Come si fa a togliere l’amaro alle olive

Se le olive verdi sono ancora troppo amare, potete immergerle nuovamente in acqua e soda. In questo modo si attiva più rapidamente il processo di deamarizzazione. Si utilizza la soda caustica, che deve essere maneggiata con cura.

Inoltre, come vanno conservate le olive dopo l’apertura? Un barattolo o un sacchetto di olive aperto può essere conservato per 2 o 3 settimane nella zona fredda del frigorifero, a condizione che le olive siano immerse nella loro salamoia di base (o in un bagno di olio d’oliva) e che non si introducano briciole o altri alimenti che potrebbero ammuffire.





Come togliere l’amarezza dalle olive verdi

Le olive sono alla base della dieta mediterranea, che è stata collegata a una ridotta incidenza di malattie cardiovascolari, morbo di Alzheimer e altre condizioni. Tuttavia, le olive appena raccolte sono molto amare e richiedono la concia o la lavorazione per renderle appetibili, utilizzando molta acqua e, a volte, sostanze chimiche aggressive.

Le olive verdi sono gustose e raffinate, ma è importante prepararle bene in modo che non siano più amare. Ecco i trucchi per togliere l’amaro alle olive verdi!



Da dove viene l’amarezza delle olive?

Le olive contengono due acidi che le conferiscono un amaro che le rende inadatte al consumo senza preparazione:

  • Acido oleico: è la presenza di questo acido che classifica l’olio come extravergine.
  • Acido oleopicrinico: è molto acido ed è noto anche come oleuropeina o oleuropeoside.

È quindi fondamentale preparare adeguatamente le olive appena raccolte effettuando la decantazione per togliere l’amaro a questo frutto. Esistono diversi tipi di processi per rimuovere con successo il sapore.



Come togliere l’amaro dalle olive con la cenere

Questa tecnica è ancora a volte utilizzata. Prepariamo quindi quello che chiamiamo detersivo: la cenere di legno viene mescolata con potassa e soda. Viene poi mescolato con una grande quantità di acqua e poi fatto bollire. Quindi, dopo 6 minuti, l’acqua cinerea viene raffreddata e fatta passare attraverso un filtro per rimuovere i residui.

Questa acqua filtrata servirà per mettere in ammollo le olive per una settimana. Mescolare regolarmente il composto. Alla fine della settimana, risciacquare abbondantemente e quindi utilizzare le procedure di conservazione.



Rimuovere l’amaro dalle olive con l’acqua

L’addebito viene effettuato in un grande contenitore riempito d’acqua. L’acqua va cambiata ogni giorno per 15 o 20 giorni a seconda del tipo di olive. Per controllare che l’oliva non sia più amara, basta assaporarla regolarmente. Una volta terminato il processo, le olive devono essere sgocciolate e avviato il processo di conservazione.

Trucco per togliere l’amaro dalle olive

Se trovi che le tue olive verdi sono ancora troppo amare, puoi esercitarti a immergerle nuovamente in acqua e soda. Questo attiverà il processo di addebito più velocemente. Usiamo quindi il bicarbonato di sodio da maneggiare con cura. Ecco la ricetta:

  • 10 kg di olive verdi
  • 450 ml di detersivo
  • 7 litri di acqua dolce

Pulite bene le olive e mettetele in un grande contenitore di plastica. Con il detersivo non devi assolutamente usare il metallo.

Coprire con acqua e lasciare in ammollo per circa 2 ore ma non di più. Sciacquare le olive con acqua pulita e metterle in un secchio di acqua pulita.

Per 7 giorni, devi sciacquarli due volte al giorno e coprirli ogni volta con acqua pulita.

Articoli correlati: