Come fare olio di oliva in casa

L’estrazione dell’olio d’oliva viene solitamente effettuata in grandi unità. Tuttavia, questo può essere fatto anche in una piccola configurazione. Ecco alcuni semplici metodi per fare l’olio d’oliva in casa.

Gli antichi greci chiamavano l’olio d’oliva oro liquido, e giustamente. L’olio d’oliva viene estratto dal frutto dell’olivo, una coltura arborea tradizionale del bacino del Mediterraneo. L’olio è così popolare che attualmente oltre 750 milioni di ulivi sono coltivati ​​in tutto il mondo, principalmente per l’estrazione dell’olio e una quantità minima è destinata al consumo di frutta.

L’uso delle olive nere o verdi, dopo che sono state fermentate o conciate con liscivia o salamoia, è popolare nella dieta mediterranea.

Poiché il consumo di olio d’oliva è aumentato a causa dei vantaggi che offre, l’estrazione ora avviene su larga scala. Per la sua estrazione vengono applicate pratiche tradizionali e industriali.

Una volta che sai come fare l’olio d’oliva in casa, puoi sempre essere sicuro della sua purezza.





Come spremere l’olio di oliva

L’olio d’oliva ha praticamente sostituito altri oli nella cucina di molte persone grazie ai suoi benefici per la salute. Davvero potrebbe essere più sano solo se stai estraendo l’olio d’oliva da solo.

Fare olio d’oliva fatto in casa significa anche che puoi controllare quale tipo di oliva viene utilizzato, il che significa che puoi adattare il gusto al tuo palato. Ti interessa fare l’olio dalle olive? Continua a leggere per imparare a spremere l’olio d’oliva.

Informazioni sulla produzione di olio d’oliva in casa

L’olio d’oliva prodotto commercialmente richiede attrezzature grandi e personalizzate, ma con pochi investimenti è possibile produrre l’olio d’oliva in casa. Ci sono un paio di modi per fare l’olio dalle olive a casa, ma le basi per estrarre l’olio d’oliva rimangono le stesse.

Per prima cosa devi ottenere olive fresche sia che provengano dai tuoi ulivi o da olive acquistate. Assicurati solo di non usare le olive in scatola. Quando si produce l’olio dalle olive, il frutto può essere maturo o acerbo, verde o nero, anche se questo cambierà il profilo aromatico.



Una volta ottenute le olive, occorre lavare bene il frutto e rimuovere eventuali foglie, rametti o altri detriti. Quindi, se non si dispone di un frantoio (un’attrezzatura un po’ costosa ma ne vale la pena se si intende rendere l’estrazione dell’olio d’oliva una costante), è necessario snocciolare le olive usando un denocciolatore per ciliegie/olive, un’operazione che richiede tempo.

Ora è il momento del divertimento/lavoro di estrarre l’olio d’oliva.

Come spremere l’olio d’oliva

Se hai un frantoio, tutto ciò che devi fare è mettere le olive lavate nel frantoio e voilà, il frantoio fa il lavoro per te. Non c’è bisogno di prima snocciolare le olive. Se non hai una pressa, anche una macina funzionerà magnificamente.

Se snocciolare le olive sembra essere troppo faticoso, puoi usare dei magli per pestare le olive in una pasta ruvida. Proteggi il tuo piano di lavoro con un involucro di plastica prima di iniziare a romperlo. Se non avete il torchio mettete le olive denocciolate in un frullatore di buona qualità. Aggiungi un po’ di acqua calda ma non bollente mentre mescoli per aiutare a formare una pasta morbida.



Mescolare energicamente la pasta di olive con un cucchiaio per qualche minuto per aiutare ad estrarre l’olio dalla sansa o dalla polpa. Coprire il composto di olive e lasciarlo riposare per dieci minuti. Mentre riposa, l’olio continuerà a fuoriuscire dalla pasta di olive.

Estrazione dell’olio d’oliva

Metti uno scolapasta, un setaccio una ciotola e foderalo con una garza. Versare il contenuto del frullatore nella garza. Raccogliere le estremità e spremere i liquidi dai solidi, l’olio dalle olive. Appoggia la garza arrotolata sul fondo dello scolapasta e appesantiscila con qualcosa di pesante oppure adagia una ciotola all’interno dello scolapasta sopra la garza e riempila con fagioli secchi o riso.

Il peso aggiuntivo in cima alla garza aiuterà a estrarre più olio. Ogni cinque o dieci minuti premere il peso per rilasciare più olio dalla pasta di olive. Continuare con l’estrazione per 30 minuti. Al termine, scartare la purea di olio d’oliva. Dovresti avere l’olio nella prima ciotola.



Lasciare riposare per alcuni minuti in modo che l’acqua più pesante affondi e l’olio d’oliva galleggi verso l’alto. Usa un bastoncino di tacchino o una siringa per aspirare l’olio.

Metti l’olio in un contenitore di vetro scuro e conservalo in un luogo fresco e asciutto per due o quattro mesi. Utilizzare il prima possibile, tuttavia, poiché l’olio d’oliva fatto in casa non si conserva fino a quando viene prodotto commercialmente.

Articoli correlati: