Come coltivare un albero di mele

Di cosa hai bisogno per coltivare un albero di mele

Devo ammettere che quando qualcuno dice: “Immagina un albero”, immagino un melo, e quando dice “Pensa a un frutto”, la mia mente salta subito alle mele. Ha senso pensare che coltivare meli sia un’arte del giardinaggio. Parte di quell’amore e di quell’attrazione deriva dall’essere cresciuto in un vecchio meleto.

All’epoca mi arrampicavo per lo più sugli alberi, mangiavo i frutti e, purtroppo, osservavo gli ultimi sopravvissuti soccombere lentamente alla vecchiaia, fino a quando non ho imparato a conservare le mele per l’inverno. Al giorno d’oggi riesco a piantare spesso nuovi alberi e mi occupo di quelli che producono frutti regolarmente.

La ricerca e l’apprendimento regolari mi danno una comprensione ancora migliore di ciò che serve per far crescere un albero di mele, ed è proprio quello a cui daremo un’occhiata oggi. La coltivazione di meli può sembrare scoraggiante, ma è un investimento gratificante. Iniziamo.

Come la maggior parte delle piante da frutto, le mele vogliono tutto il sole possibile per crescere al meglio. Avranno bisogno di almeno sei ore di sole ogni giorno, preferibilmente in un luogo dove vengono risparmiati dal sole estivo del tardo pomeriggio.

I meli faranno del loro meglio quando vengono piantati in un terreno ben drenato che non si bagni troppo. Non dovrebbero mai essere piantati in zone basse o bagnate; questo è un lavoro per salici e cipressi calvi! Una posizione ideale sarebbe un pendio settentrionale o orientale, con il melo piantato vicino alla cima in una posizione soleggiata. Hai il tuo sole e il tuo drenaggio, e questo è un buon inizio.

Pianta gli alberi di mela distanti tra loro

come coltivare un albero di mele
Distanziare gli alberi di melo per coltivarli al meglio.

Troverai due tipi di meli: la varietà nana e la varietà a grandezza naturale. Ci sono vantaggi e svantaggi per entrambe le dimensioni. Gli alberi nani sono più piccoli e più contenuti. Molti sono ideali per la coltivazione a spalliera.

La loro produzione di frutta è in genere piccola, ma occupano molto meno spazio nel cortile rispetto alle cultivar più grandi. Puoi anche inserire più alberi in un’area, fornendo una gamma più ampia di gusti e periodi più lunghi di disponibilità di frutta. Sono anche più facili da raccogliere.

Sfortunatamente, gli alberi nani tendono ad avere radici più deboli. Sono più suscettibili ad essere spazzati via durante forti venti e possono persino ribaltarsi sotto un pesante raccolto di frutta. Assicurati di far crescere questi alberi nani con una recinzione o con un supporto adeguato.

Gli alberi a grandezza naturale non hanno gli stessi problemi con le loro radici, ma sono più grandi e quindi richiedono più spazio. In cambio di una resa significativa, dovrai usare scale e fermagli per potare questi alberi e un raccoglitore di frutta come questo disponibile da Amazon per raccogliere la maggior parte delle mele.

In confronto, i meli nani sono ideali per un giardiniere occasionale o per qualcuno che non è incline a fare potature estese. Gli alberi a grandezza naturale sono per il coltivatore più serio, o quello con lo spazio e l’inclinazione per lavorare su queste piante più grandi.

Quanto devono essere distanti gli alberi

Buona domanda. Ogni albero ha esigenze di spaziatura diverse, ma in generale, gli alberi nani dovrebbero essere piantati da quattro a otto piedi di distanza. Gli alberi a grandezza naturale necessitano di distanze comprese tra quindici e diciotto piedi per fornire spazio sufficiente per crescere.

Per impollinarsi a vicenda, pianta a non più di 15 metri di distanza. Come SEMINARE i semi di MELA raccolti dal frutto? Ci spiega tutto in questo video il canale YouTube Nel Mondo del Giardinaggio, buona visione.

Articolo correlato: Come conservare la macedonia.