Come essiccare i fichi

Come essiccare i fichi

I fichi essiccati sono un alimento ricco di proprietà benefiche, che si presta a molteplici utilizzi in cucina e può essere consumato durante tutte le stagioni grazie ai moderni sistemi di conservazione. Il processo di essiccazione mantiene intatti i preziosi nutrienti di questi dolci frutti, riducendo l’umidità ma preservando vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti.

I fichi disidratati sono un’ottima fonte di fibre alimentari, alleate della salute intestinale. Inoltre contengono calcio, essenziale per le ossa, e potassio che regola la pressione sanguigna. Possono essere assunti da soli come spuntino energizzante oppure impiegati nella preparazione di ricette sia dolci che salate. In questo articolo esamineremo le tecniche migliori per ottenere fichi secchi fragranti e nutrienti mediante essiccazione naturale, in forno o con appositi apparecchi.

Come essiccare i fichi al sole

L’esposizione dei fichi ai raggi solari è una tecnica tradizionale per disidratare questi dolci frutti e poterli assaporare durante tutte le stagioni dell’anno. Per iniziare, selezioniamo fichi ben maturi e turgidi, che non presentino ammaccature o imperfezioni sulla buccia. Dopo averli lavati con delicatezza sotto l’acqua corrente, pratichiamo un taglio sulla sommità per favorire l’evaporazione dei liquidi interni.

Disponiamo quindi i fichi su graticci o vassoi e lasciamoli asciugare per 2-3 giornate in pieno sole, facendo attenzione a rigirarli e a ripararli durante la notte. Col procedere dell’essiccazione, i fichi diventano più morbidi e intensi nel gusto. Una volta completamente disidratati e dall’aspetto rugoso, possiamo chiuderli ermeticamente in contenitori o sacchetti, dove si mantengono a lungo.

Come essiccare i fichi con l’ebollizione

Uno dei metodi più rapidi per ottenere fichi essiccati è quello dell’ebollizione, che permette di eliminare velocemente l’umidità grazie al calore. Per prima cosa laviamo accuratamente i fichi freschi e sodi, poi li immergiamo in acqua bollente per 1-2 minuti. Scoliamo i frutti e li peliamo delicatamente, facendo attenzione a non romperli.

A questo punto, li rimettiamo a bollire in una pentola d’acqua per 10-15 minuti finché non risultano morbidi. Scoliamoli nuovamente e lasciamoli asciugare per 12-24 ore distesi su una griglia, girandoli di tanto in tanto. I fichi si raggrinziranno man mano che perdono umidità. Quando saranno completamente secchi, li riporremo in barattoli di vetro o sacchetti, dove si manterranno a lungo senza alterarsi.

Come essiccare i fichi nel forno

Il forno è un elettrodomestico versatile che ci permette di ottenere facilmente fichi essiccati, morbidi e nutrienti. Iniziamo scegliendo fichi freschi, integri e ben maturi. Dopo averli lavati, li tagliamo a metà ed eliminiamo la parte interna con i semi. Disponiamo i fichi su una leccarda foderata con carta da forno e inforniamo a 50-60°C per 6-8 ore, rigirandoli un paio di volte durante la cottura.

Il calore del forno asporterà lentamente l’umidità dai frutti che si disidratano mantenendo intatte vitamine e sali minerali. Quando risulteranno coriacei al tatto saranno pronti. Lasciamoli raffreddare e conservali in barattoli di vetro. Otterremo fichi essiccati deliziosi da gustare tutto l’anno o da utilizzare in ricette dolci e salate!

Come essiccare i fichi al microonde

Per prima cosa laviamo e tagliamo a metà i fichi, eliminando la parte centrale con i semini. Disponiamo i pezzi su un piatto adatto al microonde, con la parte tagliata rivolta verso l’alto. Cuociamo alla massima potenza per 2-3 minuti, quindi estraiamo e giriamo i fichi. Ripetiamo l’operazione finché risulteranno coriacei.

Il calore rapido del microonde elimina l’umidità preservando vitamine e proprietà. Per completare l’essiccazione, lasciamo riposare i fichi per 12 ore: si raggrinziranno perdendo la restante acqua. I fichi secchi ottenuti si conservano a lungo e sono ideali per creare sfiziosi snack energetici.

Come essiccare i fichi con il disidratatore alimentare

Il disidratatore è lo strumento ideale per ottenere fichi essiccati morbidi e fragranti in modo semplice. Dopo aver scelto fichi maturi e turgidi, li laviamo e tagliamo a metà eliminando il centro. Disponiamo i pezzi direttamente sui vassoi del disidratatore, con la parte tagliata rivolta verso l’alto per favorire l’eliminazione dell’umidità.

Avviamo l’apparecchio impostando una temperatura tra 50°C e 60°C per 6-12 ore, finché i fichi risulteranno coriacei al tatto. Il disidratatore elimina lentamente l’acqua dai frutti preservandone intatte le proprietà. I fichi essiccati ottenuti si presentano morbidi, fragranti e ricchi di fibre, calcio, potassio. Conservateli in barattoli di vetro per gustarli a lungo!

Per quanto tempo si conservano i fichi secchi

I fichi essiccati, se opportunamente conservati, possono durare diversi mesi mantenendo pressoché inalterate le loro qualità nutritive. La rimozione dell’acqua rallenta infatti i processi degradativi. I fichi disidratati interi, riposti in barattoli o sacchetti richiudibili, durano circa 6 mesi se tenuti in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore e luce.

Anche congelati, i fichi secchi possono conservarsi bene per 8-12 mesi. Prima di consumarli, è bene reidratarli in acqua o succo per ammorbidirli. L’importante è proteggere i fichi essiccati da umidità, fonti di calore e raggi solari, che ne comprometterebbero la shelf life. In questo modo potremo gustare il sapore dolce e le proprietà di questi frutti disidratati per diversi mesi dopo la raccolta.

Articolo correlato: Come conservare i fichi freschi.

Approfondimento:

Preferenze Privacy