Come conservare le olive in acqua e sale

Come conservare le olive in acqua e sale: La guida definitiva

Abbiamo già parlato in questo articolo di come si conservano le olive, ora è giunto il momento di descrivere come conservare le olive in acqua e sale. Ma partiamo dall’inizio… Se sei abbastanza fortunato da avere degli ulivi, potresti aver considerato di mangiare uno dei frutti direttamente dal ramo solo per scoprire che c’è una grande differenza tra l’oliva su un albero, e l’oliva nel tuo piatto. Questo perché le olive che ci piacciono sono essenzialmente sottaceti. Che siano immerse nell’olio o in una salamoia, le olive diventano veramente commestibili solo dopo la stagionatura.

Il frutto crudo è pieno di oleuropeina ( clicca qui se vuoi sapere cosa sia ), un composto amaro che deve essere rimosso prima di mangiare le olive. Tra i vari metodi di polimerizzazione, inclusi polimerizzazione in oliopolimerizzazione in acquapolimerizzazione in salamoiapolimerizzazione a secco (sale), e polimerizzazione con liscivia, i più semplici per i principianti sono la polimerizzazione con acqua e salamoia (che è essenzialmente stesso processo del decapaggio). Dopo la stagionatura, le olive vengono messe in una salamoia.

Come scegliere le migliori olive verdi per conservarle in acqua e sale

Quando acquisti olive verdi fresche per la salamoia, tieni presente quanto segue:

  • Non dovrebbero essere danneggiati. È perfetto se le olive vengono raccolte a mano.
  • Dovrebbero sembrare abbastanza solidi. Non usare olive mollicce.
  • Non dovrebbero essere troppo mature. Se hai intenzione di mettere in salamoia le olive verdi, assicurati che siano verdi. I colori più scuri mostrano che le olive sono più mature. Puoi trovare le migliori olive verdi a fine settembre e ottobre.

Mio padre dice che è molto importante raccoglierli dall’albero con le mani in modo che non siano danneggiate le olive e i relativi ramoscelli, per la prossima raccolta. Se ci sono olive che cadono a terra e danneggiate, queste vengono conservate separatamente e portate negli oleari. I produttori vendono i loro raccolti migliori ai mercati aperti e il resto viene trasformato in olio d’oliva.

Leggi anche: Come togliere il sapore di amaro dalle olive.

Come salare le olive a casa

Ecco come mettere in salamoia le olive: Hai mai messo le verdure in salamoia a casa? Sai che è semplicissimo. Questa ricetta richiede un processo simile. Senza aceto però. La ricetta prevede solo acqua e sale, con tre semplici passaggi 

come conservare le olive in acqua e sale 1 1024x670 1

Prepara le olive

Lavare molto bene le olive sott’acqua e poi schiacciare le olive. Puoi usare un martello, il fondo di un barattolo (proprio come fa la mamma), o semplicemente una pietra come si usavano fare i nostri nonni. Cerca di non schiacciarli o danneggiare il loro seme.

Un altro metodo per preparare le olive verdi per la salamoia è quello di tagliarle con un coltello. Non è il mio metodo preferito, però penso, che le olive rimangano più sode quando spaccate.

Immergere le olive in acqua per rimuovere l’amarezza

Mettete le olive in un barattolo grande o in barattoli più piccoli separati. Versaci sopra dell’acqua fredda e assicurati che siano tutti coperti. È una buona idea appesantirli con qualcosa come un piattino o delle foglie di vite (è quello che fa mia madre).

Lasciali riposare per 10 giorni, cambiando l’acqua almeno una volta al giorno durante questo periodo. Per cambiare l’acqua, scolate le olive, rimettetele nel barattolo e riempitele nuovamente con acqua fredda. Dopo dieci giorni, assaggia una delle olive e continua a cambiare l’acqua per un’altra settimana se è ancora troppo amara.

È semplicemente la combinazione di acqua e sale. La mamma non misura mai il loro rapporto, ma io utilizzo il metodo dell’uovo ( in questo articolo come si conservano le uova ). Metti l’acqua in una pentola. Aggiungere un po’ di sale e mescolare bene. Metti un uovo crudo integro in quell’acqua. Se l’uovo galleggia, hai il giusto rapporto. Se non galleggia, aggiungi altro sale e prova di nuovo.

Mettete le olive stagionate in vasetti piccoli o in uno grande. Riempite i barattoli con la salamoia in modo che le olive siano completamente ricoperte. Mettici sopra una garza per evitare che l’aria tocchi le olive. Coprite i barattoli con i loro coperchi e lasciate riposare per circa una settimana. Saranno pronti da mangiare dopo questo processo.

Quanto tempo si possono conservare le olive in salamoia?

Puoi tenerli per più di un anno in un luogo lontano dalla luce solare. Non vanno a male in poco tempo. Grazie al sale possono rimanere freschi e sodi a lungo nel tempo.

come conservare le olive in acqua e sale 2

Come preparare le olive in salamoia per poterle mangiare

Non puoi mangiare le olive direttamente dall’albero. Non sono commestibili a meno che tu non li curi. Non è nemmeno una buona idea mangiarli direttamente dal barattolo dopo il processo di salatura. Probabilmente le troverai troppo salate. La soluzione migliore per eliminare il sale in eccesso è mettere a bagno le olive in acqua prima di mangiarle.

Quindi prendi tutte le olive di cui hai bisogno dal barattolo usando una schiumarola. Mettetele in una ciotola e versateci sopra dell’acqua fredda. Risciacquare e ripetere per alcune volte. Infine lasciate riposare le olive in acqua per 15 minuti e scolate. Cospargere con una generosa quantità di olio d’oliva e servire. Il mio modo preferito di mangiare le olive verdi, è immergere un po’ di pane nell’olio d’oliva, e poi mangiare poche olive alla volta.

Nota: il resto delle olive può rimanere nel barattolo per alcune settimane. Puoi rimuovere le olive da esso ogni volta che ne hai bisogno.

Articolo correlato: Come conservare le olive.