Come pulire un forno elettrico

Gli accaniti cuochi casalinghi mettono i loro forni in overdrive non solo durante le vacanze ma tutto l’anno. Ciò che non finisce sul tavolo da pranzo spesso finisce nella camera del forno, sulle pareti del forno, sul tetto, sul pavimento, sugli scaffali o sui vetri delle finestre, come schizzi o detriti di cibo.

Se trascurati, questi rimangono asciutti e si induriscono fino a un punto superiore a quello che può essere rimosso con uno straccio insaponato. Quindi, la pulizia profonda di un forno diventa un compito necessario almeno ogni tre o sei mesi per evitare che il cibo bruci, il che potrebbe influire negativamente sul sapore del cibo o, peggio, prendere fuoco durante un uso futuro.

Come pulire un forno elettrico correttamente

Ci sono due strade per ottenere la piena aspettativa di vita dal tuo forno: o non lo usi o lo tieni pulito. Per la maggior parte di noi, il primo percorso non è un’opzione.

L’importanza di un forno pulito è data dalla longevità e dall’efficienza. Lo sporco cotto fa riscaldare il forno più lentamente, rendendolo meno efficiente. Sì, sono disponibili detergenti per forni commerciali, ma la maggior parte contiene sostanze chimiche nocive. Non vuoi esporre te stesso e la tua famiglia a nessuno di questi rischi.

Poi c’è la funzione forno autopulente. Sembra la soluzione perfetta, ma basta dire di no. Il vostro forno non è progettato per resistere a temperature estreme per il periodo di tempo prolungato necessario per incenerire sabbia, grasso e sporcizia. Il tuo forno si consumerà prematuramente. E se il vostro forno è rivestito di Teflon ® , questo rivestimento tossico può rompersi sotto il calore estremo del ciclo di autopulizia.

Fortunatamente, imparare a pulire un forno senza questi rischi non è impossibile (Suggerimento: in realtà esiste un detergente per forno fatto in casa che rende il compito sia sicuro che facile.) E quando quel forno alla fine si rompe (cosa che, sfortunatamente, accadrà), ti guardiamo le spalle.

Quali materiali sono necessari per pulire un forno

Per fare un buon lavoro di pulizia del tuo forno, avrai bisogno di quanto segue:

  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto
  • Detersivo per piatti
  • Una spazzola a setole morbide o uno spazzolino da denti
  • Spugna
  • Un panno asciutto o della carta assorbente

Quanto spesso dovresti pulire il tuo forno elettrico

Ti chiedi “Quanto spesso devo pulire il mio forno?”? Beh, dipende da quanto spesso viene utilizzato il tuo forno. Se il tuo forno viene utilizzato regolarmente, dovresti inserirlo nella routine di pulizia mensile, oltre a pulirlo settimanalmente. Naturalmente, la cosa migliore da fare quando ci sono fuoriuscite nel forno è pulirle immediatamente, prima che le fuoriuscite diventino cotte. Cibo cotto e grasso possono causare fumo e cattivo odore nel forno , alterando così il gusto e l’odore del cibo.

Se non usi quasi mai il tuo forno, controllalo di tanto in tanto per assicurarti che nessun animale selvatico randagio abbia preso la residenza e puliscilo bene quando stai pulendo l’esterno.

Qual è il modo migliore per pulire le griglie del forno

La maggior parte delle griglie del forno escono dal forno. Un buon posto per pulire le griglie del forno è nella vasca da bagno. Metti semplicemente un asciugamano sul fondo della vasca in modo che i rack non graffino la finitura della vasca.

Quindi, posizionare le griglie sull’asciugamano, riempire la vasca con acqua calda fino a coprire le griglie e sciogliere mezzo bicchiere di detersivo per piatti nell’acqua. Lascia in ammollo le griglie per almeno quattro ore o tutta la notte.

Allenta eventuali particelle attaccate con una spazzola morbida o una spugna, risciacquale per rimuovere il sapone e asciugale. Vai tranquillo!

Come pulire un forno elettrico

Per il potere di pulizia del forno elettrico che potrebbe sorprenderti, considera l’utilizzo del bicarbonato di sodio per pulire il forno.

  1. Basta fare una pasta con mezza tazza di bicarbonato di sodio, mescolandola con tre cucchiai d’acqua. (Utilizzare una tazza di bicarbonato di sodio con un terzo di una tazza d’acqua se il forno è molto sporco.)
  2. Dopo aver rimosso i rack, utilizzare un tovagliolo di carta o una spugna per rimuovere eventuali particelle sciolte dal fondo, dai lati, dalla parte superiore e dalla porta.
  3. Quindi, usa una spazzola a setole morbide per strofinare le superfici interne con la pasta di bicarbonato di sodio, facendo attenzione a non strofinare l’elemento riscaldante.
  4. Lascia in ammollo la pasta per una o tre ore o per tutta la notte per un forno molto sporco.
  5. Per rimuovere la pasta, puoi spruzzarla con aceto o utilizzare un tovagliolo di carta o una spugna imbevuta di aceto.
  6. Sostituire i rack.

Come pulire un forno a gas

Per la pulizia del forno a gas, utilizzare lo stesso metodo di cui sopra, con la seguente aggiunta:

Il bruciatore a gas si trova sotto un pannello nella parte inferiore del forno. Ci sono fessure di sfiato nel pannello. Fare attenzione a non far colare liquidi attraverso le fessure e sul bruciatore.

Puoi anche ispezionare e pulire il fornello del fornello rimuovendo il pannello inferiore o rimuovendo il cassetto della griglia, se presente. Se non ci sono polli da carne, potrebbe essere necessario rimuovere un pannello frontale che si trova sotto la porta del forno.

Accendete il forno e osservate le fiamme del bruciatore. Se ci sono delle fessure nelle fiamme, alcune delle porte del gas (che sono piccoli fori) potrebbero essere ostruite. Usa uno stuzzicadenti o uno spillo dritto per sbloccarli. Quindi, pulire il bruciatore con una piccola spazzola. Consulta le istruzioni del produttore del tuo forno se le fiamme devono essere regolate.

Articolo correlato: Come ridurre lo spreco alimentare.