Come conservare le olive

Come conservare le olive

Le olive sono i frutti dell’ulivo, pianta tipica delle regioni del sud Italia. Contengono antiossidanti, vitamina E e grassi monoinsaturi benefici per la salute. Si distinguono in olive verdi, più amarognole, e olive nere dal sapore più dolce. Dopo la raccolta si possono conservare per gustarle tutto l’anno in vari modi: in salamoia, sotto sale o sott’olio.

Ogni metodo permette di mantenere a lungo il sapore e le proprietà delle olive, sia verdi che nere. Vedremo quindi come conservarle al meglio per averle sempre a disposizione da aggiungere alle pietanze o da gustare come snack salutare.

Olive in salamoia

Le olive si possono conservare a lungo in salamoia, una soluzione di acqua e sale che ne permette la conservazione.

Per preparare le olive in salamoia:

  • Si scelgono olive sane e ben mature.
  • Si fanno deporre in acqua e sale per 40 giorni, cambiando la soluzione ogni 5-7 giorni.
  • Si prepara la salamoia bollendo 1 litro di acqua con 100g di sale.
  • Si versano le olive nei vasetti sterilizzati con aromi a piacere.
  • Si ricopre con la salamoia bollente e si chiudono ermeticamente i vasetti.
  • Dopo circa un mese le olive in salamoia sono pronte per essere gustate.

Conservate in questo modo si mantengono intatte a lungo, preservando il sapore e le proprietà nutritive.

Olive sotto sale

Le olive nere si possono conservare sotto sale, un metodo antico che ne preserva a lungo sapore e proprietà. Per prepararle:

  • Sciacquare bene le olive e asciugarle.
  • Disporle in vasetti di vetro alternandole con strati di sale grosso. L’ultimo strato deve essere di sale.
  • Chiudere ermeticamente e conservare al buio in luogo fresco per almeno 20 giorni.

Il sale assorbe l’umidità delle olive che si conservano croccanti. Quando appaiono grinzose, sciacquarle, asciugarle e condirle con olio, aglio e peperoncino prima di riporle in barattoli puliti. Le olive sotto sale si mantengono a lungo preservando il gusto intenso che le contraddistingue.

Olive sott’olio

Le olive sott’olio sono un modo gustoso e aromatico per conservarle a lungo. Per prepararle:

  • Sciacquare e asciugare bene le olive.
  • Disporle con sale nei barattoli e lasciar riposare 10 giorni.
  • Sciacquare di nuovo, condirle con aromi a piacere come aglio, peperoncino, erbe.
  • Coprire con olio d’oliva fino all’orlo e chiudere i vasetti.
  • Dopo 10 giorni di riposo sono pronte per essere gustate.

Ricordarsi di controllare il livello dell’olio e aggiungerne se necessario. Le olive sott’olio aromatizzate si conservano a lungo, mantenendo intatte tutte le proprietà nutritive e il sapore mediterraneo.

Come conservare le olive in frigo

Si possono conservare in frigorifero seguendo alcuni accorgimenti per evitare che si formino muffe o vadano a male:

  • Per le olive sott’olio, controllare il livello ed eventualmente aggiungere olio fino a ricoprirle del tutto.
  • Utilizzare contenitori o barattoli ermetici che garantiscano la chiusura e non permettano entrata d’aria.
  • Verificare sempre che non si formino muffe sulla superficie.
  • Consumare entro pochi giorni dall’apertura.
  • Non conservare troppo a lungo in frigo dopo l’apertura.

Seguendo queste semplici indicazioni, è possibile mantenere le olive in frigorifero per alcuni giorni preservandone il sapore e la consistenza.

Si possono congelare le olive?

Il congelamento è possibile anche per le olive, permettendone la conservazione per alcuni mesi senza comprometterne la qualità. Per congelarle correttamente ed evitare che la panatura esterna si secchi e si rompa, è consigliabile:

  • Chiuderle in appositi sacchetti per congelatore, preferibilmente in nylon.
  • Eliminare più aria possibile dai sacchetti prima di sigillarli.
  • Congelare a una temperatura costante di -18°C.
  • Non scongelare e ricongelare più volte.

Seguendo questi semplici accorgimenti, le olive si possono congelare e conservare fino a 2 mesi mantenendo intatte le caratteristiche organolettiche. Dopo lo scongelamento risulteranno sane e saporite come appena acquistate.

Letture correlate:

Preferenze Privacy