Come conservare il prosciutto

Come conservare il prosciutto correttamente

Che sia Natale, Pasqua o qualche altra occasione speciale, il prosciutto è un ottimo piatto, e oggi ti spieghiamo come conservare il prosciutto correttamente. Ma non tutti i prosciutti saranno adatti a te: ecco altro da sapere sulla selezione e sulla conservazione del prosciutto.

Cos’è un prosciutto?

Un prosciutto è la coscia posteriore di un maiale e questo vuol dire, che è stato messo in salamoia e cotto. Questi prosciutti saranno etichettati come “pronto da servire” o “pronto da mangiare”. Questo è diverso dai cosiddetti prosciutti “freschi”, che sono non salati e non stagionati e sono fondamentalmente solo cosce di maiale crude.

Fortunatamente, è quasi impossibile acquistarne uno per caso. La maggior parte dei prosciutti nei supermercati sono pronti da mangiare e sono disponibili sia disossati che con osso.

In ogni caso, nonostante quanto discusso di seguito, segui le istruzioni di conservazione del prosciutto che acquisti e usa anche il tuo buon senso culinario. Se un prosciutto è stato refrigerato al momento dell’acquisto (che sia in scatola o altro), è logico che dovrai refrigerarlo anche quando lo porterai a casa.

Selezione di un prosciutto con l’osso

I prosciutti con osso sono generalmente migliori, a causa dell’umidità e del sapore aggiunti dall’osso (che risulta essere l’osso della coscia insieme a parte dell’osso pelvico) e il fatto che è un’intera coscia di prosciutto rispetto ai ritagli di prosciutto che sono modellati insieme, come nel caso di molti prosciutti disossati.

Un prosciutto con osso arriverà sia intero che mezzo prosciutto. Un intero servirà fino a 20 persone. Un mezzo prosciutto può servire fino a 10 persone ed è disponibile come metà superiore o “testa”, che è più magra e tenera, o la metà inferiore o “stinco”, che è più dura e grassa, ma più saporita.

Puoi anche trovare un prosciutto semi disossato che include solo l’osso della coscia, ma non l’osso pelvico. Questi sono più facili da affettare. Se non sei sicuro delle tue capacità di affettare, un prosciutto affettato a spirale è un prodotto conveniente, poiché la maggior parte del taglio è già fatto per te (e si scaldano più velocemente).

Conservare un prosciutto con l’osso

I prosciutti con l’osso devono essere refrigerati e puoi conservarli in frigorifero nella loro confezione originale per un massimo di una settimana. Potete anche congelarli fino a tre mesi, anche se con la consueta perdita di qualità che deriva dal congelamento.

Una volta aperto, puoi conservarlo in frigorifero per un massimo di tre giorni prima di servirlo o congelarlo. Ricordati di conservare l’osso per fare il brodo di prosciutto!

Selezione di un prosciutto disossato

Esistono due tipi di prosciutto disossato: i prosciutti disossati avvolti in carta stagnola o avvolti in plastica sono sezioni di prosciutto di forma ovale, spesso un quarto (superiore o inferiore, all’interno o all’esterno del muscolo della coscia) che sono state rimosse dall’osso. Questi sono a volte non affettati e talvolta affettati a spirale. Se stai cercando di servire un bel prosciutto, sia come piatto principale che per panini o tagliere di affettati, questa è una buona scelta.

L’altro tipo di prosciutti disossati sono i prosciutti in scatola, che non sono intere sezioni di muscolo, ma piuttosto sono costituiti da vari pezzi più piccoli di carne di prosciutto che vengono pressati insieme e modellati in una forma. I prosciutti di gastronomia sono di solito questo tipo di prosciutto. Se stai usando il tuo prosciutto tritato in qualche forma o come ingrediente in un altro piatto, questa varietà dovrebbe andare bene.

Conservare il prosciutto dissosato

I prosciutti in scatola sono stabili e possono essere conservati in una credenza fresca o in una cantina fino a un anno. In ogni altro caso, i prosciutti disossati vanno conservati in frigorifero, dove si conservano fino a una settimana prima di doverli servire o congelare. Si conservano in freezer per un mese.

Tieni presente che puoi conservare un prosciutto in scatola in frigorifero, il che non ne allungherà necessariamente la vita, ma potrebbe darti un po’ di tranquillità. Non è necessario congelare un prosciutto in scatola.

Prosciutti di campagna

L’ultimo tipo principale, ma il tipo meno comune di prosciutto sono i cosiddetti prosciutti di campagna, che sono salati ed essiccati all’aria, ma non cotti. I prosciutti di campagna devono essere conservati a temperatura ambiente per un massimo di due mesi.

Questo probabilmente non è il tipo di prosciutto che stai pensando di servire, ma se acquisti un prosciutto di campagna, puoi congelarlo fino a un mese, di nuovo, con la prevista perdita di qualità.

Si può congelare il prosciutto?

Quando si tratta di riunioni di famiglia (soprattutto durante le vacanze), un prosciutto cotto gigante è spesso il fulcro della tavola. Ma se ti ritrovi con molti avanzi e non vuoi che vadano sprecati, puoi congelare il prosciutto cotto? La risposta breve è sì.

Congelare il prosciutto è un ottimo modo per assicurarti di non sprecare questa deliziosa carne, che sia fresco, cotto o affettato, abbiamo le informazioni su come congelare il prosciutto in modo che duri più a lungo e abbia un ottimo sapore quando è il momento di mangiarlo.

Come congelare il prosciutto

Fresco, cotto, stagionato, campagnolo: ci sono tanti tipi di prosciutto. Qualsiasi tipo di prosciutto può essere congelato, ma può essere difficile determinare il modo migliore per congelare il prosciutto. Se il prosciutto non è aperto, puoi congelarlo nella sua confezione originale. Per congelare il prosciutto avanzato (intero o a fette), ecco alcuni suggerimenti da seguire:

  • Assicurati che il prosciutto sia freddo e asciutto (per evitare che si formino cristalli di ghiaccio).
  • Avvolgere in un involucro di plastica o in un sacchetto per congelatore e quindi coprire ermeticamente con un foglio di alluminio resistente.
  • Metti il ​​prosciutto avvolto in un altro sacchetto per il congelatore o un contenitore. Questo aiuterà a prevenire le bruciature da congelamento.

Maggiore è la qualità del prosciutto, meglio si congela. Per sapere che stai acquistando un prosciutto di qualità superiore, evita le etichette che leggono “acqua aggiunta” o menzioni contenenti “prodotto a base di acqua”. I prosciutti senza acqua manterranno meglio la consistenza originale dopo lo scongelamento.

Congelare il prosciutto con più acqua può produrre cristalli di ghiaccio. Questo crea una consistenza più vellutata nel prosciutto quando viene scongelato.

Per quanto tempo puoi congelare un prosciutto?

Tecnicamente, il congelamento del prosciutto lo manterrà al sicuro a tempo indeterminato, ma potrebbe non avere un buon sapore dopo anni di permanenza nel congelatore. Per determinare quanto dura e quanto mantiene la sua qualità il prosciutto congelato, ecco una tabella indicativa:

  • Prosciutto crudo, crudo, fresco: 6 mesi
  • Prosciutto crudo, crudo, cotto: da 3 a 4 mesi
  • Prosciutto crudo stagionato (a fette o intero): da 3 a 4 mesi
  • Prosciutto cotto intero, non aperto: da 1 a 2 mesi
  • Prosciutto cotto intero: da 1 a 2 mesi
  • Fette cotte, metà o prosciutto tagliato a spirale: da 1 a 2 mesi
  • Prosciutto cotto campagnolo: 1 mese
  • In scatola, stabile, aperto (non congelare il prosciutto in scatola non aperto): da 1 a 2 mesi
  • Prosciutto crudo, prosciutto di Parma o serrano, prosciutto secco tipo italiano o spagnolo, affettato: 1 mese

Scongelare il Prosciutto

Dopo aver congelato il prosciutto, il tempo di scongelamento dipenderà dalle dimensioni e dal tipo di prosciutto. Dare ai formati più grandi almeno 2 o 3 giorni per scongelare gradualmente in frigorifero.

Una volta scongelato, utilizzalo nelle tue ricette di prosciutto preferite.

Articolo correlato: Come conservare la carne.