Allergia alle mele: Cause, sintomi e trattamento

Allergia alle mele

L’allergia alle mele è una condizione comune che colpisce molte persone. Si tratta di una reazione del sistema immunitario a una proteina presente nelle mele che può causare sintomi che vanno da lievi a gravi. I sintomi più comuni di un’allergia alle mele includono prurito o gonfiore delle labbra, della lingua e della gola, eruzioni cutanee, nausea, vomito, diarrea e difficoltà respiratorie.

Nei casi più gravi, l’allergia alle mele può causare anafilassi, una reazione allergica pericolosa per la vita. Le persone con allergia alle mele dovrebbero evitare qualsiasi prodotto contenente mele, come succhi di frutta, dolci, salse e persino prodotti cosmetici o di igiene personale che potrebbero contenere estratti di mele.

Queste reazioni possono essere associate ad altre allergie alimentari, come il grano, il caffè, i peperoni e le melanzane. La gestione delle allergie alimentari richiede una dieta consapevole e l’eliminazione degli allergeni per evitare spiacevoli conseguenze sulla salute.

Fortunatamente, l’allergia alle mele può essere diagnosticata tramite test cutanei o analisi del sangue. Inoltre, le persone con questa allergia possono gestirla evitando accuratamente le mele e portando con sé farmaci come antistaminici o adrenalina autoiniettabile in caso di reazioni gravi.

Con la giusta consapevolezza e precauzioni, coloro che soffrono di allergia alle mele possono condurre una vita normale.

Cos’è l’allergia alla mela?

L’allergia alla mela è una reazione avversa alle mele. L’allergia alla mela è spesso osservata nei pazienti con febbre da fieno causata da ontano di betulla e polline di nocciolo. Questo è noto come sindrome orale allergica (OAS). Le persone allergiche alle mele possono anche sperimentare una reattività crociata con altri frutti e verdure, come pere, pesche e ciliegie.

Perché si è allergici alla mela?

L’allergia alle mele è causata da una reazione del sistema immunitario a proteine specifiche presenti nella polpa e nella buccia della mela. In particolare, queste proteine vengono chiamate proteine di trasferimento dei lipidi a basso peso molecolare o LTP. Le mele producono naturalmente le LTP per proteggersi dai parassiti e dagli insetti.

Tuttavia, il sistema immunitario di alcune persone può scambiare erroneamente queste LTP delle mele per pollini ed altre sostanze allergeniche. Ciò porta il sistema immunitario a reagire in modo eccessivo e a rilasciare istamina ed altre sostanze infiammatorie, causando i classici sintomi allergici che vanno dal prurito al gonfiore, fino ad arrivare in rari casi anche a reazioni anafilattiche potenzialmente pericolose per la vita.

Quindi, l’allergia alle mele è dovuta ad una risposta immunitaria esagerata verso proteine che la mela produce naturalmente come difesa, ma che il corpo scambia per allergeni.

Sintomi dell’allergia alla mela

  • Gonfiore e prurito delle labbra e della gola
  • Prurito / occhi gonfi
  • Rinite allergica
  • Sistemi di asma come respiro sibilante e difficoltà respiratorie

Raramente l’allergia alla mela causa sintomi più gravi come l’anafilassi. Tuttavia, se sospetti di avere un’allergia alla mela, è importante visitare un allergologo per una corretta diagnosi e trattamento.

Diagnosi di allergia alla mela

Un’allergia alla mela può essere diagnosticata attraverso un test cutaneo. Durante uno skin prick test, una piccola quantità di estratto di mela viene posta sulla pelle e viene praticata una piccola puntura attraverso l’estratto. Un allergologo può anche testare se sei allergico al polline. Se nel sito appare una protuberanza rossa, sollevata e pruriginosa, probabilmente sei allergico alle mele.

Mangiare una mela è il metodo più accurato per diagnosticare un’allergia alla mela. In questo test, all’individuo viene data una piccola quantità di mela da mangiare e la reazione viene monitorata. Se si verifica una reazione allergica, conferma un’allergia alla mela.

Sebbene questo test fornisca accuratezza, può essere pericoloso. Ecco perché dovrebbe essere fatto solo in un ambiente clinico. Un medico dovrebbe solo fare una diagnosi, poiché l’autodiagnosi può provocare una reazione grave.

Trattamento per l’allergia alla mela

Quando si affronta l’allergia alle mele, l’approccio chiave è l’evitamento, ma esistono soluzioni per gestire i sintomi. La maggior parte dei casi è di lieve entità e risponde bene agli antistaminici, da tenere sempre a portata di mano. Talvolta, è necessario un trattamento più robusto e qui i farmaci da banco entrano in gioco, anche se è possibile ottenere prescrizioni per una gestione mirata.

Nei casi in cui l’asma è coinvolto, un’allergia allergologo può raccomandare corticosteroidi inalatori. È di fondamentale importanza seguire i consigli e le direttive del professionista della salute, poiché ogni individuo reagisce diversamente. Gestire l’allergia alle mele richiede un approccio olistico e personalizzato, utilizzando una combinazione di strategie preventive e terapeutiche per vivere al meglio con questa sensibilità alimentare.

Approfondimento:

Preferenze Privacy