Come conservare le mandorle

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Conservare correttamente le mandorle per mantenerle fresche e sicure

Le mandorle sono uno spuntino fantastico e un complemento ideale per una dieta sana. Le mandorle sono ricche di sostanze nutritive, comprese fibre e proteine , e sono piuttosto gustose. Tuttavia, se sei un fan delle mandorle, potresti aver notato che possono ammuffire e finire per avere un sapore davvero cattivo, se si verifica questa situazione, è consigliabile non mangiare le mandorle. Dunque, come conservare le mandorle a lungo mantenendole fresche? La soluzione è semplice, e tutto ciò di cui hai bisogno sono alcuni suggerimenti per una corretta conservazione.

Il modo giusto per conservare le mandorle

Le mandorle sono ricche di grassi omega-3 e monoinsaturi, motivo per cui fanno bene a una dieta sana per il cuore. Ma quei grassi iniziano a irrancidire se le mandorle vengono esposte all’ossigeno presente nell’aria, soprattutto a temperatura ambiente. L’olio rancido rende le mandorle con un cattivo sapore. Le mandorle guaste non sono velenose, e i grassi non hanno più proprietà benefiche. È possibile che il grasso rancido possa contribuire ad avere problemi di salute cronici se consumato spesso. Quindi, quando le mandorle hanno un cattivo sapore, è il momento di buttarle. Le mandorle durano più a lungo delle altre noci perché contengono alcuni antiossidanti fitochimici che proteggono le noci. Questi antiossidanti sono buoni anche per le persone. 

Suggerimenti rapidi per conservare correttamente le mandorle

Per conservare le mandorle naturali intere per un massimo di due anni senza perdite significative di qualità, tenerle in condizioni di oscurità, freschezza e asciutto con temperatura inferiore a 4 gradi, e livelli di umidità relativa inferiori al 65 %. Poiché sono ricche di olio e grassi monoinsaturi (buoni per una dieta sana e un cuore sano) le mandorle possono facilmente irrancidire a causa dell’esposizione alla luce e al calore.

Puoi congelare le mandorle! Le mandorle naturali possono essere conservate nel congelatore fino a due anni, mentre le mandorle tostate possono essere conservate nel congelatore fino a un anno. Conserva le mandorle in contenitori di plastica ermetici per alimenti, sacchetti di plastica per congelatore o sacchetti sottovuoto. Ciò aiuta a ridurre la formazione di cristalli di ghiaccio e a proteggerli dalla “bruciatura da congelamento”.

Se si conservano le mandorle a temperatura ambiente, la conservazione ermetica impedisce alle mandorle di assorbire odori o odori forti se esposte per un periodo di tempo prolungato. Ad esempio, se le mandorle vengono conservate in una ciotola sul bancone accanto alle banane, inizieranno ad avere un sapore davvero simile alle banane. Infine, per il meglio di entrambi i mondi, prova a conservare le mandorle in frigorifero. Avranno una durata di conservazione più lunga, ma non saranno troppo freddi quando le mangi per uno spuntino veloce.

Poiché le mandorle hanno benefici per la salute , sono versatili nelle ricette e sono semplicemente deliziose, scommettiamo che le mandorle nella tua cucina non dureranno a lungo perché le consumerai velocemente! 

Informazioni utili: Impara a piantare e raccogliere un mandorlo

Coltivate già nel 4.000 a.C., le mandorle sono originarie dell’Asia centrale e sud-occidentale e furono introdotte in California nel 1840. Le mandorle ( Prunus dolcis ) sono apprezzate per l’uso in caramelle, prodotti da forno e confezioni e per l’olio trasformato dalla noce. Queste drupacee dei mandorli in crescita hanno anche fama di aiutare in una serie di malattie fisiche e sono usate nei rimedi popolari per tutto, dal trattamento del cancro ai calli alle ulcere. Per quanto popolari siano, che ne dici di coltivarli nel giardino della tua casa?

Quando si coltivano mandorle, è utile sapere che gli alberi non tollerano il terreno eccessivamente umido e sono estremamente sensibili al gelo primaverile. Crescono in inverni miti e umidi ed estati calde e secche in pieno sole. Se la tua regione non rientra in questi parametri, è improbabile che un mandorlo produca frutti. Inoltre, pochissime varietà di mandorle sono autofertili e quindi necessitano di impollinazione incrociata per la produzione di frutta, quindi dovrai piantare almeno due alberi. Se lo spazio le la coltivazione è ridotto, puoi persino piantarne due piante nella stessa buca, in cui gli alberi cresceranno insieme e si intrecciano, consentendo ai fiori di impollinarsi. Il mandorlo ha radici profonde e dovrebbe essere piantato in terriccio sabbioso profondo, fertile e ben drenante. Un’applicazione di azoto e fertilizzante organico aiuterà la crescita. Questi alberi hanno requisiti elevati di azoto (N) e fosforo (P). Per piantare il mandorlo, scavare una buca più ampia che profonda e assicurarsi che le radici si adattino facilmente alla profondità del buco, quindi annaffiare profondamente. Potrebbe essere necessario picchettare l’albero se vivi in ​​una zona ventosa, ma rimuovi i paletti dopo circa un anno per consentire all’albero una crescita adeguata.

Cura dei mandorli

La cura del mandorlo varia a seconda della stagione. Nella stagione invernale o dormiente, i mandorli in crescita dovrebbero essere potati (dicembre / gennaio) per favorire la crescita, occorre rimuovere eventuali rami secchi o malati . Pulisci l’area  intorno all’albero per eliminare i vermi e spruzza del veleno per uccidere la piralide del ramoscello di pesca. Durante la stagione della fioritura primaverile, la cura dei mandorli dovrebbe includere la fertilizzazione con del letame, annaffiata e arricchisci il terreno con piccole dosi di azoto. L’irrigazione a goccia dovrebbe essere fatta ogni giorno. Gli alberi stabilizzati possono avere una irrigazione settimanale in assenza di pioggia e possono richiedere annaffiature aggiuntive durante i periodi di siccità. Inoltre, se l’albero è piantato in un terreno poco profondo o sabbioso, avrà bisogno di più acqua. Durante l’estate, continuare a irrigare e a concimare.

La raccolta delle mandorle

La raccolta del frutto del mandorlo avviene dopo che gli scafi si sono spaccati e il guscio diventa secco e di colore marrone. Le mandorle hanno bisogno di 180-240 giorni affinché le noci maturino, in cui la noce (embrione e guscio) si è asciugata fino al minimo contenuto di umidità. Per raccogliere le mandorle, scuotere l’albero, quindi separare i gusci dalla noce. Congela le mandorle per una o due settimane per uccidere i vermi residui e poi conservale in sacchetti di plastica.

Come far crescere un mandorlo a costo zero

Nel video sottostante estrapolato dal canale YouTube di: L’Arca delle idee – Stefano Gullotta, è possibile reperire ottimi consigli per la coltivazione del mandorlo a costo zero.

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Come conservare e congelare gli gnocchi Conservare e congelare correttamente gli gnocchi, consente la conservazione fino a sei settimane. In questo articolo ti spiegheremo come conservare e congelare gli gnocchi correttamente, se vuoi imparare, continua a leggere. La domanda…
Di cosa hai bisogno per coltivare un albero di meme Contenuti dell’articolo Devo ammettere che quando qualcuno dice: “Immagina un albero”, immagino un melo, e quando dice “Pensa a un frutto”, la mia mente salta subito alle mele. Ha…
Scopri dove e come conservare i peperoni per mantenerli freschi più a lungo durante tutto l’anno e prolungarli durante la stagione di crescita. Sia che il tuo giardino stia esplodendo di peperoni o ne hai acquistati una grande quantità…
Coltivare pomodori è un compito divertente e gratificante, che si traduce in masse di pomodori freschi e nutrienti che hanno un sapore migliore di qualsiasi cosa si possa acquistare nei negozi. …
Come conservare le carote nel miglior modo per mantenerle fresche. Ci sono molti motivi per avere sempre le carote a portata di mano: sono uno degli ingredienti migliori per fare un brodo, dunque è importante sapere come mantenere le…
Come conservare i cornetti “croissant” Pasta sfoglia ricoperta di burro, i cornetti in genere non hanno bisogno di essere conservati troppo a lungo perché sono difficili da evitare di mangiare. Ma se sei abbastanza fortunato da avere un lotto,…

Contenuti dell'articolo

Lascia un commento