Come conservare il succo di mela

Come conservare il succo di mela

Mangiare una mela al giorno toglie il medico di torno, questo prezioso detto dimostra quanto le mele e il succo di mela siano sempre stati importanti per la salute di tutti.

Le mele sono infatti considerate uno dei frutti più sani in circolazione e il loro succo è ricco di vitamine, antiossidanti e sostanze nutritive che combattono, tra l’altro, il cancro, l’asma, l’ipertensione e le malattie cardiovascolari.

E in questo articolo ci concentriamo nella conservazione del succo di mela, per prolungare il sapore e i suoi valori nutrizionali

Preparare il succo di mela

Scelta del tipo di mele

Esistono molte varietà di mele che possono essere utilizzate per fare il succo. Sempre a seconda della varietà, una mela produrrà più o meno succo e richiederà più o meno zucchero. Dovresti anche sapere che è meglio prendere solo mele mature per fare il succo.

Le varietà che sono naturalmente dolci sono preferite per fare il succo di mela, come le mele Gala, Fuji, Pink Lady o McIntosh. Puoi anche decidere di mescolare più tipi di mele, in modo da ottenere un succo unico e inimitabile.

Qualunque sia la varietà di mela che si sceglie di utilizzare, si consiglia vivamente di utilizzare la mela intera, tranne ovviamente il torsolo e i semi, ma qui pensiamo principalmente alla buccia, che è la parte più importante del frutto, perché contiene tutte le vitamine.

Preparazione del succo di mele

Esistono diversi modi per fare il succo di mela: puoi decidere di fare succo di mela fresco, succo di mela in bottiglia, succo di mela zuccherato o non zuccherato, concentrato o non concentrato, ecc.

Se vuoi fare il succo di mela in grandi quantità e conservarlo per diversi mesi, lo premi con uno spremimele e poi puoi decidere se filtrarlo, che produrrà un succo limpido e più puro; oppure lasciarlo torbido, che può essere meno piacevole in bocca, ma permette di conservare tutte le vitamine e i sali minerali, che tendono a scomparire con il processo di filtrazione.

Se vuoi preparare il succo di mela fatto in casa in piccole quantità, la tecnica utilizzata è abbastanza semplice. Ci si può infatti accontentare di circa 1 chilo di mele, togliere il cuore e soprattutto i semi che sono tossici, quindi cuocerle fino ad ottenere una specie di composta. Successivamente si filtra la composta, che vi permetterà di conservare solo il succo e il gioco è fatto.

Conservare il succo di mela

Il succo di mela fresco si conserva in frigorifero solo per 2 o 3 giorni, dopodiché inizierà il processo di fermentazione.

Ci sono due tecniche principali per mantenerlo più a lungo. La prima soluzione è congelare il succo di mela, o in un sacchetto ermeticamente chiuso o in una scatola di cartone.

Una seconda soluzione è pastorizzare il succo di mela, che può essere facilmente conservato per un periodo compreso tra 6 e 12 mesi. Attraverso la pastorizzazione, gli organismi presenti nel succo, che lo fermentano, verranno distrutti.

Succo di mela industriale

Se preferisci consumare succo di mela industriale, ti troverai di fronte a un’ampia scelta nei negozi, tra quelli biologici, quelli che contengono zucchero o cannella, ecc.

Per fare una scelta consapevole si consiglia di prendersi il tempo necessario e di guardare ai valori nutrizionali presenti e soprattutto di prestare attenzione alla quantità di zucchero contenuta nel succo (massimo 20 g per 250 g), oltre che la presenza di dolcificanti artificiali come l’aspartame o il sucralosio, che provocano un gusto delizioso, ma che sono troppo dolci per la salute.

Dovresti sapere che i succhi di mela industriali non sono consigliati per un consumo regolare, ma piuttosto sporadico. I succhi industriali, infatti, sono poveri di tutto ciò che contiene il succo di mela fatto in casa, vale a dire di vitamine, fibre, antiossidanti e sali minerali. Inoltre, troppo spesso contengono troppo zucchero, che aumenta il colesterolo, il diabete, l’obesità e gli incidenti cardiovascolari.

Congelare il succo di mele

Tagliare la parte superiore di un cartone vuoto di succo di frutta, inserire un sacchetto di polietilene all’interno, riempire con il succo, legare la parte superiore del sacchetto e congelare.

Una volta congelato, il sacchetto può essere rimosso dalla scatola e hai un mattone di succo, che può essere impilato nel congelatore.

Un piede cubo conterrà più di cinque galloni. Il succo può essere congelato per mesi senza alcuna apprezzabile perdita di sapore.

A quali frutti associare il succo di mela

Alcuni frutti e cibi possono essere mescolati con il succo di mela per produrre deliziose bevande ad alto contenuto vitaminico. Ad esempio, il succo di mela può essere abbinato a fragole e banane, pompelmo e limone, sedano e menta, ecc.

Infine, il succo di mela è un succo facile da combinare secondo i propri desideri e gli alimenti che si hanno a disposizione e si possono creare facilmente le proprie ricette.

Benefici alla salute

Il succo di mela contiene molta vitamina C, fibre, ferro e altri nutrienti, che gli consentono di essere benefico per la salute in generale, ma anche per combattere la stitichezza in particolare, per purificare il fegato, per migliorare la circolazione sanguigna, per aiutare le persone che soffrono di malattia di Alzheimer, per migliorare l’asma e altre malattie respiratorie e anche per la perdita di peso.

Ovviamente, per sfruttare al massimo tutti i benefici del succo di mela, è meglio non aggiungere additivi o conservanti, ma questo significa anche che deve essere bevuto fresco e quindi dura solo 2 o 3 giorni al fresco.

Precauzioni d’uso

Anche se mangiare una mela al giorno è considerato benefico per la tua salute e il succo di mela stesso è estremamente buono per la tua salute, come discusso sopra, ci sono alcuni principi a cui prestare attenzione.

Per quanto riguarda il succo di mela fresco, più ne bevi, più avrà effetti diuretici. Per quanto riguarda il succo di mela industriale, che tende a contenere zucchero e additivi, si consiglia di non berne più di 2 bicchieri al giorno, perché può ad esempio tendere a formare carie.

Articoli correlati:

Preferenze Privacy