Come pulire pentole bruciate

Alcune ricette tendono a devastare le nostre pentole e padelle. Altre volte, si tratta di un errore dell’utente, cioè se non stiamo pensando e impostando il bruciatore troppo alto, bruciando tutto ciò che c’è nella padella.

Dunque: Come pulire una pentola bruciata?

Indipendentemente da ciò: abbiamo avuto tutti a che fare con pasticci bruciati. Ma qual è il modo migliore? Sembra che chiunque tu chieda abbia un “metodo migliore” per riportare le pentole come nuove. Quindi, ho deciso di mettere alla prova 5 procedure per vedere quale ha svolto il lavoro nel modo più rapido ed efficiente.

Ti sei mai chiesto come pulire una pentola bruciata?

Guarda cosa è successo quando abbiamo messo alla prova diversi metodi di pulizia sulle nostre padelle più sporche.

Indipendentemente dal fatto che bruci completamente la cena o che le tue padelle si sporchino sempre di più nel tempo, alla fine dovrai fare una sessione di purga al lavandino. E per questo, più veloce è, meglio è! Per questo motivo, abbiamo messo alla prova cinque metodi per pulire una padella bruciata.

Continua a leggere per imparare a pulire una padella bruciata e scopri quali metodi sono più efficaci!

Il metodo di prova

Nel tentativo di assicurarci che questa guida ti dia i risultati più accurati, abbiamo messo in atto alcuni parametri per questo esperimento di strofinamento della padella. Tutte le padelle testate erano in acciaio inossidabile e bruciate con la stessa combinazione di alimenti: formaggio, uova e gelatina d’uva.

Se il metodo prevedeva l’ammollo, abbiamo lasciato in ammollo ciascuna padella per un massimo di 15 minuti, controllando a intervalli di 5 minuti e documentando quando i resti carbonizzati hanno iniziato a sollevarsi con facilità. Abbiamo anche limitato qualsiasi “sfregamento attivo” extra a 10 minuti perché onestamente, chi vuole strofinare una padella più a lungo?!

Tutte le nostre foto del “dopo” mostrano cosa ha ottenuto questo metodo entro questi limiti.

Giudizi

Ogni metodo è valutato su una scala da 1 a 5. Le valutazioni sono state assegnate in base al tempo impiegato da ciascuna tecnica per eseguire la sua magia, alla quantità extra di olio di gomito necessaria per rimuovere il cibo bruciato e all’efficacia complessiva nel processo di pulizia in in termini di quanto disordine è rimasto sulla padella dopo la pulizia entro i parametri impostati.

Tecniche di pulizia per padelle unte

Avvertenza: prima di pulire le pentole, prova il metodo su una piccola porzione poco appariscente per assicurarti che non danneggi la superficie. I metodi seguenti sono destinati a pentole in acciaio inossidabile e non a quelle con rivestimenti antiaderenti.

5 metodi per pulire una padella bruciata

Metodo 1: bicarbonato di sodio + aceto

Vantaggi: questo metodo utilizza articoli della dispensa a prezzi accessibili che la maggior parte delle persone ha a portata di mano.

Come funziona: riempi la padella sporca con una parte uguale di acqua e aceto. Portare il composto a bollore e poi aggiungere 2 cucchiai di bicarbonato di sodio. Togliere dal fuoco e lasciare in ammollo per un massimo di 15 minuti. Getta il liquido nello scarico e poi usa una spugna o una spugnetta abrasiva per rimuovere eventuali residui bruciati. Se rimangono delle macchie, applica una pasta a base di bicarbonato di sodio mescolato con un po’ d’acqua e lascia riposare per qualche minuto prima di strofinare di nuovo.

