizzare lo zenzero per dimagrire.