Come pulire la lavastoviglie

In teoria, la tua lavastoviglie dovrebbe pulirsi costantemente da sola, ma purtroppo non lo è. Nel corso del tempo, pezzetti di cibo, grasso, detersivo non disciolto e minerali dell’acqua si accumulano sul filtro e sulle pareti interne della lavastoviglie.

Insieme a un odore e un aspetto sgradevoli, questa sporcizia può effettivamente lasciare macchie e pellicole su bicchieri, stoviglie e posate. In breve, ciò significa che se non pulisci correttamente la lavastoviglie, il tuo elettrodomestico non può svolgere appieno il suo lavoro, indipendentemente dalla cura con cui lo carichi.

Inoltre, se si lascia accumulare cibo e sporcizia, si possono danneggiare il filtro e la pompa della lavastoviglie, con conseguenti costose riparazioni.



Come per la maggior parte delle cose, una manutenzione regolare semplifica il lavoro, ma ci sono alcune misure preventive che puoi adottare per mantenere pulito l’interno della tua lavastoviglie. Usa un detersivo per lavastoviglie e un brillantante di qualità, che aiutano a rimuovere i residui.

Se vivi in ​​una zona con acqua dura, prendi in considerazione l’installazione di un addolcitore d’acqua per tutta la casa (aiuterà a mantenere la doccia più pulita e anche il bucato più morbido) o aggiungi sale alla lavastoviglie (se hai un modello che lo accetta) per aiutare prevenire macchie su bicchieri e accumuli di minerali all’interno della lavastoviglie.

Ogni quanto dovresti pulire la tua lavastoviglie?

A seconda della frequenza con cui la usi, ecco le cose da fare giornalmente, settimanalmente e mensilmente per mantenere pulita la tua lavastoviglie:

  • Quotidianamente: rimuovere i pezzetti visibili di cibo
  • Ogni settimana: pulire i bordi dello sportello e la guarnizione da eventuali detriti e rimuovere e pulire il filtro
  • Ogni mese: pulire a fondo l’interno
  • Se necessario: pulire l’esterno, i bordi e l’interno da gocce e macchie

Puoi pulire la lavastoviglie con la candeggina?

No, la candeggina è sconsigliata, soprattutto se la lavastoviglie ha l’interno in acciaio inossidabile. Alcuni detersivi per lavastoviglie contengono candeggina, ma serve a rimuovere le macchie di tè e caffè da tazze e altre stoviglie.

E non usare candeggina con aceto: la combinazione dei due può creare gas di cloro potenzialmente letale.



Come pulire la lavastoviglie giornalmente, settimanalmente e mensilmente:

Ecco la nostra guida dettagliata passo dopo passo per imparare a pulire una lavastoviglie, sia che tu stia cercando di pulire la guarnizione, il filtro o lo sportello o semplicemente fare un po’ di manutenzione quotidiana per tenere a bada gli odori:

Rimuovere pezzetti di cibo ogni giorno

La radice della maggior parte dei problemi di odore è solitamente il cibo avanzato che ha trasformato la lavastoviglie in un secondo tritarifiuti. Prendi l’abitudine di pulire eventuali residui di cibo dopo ogni ciclo di lavaggio dei piatti.

Estrarre il cestello inferiore e cercare eventuali residui di cibo che potrebbero essere caduti nel fondale. Rimuovilo con le dita o un tovagliolo di carta per evitare odori e futuri accumuli.

Generalmente non consigliamo di prelavare gli oggetti, ma rimuovi il cibo in eccesso da piatti, posate, ciotole e altri oggetti prima di caricarli nella lavastoviglie. Se non prevedi di eseguire immediatamente un ciclo, sciacquali rapidamente nel lavandino o esegui un ciclo di solo risciacquo per evitare odori indesiderati.

Inoltre, rimuovi sempre eventuali etichette o adesivi dai barattoli che potresti riutilizzare prima di mettere l’articolo nella lavastoviglie per evitare che ostruiscano il filtro.



