Come conservare la pasta per pizza

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come conservare la pasta per pizza (i modi migliori e cosa evitare)

Come conservare l’impasto della pizza a lungo? Se leggerai la guida gentilmente offerta dagli amici di SEMPLICE.US ( Streat Food Artigianale Della Pizza ), riuscirai a mantenere l’impasto per pizza a lungo senza alterare il sapore. È sempre bello poter preparare il cibo in anticipo, rendendo i pasti più veloci e più facili da realizzare. Tuttavia, la pizza è sicuramente uno di quei cibi che ha un sapore migliore quando è appena uscita dal forno. Quindi come puoi preparare la pizza in anticipo facendola comunque avere un sapore super fresco? Basta fare l’impasto in anticipo! Ci sono alcuni modi in cui puoi conservare l’impasto della pizza mantenendolo fresco e delizioso. Conserva la tua pasta per pizza nel modo giusto e potrai preparare velocemente una pizza, cuocendola su richiesta, in qualsiasi momento!

Conservare la pasta per pizza sul bancone

Durante la fermentazione, di solito si conserva l’impasto della pizza a temperatura ambiente sul bancone. Un impasto per pizza standard viene spesso lasciato 1-2 ore. L’impasto della pizza napoletana, invece, viene fatto fermentare a temperatura ambiente per 8-12 ore. La differenza è la quantità di lievito. Meno lievito contiene l’impasto, più a lungo puoi lasciarlo a temperatura ambiente prima che si surriscaldi. Se il tuo impasto fosse stato lasciato a temperatura ambiente, ad esempio sul bancone della tua cucina, il lievito continuerebbe a dilatare l’impasto, provocando una fermentazione eccessiva e dandogli un cattivo sapore. Se lasciato a temperatura ambiente, il lievito crescerà per un po’ e poi morirà.

Se cuocete l’impasto della pizza con lievito inattivo, non lieviterà poiché tutta la potenza del lievito è già stata utilizzata. Invece, l’impasto sarebbe solo una crosta dura, gommosa, solida e poco appetitosa. Quindi, la lezione è che se vuoi conservare l’impasto della pizza, deve essere raffreddato per evitare che il lievito cresca troppo velocemente.

Quanto dura la pizza sul bancone?

Un normale impasto per pizza può stare fuori sul bancone per 2-4 ore, mentre un impasto per pizza alla napoletana con meno lievito può rimanere fuori fino a 24 ore.

Come conservare la pasta per pizza a temperatura ambiente

L’impasto della pizza deve essere conservato in un contenitore ermetico o coperto con pellicola trasparente. In questo modo, l’impasto non si seccherà e creerà una superficie dura e asciutta. È anche una buona idea spennellare la pasta e il contenitore con olio d’oliva. Questo aiuterà ulteriormente la superficie ad asciugarsi, oltre a facilitare l’uscita dal contenitore quando stai per fare la pizza.

Quando prepari l’impasto della pizza, ti consiglio di fare prima un impasto grande e puoi ovviamente raddoppiare o triplicare la tua ricetta. Quindi lasciarlo per 1-2 ore, in un contenitore oliato, come descritto sopra. Prima di creare palline di pasta più piccole e in porzioni. Quindi lascialo per un’altra ora per tutta la notte, a seconda del tipo di impasto della pizza che stai facendo.

Conservazione dell'impasto per pizza nel frigorifero

Conservare l’impasto della pizza in frigorifero è ottimo se vuoi farlo in anticipo o se hai un po’ di pasta rimanente dopo aver cotto la pizza. È anche buono per la fermentazione lenta, per sviluppare un sapore migliore e più complesso. Dopo aver fatto lievitare una volta l’impasto e diviso in palline delle dimensioni di una crosta di pizza (mini o grande), avvolgere bene l’impasto in un contenitore ermetico. Puoi semplicemente mettere l’impasto in un contenitore di plastica con un coperchio oppure puoi avvolgere l’impasto direttamente nella pellicola. È anche facile mettere l’impasto in un grande sacchetto con cerniera, premere l’aria fuori dal sacchetto e sigillarlo.

Una volta avvolto, l’impasto può andare dritto in frigo. L’impasto della pizza si conserva per circa 2 settimane in frigorifero. Quando sei pronto per usare l’impasto, toglilo dal frigo, scartalo e mettilo sul bancone o in una ciotola leggermente infarinata. Coprite l’impasto senza comprimerlo e poi lasciate che raggiunga la temperatura ambiente. Per una palla di pasta, ci vorranno circa 30 minuti. Arrotolare l’impasto, quindi aggiungere i condimenti preferiti e infornare!

Qui puoi trovare diversi suggerimenti per la conservazione di ortaggi, pronti per essere utilizzati per mettere in forno una ottima pizza.

Quanto tempo può rimanere la pizza in frigorifero?

Puoi conservare l’impasto della pizza in frigorifero fino a due settimane. Conservare l’impasto della pizza in frigorifero rallenterà la fermentazione, ma non interromperà completamente il processo. Pertanto, dovresti regolare la quantità di lievito se prevedi di lasciare l’impasto in frigorifero per un periodo di tempo prolungato. Anche se puoi lasciarlo per un massimo di due settimane, ti consiglio di congelare l’impasto se non hai intenzione di usarlo entro 7 giorni, perché può sovrastimare. 

Conservazione della pizza in frigorifero per esaltare il sapore

Conservare l’impasto della pizza in frigorifero è un ottimo modo per esaltarne il sapore. Rallentando la fermentazione, il lievito mangerà gli zuccheri e rilascerà CO2 a un ritmo lento e costante. Questo creerà composti aromatici più complessi rispetto a una rapida lievitazione. Di solito lascio il mio impasto in frigo per 3-5 giorni. Ho provato questa tecnica per creare la consistenza perfetta, combinata con un sapore delizioso. Funziona meglio per un’impasto della vera pizza italiana, con meno lievito. Se non avete mai provato la fermentazione lenta, vi consiglio di ridurre un po’ la quantità di lievito. Ciò rallenterà ulteriormente il processo di fermentazione e aiuterà a prevenire l’eccessiva impermeabilizzazione.

Conservazione dell'impasto per pizza nel congelatore

Conservare l’impasto della pizza nel congelatore è molto simile a conservarlo in frigorifero. Avrai bisogno di avvolgere strettamente l’impasto in un contenitore ermetico per evitare che si secchi. Quindi, metti l’impasto porzionato nel congelatore fino a quando non sei pronto ad usarlo. L’impasto della pizza si conserva in freezer per circa 3 mesi.

Quando sei pronto per usare la tua pasta per pizza surgelata, dovresti spostarla dal congelatore al frigorifero per lasciarla scongelare durante la notte. Quindi, togli l’impasto scongelato dal frigorifero e scartalo. Sposta l’impasto su una superficie leggermente infarinata, copri leggermente e lascia che raggiunga la temperatura ambiente. Una volta riscaldato, arrotolare o allungare l’impasto.

Quanto tempo può restare la pizza nel congelatore?

Quando l’impasto della pizza viene conservato nel congelatore, il processo di fermentazione si interrompe completamente. Puoi quindi lasciare il tuo impasto molto più a lungo nel congelatore che nel frigorifero. L’impasto della pizza durerà tre mesi nel congelatore.

Come conservare la pasta per pizza nel congelatore

Come per la conservazione della pizza a temperatura ambiente o in frigorifero, consiglio di lasciare l’impasto per almeno 1-2 ore a temperatura ambiente prima di lavorarlo. Quindi dividerlo in singole palline di pasta delle dimensioni di una porzione, prima di metterle in contenitori ermetici. Anche i sacchetti a chiusura lampo sono un’ottima opzione, poiché richiedono meno spazio nel congelatore. Quando utilizzerai l’impasto, rimuovilo dal congelatore e lascialo in frigorifero a scongelare per una notte. Quindi, tiralo fuori dal frigo almeno 30 minuti prima di cuocere la pizza. Come puoi vedere, è abbastanza facile conservare l’impasto della pizza. L’impasto cuocerà perfettamente, non importa se è stato congelato o semplicemente refrigerato per alcuni giorni.

Il video sottostante è stato estrapolato dal canale YouTube di andrewadsl, dove il maestro Bonci spiega come avviene la tecnica di congelazione della pizza.

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Come conservare il prezzemolo: 3 modi per mantenerlo fresco Se sei un amante del prezzemolo come me, ecco tre semplici metodi su come conservare il prezzemolo al meglio, in modo da poterlo utilizzare fino all’ultimo rametto. Metodo n. 1:…
Cosa sono i tartufi e come si coltivano Contenuti dell’articolo Da non confondere con i fantasiosi bocconcini di cioccolato con lo stesso nome, i tartufi sono funghi sotterranei coltivati ​​in terreni calcarei vicino alle radici di latifoglie come la…
Di cosa hai bisogno per coltivare un albero di meme Contenuti dell’articolo Devo ammettere che quando qualcuno dice: “Immagina un albero”, immagino un melo, e quando dice “Pensa a un frutto”, la mia mente salta subito alle mele. Ha…
Il modo migliore per conservare l’olio d’oliva L’olio d’oliva è un alimento base che usiamo quotidianamente e, indipendentemente dal fatto che tu abbia un normale olio di oliva acquistato al supermercato o una bottiglia di olio di oliva del…
Conservare conservare e congelare la polenta In questo articolo che ha lo scopo di essere una guida definitiva su come conservare la polenta, vi spiego come mantenere in casa al meglio la polenta, lasciando inalterato il suo sapore. Il…
Vuoi scoprire come conservare gli spinaci in modo che rimangano freschi tutta la settimana? Siete venuti nel posto giusto! Ecco suggerimenti, trucchi e trucchi per conservare questo verde frondoso sano e fresco per giorni!…

Contenuti dell'articolo