Cosa è successo: nutrivamo grandi speranze per questo metodo perché è andato bene quando abbiamo testato i metodi migliori per pulire le teglie. Dopo soli 5 minuti di ammollo, abbiamo notato che alcuni pezzi carbonizzati iniziavano a galleggiare in superficie! Tuttavia, abbiamo deciso di lasciare che questo continuasse a rimanere in ammollo per tutti i 15 minuti poiché sembrava che alcuni pezzi ostinati stessero resistendo. Dopo il risciacquo e 10 minuti di lavaggio pesante con una spugna abrasiva siamo stati in grado di sollevare la maggior parte del cibo carbonizzato e bruciato. Era assolutamente necessaria un’applicazione successiva di pasta di bicarbonato di sodio e un ulteriore lavaggio era essenziale per sollevare i detriti rimanenti.

Voto: 3/5

Metodo 2: limoni

Vantaggi: questo è un ottimo metodo di pulizia naturale che non richiede prodotti chimici aggressivi.

Come funziona: affetta 2-3 limoni e disponili nella padella sporca. Metti la padella a fuoco medio-alto e riempi con acqua a sufficienza per coprire appena i limoni. Portare a ebollizione l’acqua con il limone per 5-8 minuti e poi togliere la padella dal fuoco. Saprai che la padella è pronta per uno scrub finale quando inizierai a vedere particelle di cibo galleggiare sulla superficie dell’acqua. Scartare i limoni e scolare l’acqua. Risciacquare con acqua calda e pulita e utilizzare una spugnetta o una spazzola per allentare e rimuovere eventuali frammenti attaccati.

Cosa è successo: questo era il nostro metodo meno preferito. Sebbene possiamo apprezzare l’approccio del tutto naturale, non è stato così efficace per noi rispetto agli altri metodi che abbiamo testato. Ha richiesto un bel po’ di lavaggio pesante in acqua calda per avere un impatto reale sui detriti. Pensiamo che un classico detersivo per piatti Dawn sarebbe stato altrettanto efficace e non avresti sprecato due limoni perfettamente buoni nel processo.

Voto: 2/5

Metodo 3: foglio dell’essiccatore

  • Tempo totale: 65-70 minuti (tempo attivo 5-10 minuti)
  • Voto: 1/5

Il metodo: Aggiungi alcune gocce di detersivo per piatti insieme ad un po’ di acqua calda nella padella. Immergi un foglio di asciugatrice nell’acqua e lascialo riposare per un’ora. Dopo un’ora, rimuovere e gettare il foglio dell’asciugatrice e risciacquare la padella con una spugna abrasiva e detersivo per piatti.

Com’è andata: non ero troppo entusiasta di mettere a bagno un foglio di asciugatrice in una padella in cui cucino il cibo, ed ero ancora meno entusiasta dei risultati finali. Questo metodo è in circolazione da un po’ di tempo online, presumibilmente aiutando le persone a rimuovere il cibo cotto ostinato dal vetro e dalle pentole allo stesso modo.

Ma per qualche motivo, non ha funzionato per me. Alcuni pezzetti di cibo si sono staccati dallo strato superiore, ma la roba davvero testarda si è ancora attaccata al fondo della padella. Ho pensato che forse avevo fatto qualcosa di sbagliato, quindi ho riprovato, altre tre volte. Ecco cos’altro ho provato:

  • Uovo bruciato, detersivo per piatti, foglio dell’asciugatrice, in acqua bollente bollente sul fornello per un’ora.
  • Uovo bruciato, detersivo per piatti, telo per asciugabiancheria, acqua calda del rubinetto durante la notte.
  • Formaggio bruciato, detersivo per i piatti, acqua calda del rubinetto per un’ora.

Ogni test ha prodotto risultati simili, il cibo bruciato è stato allentato ma in realtà non si è staccato durante il processo di lavaggio/risciacquo come un fango denso come altri metodi. Dopo aver cercato e guardato tutti i video online che riuscivo a trovare, sembrava che questo processo funzionasse in modo diverso per tutti. Nella migliore delle ipotesi, ha aiutato ad allentare lo strato superiore di bruciato sul cibo, risparmiandomi un po’ di olio di gomito. Tuttavia, per ripulirlo ho dovuto ricorrere a un metodo diverso.

Potresti usare questo metodo se non hai tempo per arrivare subito ai piatti. Semmai, inizierà ad allentare il cibo bruciato, rendendo i tuoi sforzi un po’ più facili una volta che sei pronto per arrivare ai piatti. Suggerirei di aumentare il tempo di ammollo e possibilmente aggiungere un secondo o un terzo foglio di asciugatura. Ad ogni modo, stai ancora cercando un bel po’ di tempo di attesa.

Metodo 4: foglio di alluminio + bicarbonato di sodio

Vantaggi: non solo per coprire gli avanzi, il foglio di alluminio è anche uno strumento di pulizia piuttosto efficace che probabilmente è già nella tua credenza.

Come funziona: sciacquare la pentola sporca in acqua calda e scolare. Quindi, cospargere generosamente con 2 cucchiai di bicarbonato di sodio. Aggiungi qualche cucchiaino di acqua calda nella padella per formare una pasta con il bicarbonato di sodio, quindi inizia a strofinare con un pezzo di carta stagnola stropicciata delle dimensioni di una pallina da golf. Continua a strofinare fino a quando tutti i detriti bruciati non si sollevano, quindi risciacqua con acqua calda e sapone per completare la pulizia.

Che cosa è successo: questo metodo ha prodotto risultati piuttosto grandi per noi. Sebbene fosse necessario un piccolo ritocco con bicarbonato di sodio aggiuntivo dopo uno scrub iniziale, siamo rimasti colpiti da quanto bene la pellicola abbia davvero scavato via lo sporco. In definitiva questo metodo è come la versione “deluxe” del metodo bicarbonato + aceto che abbiamo descritto in precedenza. Funziona altrettanto bene ma più velocemente ed efficacemente grazie all’aggiunta della lamina per una maggiore potenza di lavaggio.

Voto: 4/5

Metodo 5: pastiglia per lavastoviglie

Vantaggi: se possiedi una lavastoviglie, probabilmente ne hai già un secchio a portata di mano.

Come funziona: prendi una linguetta della lavastoviglie dal contenitore e risciacqua la padella sporca con acqua calda. Quindi, inizia a strofinare delicatamente la padella sotto l’acqua tiepida con la linguetta della lavastoviglie. Strofina fino a quando tutti i detriti di cibo non si sollevano, quindi risciacqua con acqua tiepida.

Cosa è successo: non potevamo credere a quanto bene funzionasse questo metodo! In meno di 5 minuti abbiamo avuto una padella perfettamente pulita che non ha richiesto ulteriore lavaggio con metodi alternativi. L’acqua tiepida dissolverà gradualmente la pastiglia mentre sfreghi e aiuterà la pastiglia a mantenere la sua forma piuttosto che sbriciolarsi immediatamente tra le dita. L’unico aspetto negativo di questo metodo è che abbiamo usato due pastiglie per lavastoviglie intere per pulire una padella sporca. Pertanto, questo metodo potrebbe diventare costoso. Tuttavia, è così efficace che riteniamo che valga la pena spendere.

Voto: 5/5

Come pulire pentole bruciate: Conclusioni

Sebbene tutti questi metodi siano efficaci per rimuovere i residui dalle padelle, secondo noi le pastiglie per lavastoviglie sono state l’innegabile vincitrice. Anche se non possiamo garantire altre marche di pastiglie per lavastoviglie, prevediamo che sarebbero ugualmente efficaci nel sollevare grasso e cibo bruciato.

Mentre la pastiglia per lavastoviglie era il nostro metodo autonomo preferito, pensiamo che gli altri siano tutte ottime opzioni, in particolare il foglio di alluminio + bicarbonato di sodio.

Articolo correlato: Come pulire un forno elettrico correttamente.