Togli lo sporco dallo sportello quando lo vedi

Per pulire lo sportello:

  • Rimuovere eventuali residui e macchie che potrebbero essere schizzati o depositati sulla superficie interna dello sportello, sui bordi, sulla maniglia e sui comandi della lavastoviglie con un panno in microfibra umido o una spugna.

Per pulire la guarnizione:

  • Strofina delicatamente qualsiasi sporco incrostato dalla guarnizione di gomma usando un vecchio spazzolino morbido.
  • Pulisci con un panno umido o un tovagliolo di carta.

Suggerimento del laboratorio GH: evita di usare un detergente a base di candeggina se l’interno della lavastoviglie è in acciaio inossidabile. Controlla il manuale del proprietario prima di utilizzare il perossido di idrogeno per rimuovere muffe o funghi.

Pulisci settimanalmente il filtro della lavastoviglie

Se il filtro della lavastoviglie non è pulito, nient’altro lo sarà. Il filtro si trova sotto il braccio irroratore inferiore: dovrai estrarre il cestello inferiore per raggiungerlo. Se non sei sicuro di come rimuoverlo, controlla il manuale del proprietario o il sito Web del produttore per i dettagli. Ecco come fare:

  • Sbloccare e rimuovere il filtro e sciacquarlo sotto acqua corrente calda.
  • Usando uno spazzolino morbido, strofinare lo schermo a rete e il telaio in plastica per rimuovere eventuali residui di grasso o particelle incastrati nelle fessure. Quindi, risciacqualo.
  • Richiudere il filtro in posizione.



Suggerimento: non utilizzare la lavastoviglie senza il filtro correttamente bloccato in posizione, in quanto potresti causare gravi danni alla macchina e possibilmente invalidare la garanzia.

Pulisci a fondo la tua lavastoviglie con l’aceto

Se scegli di seguire il percorso fai-da-te per combattere i residui e l’accumulo, vai con l’aceto in una lavastoviglie vuota.

  • Per pulire con l’aceto, posizionare una ciotola lavabile in lavastoviglie riempita con una tazza di aceto bianco distillato sul cestello superiore ed eseguire un normale ciclo (caldo) senza detersivo o piatti.
  • Per pulire la lavastoviglie con aceto e bicarbonato di sodio per una maggiore freschezza, dopo aver eseguito il ciclo dell’aceto, cospargere una tazza di bicarbonato di sodio sul fondo della lavastoviglie vuota ed eseguire un breve ciclo a caldo.

Lucida l’esterno della lavastoviglie secondo necessità

Le impronte digitali rendono qualsiasi superficie opaca e sporca, ma si distinguono davvero – in modo negativo – sugli elettrodomestici in acciaio inossidabile.

Alcuni modelli di lavastoviglie sfoggiano finiture resistenti alle impronte digitali, ma non tutti. Ecco perché suggeriamo di utilizzare un detergente per acciaio inossidabile per lucidare lo sportello della lavastoviglie e conferire una finitura protettiva.

Non solo lascia una lucentezza senza aloni, ma contiene ingredienti per aiutare a respingere lo sporco e le sbavature future.



Consiglio: stai lontano da detergenti o spugnette abrasive che possono graffiare e rovinare l’esterno della lavastoviglie. Pulisci e strofina sempre l’acciaio inossidabile nella direzione della grana del metallo per evitare striature.

Mantenere pulita la lavastoviglie

Ora che sai come pulire una lavastoviglie, vedrai molti vantaggi. Non solo la macchina ha un odore migliore e un aspetto più fresco, ma scoprirai che è effettivamente più efficace.

Con tutti i residui spariti, acqua e sapone possono spruzzare attraverso l’apparecchio a piena forza, lasciandoti con piatti più puliti. Infatti, ogni volta che i tuoi piatti iniziano a uscire dalla lavastoviglie con ancora dello sporco, è un segno che la tua lavastoviglie ha probabilmente bisogno di una pulizia profonda.

Prova a pulire a fondo l’interno della lavastoviglie una volta ogni sei mesi per mantenerla funzionante in modo ottimale.

Articoli correlati: