Come essiccare le mele

Come essiccare le mele

Le mele essiccate sono uno spuntino sano, genuino e versatile, perfetto per avere un’alternativa gustosa ai soliti snack confezionati. L’essiccazione consente di conservare a lungo tutte le preziose proprietà delle mele. Questi frutti sono una fonte naturale di vitamina C, antiossidanti e fibre, utili per rinforzare le difese immunitarie e contrastare l’invecchiamento cellulare.

Le mele essiccate si possono portare facilmente in borsa o in ufficio per una carica energetica salutare. Prepararle in casa è semplice: basta affettare le mele, eliminando la parte centrale, e farle disidratare. In poche ore otterremo delle chips di mela fragranti e profumate, da conservare in sacchetti e gustare quando vogliamo. Vediamo nel dettaglio i migliori metodi per preparare le mele essiccate in casa.

Come essiccare le mele al sole

L’essiccazione delle mele al sole è un metodo antico che permette di ottenere chips di mela naturali e nutrienti. Per prima cosa scegliamo mele bio mature e sode. Laviamole e rimuoviamo il torsolo, poi affettiamo finemente. Disponiamo le fette su griglie o vassoi e lasciamole al sole per 2-4 giorni, proteggendole di notte.

Giriamo di tanto in tanto le fette di mela per agevolare l’uniforme essiccazione ed evitare che si scuriscano. Copriamole con un telo traspirante, per preservarle da insetti. Quando risultano essiccate ma ancora morbide, riponiamole in barattoli di vetro. Otterremo delle fragranti chips di mela fatte in casa, da gustare come snack o per arricchire yogurt, dolci e muffin.

Come essiccare le mele al forno

Scegliamo mele biologiche non trattate, le laviamo, eliminiamo il torsolo e affettiamo finemente. Disponiamo le fettine su una teglia rivestita di carta forno senza sovrapporle. Inforniamo a 80°C per 6-8 ore, girando le fette ogni due ore per uniformare l**’essiccazione**. Se vogliamo, cospargiamo con un po’ di cannella.

Quando saranno dorate e croccanti, sforniamo e lasciamo raffreddare. Conserviamole poi in barattoli di vetro. Con la cottura a bassa temperatura, le mele essiccate in forno mantengono intatte le proprietà nutritive e il sapore delizioso. Uno snack sano, genuino e versatile!

Quali sono le varietà di mele migliori da utilizzare per essiccare al forno?

Le varietà di mele più adatte per l’essiccazione al forno sono:

  • Golden Delicious: molto dolci, asciugano bene mantenendo un bel colore giallo vivo.
  • Gala: sapore delicato, polpa consistente che si essicca senza diventare spugnosa.
  • Fuji: polpa croccante che rimane tale anche dopo l’essiccazione, sapore dolce.
  • Pink Lady: leggermente acidule, mantengono un bel colore rosato.
  • Granny Smith: sapore fresco e acidulo, textura croccante. Ottima scelta.
  • Honeycrisp: molto succose e dolci, si essiccano bene.

Meglio evitare varietà molto farinose come Red Delicious o McIntosh, tendono a diventare gommose.

Leggi anche:

Allergia alle mele: Cause, sintomi e trattamento

Come essiccare le mele al microonde

L’essiccazione delle mele in microonde è un metodo pratico e veloce per ottenere chips di mela fragranti tutto l’anno. Come prima cosa scegliamo mele non trattate. Laviamole, rimuoviamo il torsolo e affettiamole finemente con la buccia. Adagiamo le fettine su un piatto forato per microonde distanziate tra loro. Cuociamo alla potenza più bassa per 5-6 minuti. Giriamo le fette a metà cottura per uniformare l’essiccazione. Proseguiamo finché risulteranno dorate e croccanti.

Facciamo raffreddare completamente le chips di mela prima di riporle in un contenitore ermetico. Si conservano per settimane. Il microonde asciuga rapidamente le mele preservandone le sostanze nutritive. Otterremo in pochi minuti uno snack delizioso, sano e genuino da gustare tutto l’anno.

Come essiccare le mele con il disidratatore alimentare

La prima cosa da fare è sbucciare le mele, eliminiamo il torsolo e affettiamo sottilmente con la mandolina. Disponiamo le fettine sui vassoi del disidratatore senza sovrapporle. Impostiamo la temperatura tra 50 e 60°C e lasciamo essiccare per 6-10 ore. Durante l’essiccazione, rimescoliamo di tanto in tanto per agevolare l’asciugatura omogenea.

Grazie al controllo preciso di temperatura e ventilazione, il disidratatore mantiene intatte le sostanze nutritive delle mele. Otterremo chips croccanti e fragranti da consumare tutto l’anno come snack o per arricchire ricette. Basterà conservarle in barattoli di vetro in un luogo fresco e asciutto. Il disidratatore è il metodo migliore per gustare le proprietà delle mele sempre a portata di mano!

Come reidratare le mele essiccate

Per reidratare le mele essiccate e renderle morbide come appena raccolte, è sufficiente metterle in ammollo in acqua o succo di frutta per almeno 2 ore. L’immersione in liquido permette alle mele disidratate di assorbire nuovamente l’acqua persa durante l’essiccazione. Si possono lasciare le fette di mela essiccata in ammollo tutta la notte in frigorifero, avendo cura di coprire il recipiente.

In alternativa, è possibile portare a ebollizione acqua o succo di mela e spegnere il fuoco, quindi immergere le fette per 15-20 minuti finché non saranno diventate tenere. Dopo la reidratazione, le mele essiccate tornano morbide e succulente, pronte per essere consumate al naturale o utilizzate nelle preparazioni dolci e salate. In questo modo potremo gustare tutte le proprietà di questi frutti in ogni momento dell’anno.

Quanto tempo si conservano le mele disidratate

Le mele essiccate, se adeguatamente conservate, possono durare a lungo senza alterarsi. La rimozione dell’acqua rallenta i processi degradativi e fermentativi. Le mele disidratate intere ben sigillate in contenitori o sacchetti, possono durare 6-12 mesi se tenute in un luogo fresco, asciutto e privo di luce.

Anche congelate, le mele essiccate possono conservarsi per 8-10 mesi. Prima di consumarle, è bene reidratarle in acqua o succo per renderle più morbide. L’importante è proteggere adeguatamente le mele disidratate da umidità, calore e luce, che ne comprometterebbero la conservazione. In questo modo potremo gustare il sapore e le proprietà di questi frutti per diversi mesi dopo la raccolta.

Letture correlate:

Preferenze Privacy