Come conservare il salame

Come conservare il salame: Introduzione

Come conservare il salame? Prima di descrivere la nostra guida, facciamo una piccola premessa sui salami. Il salame è un insaccato stagionato spesso utilizzato come carne a pranzo su panini o aggiunto a piatti cotti come la pizza.

Che si acquisti un salame intero, duro o già affettato, una volta tagliato il salame intero o aperta la confezione, il salame diventa un bersaglio per i batteri.

I batteri di origine alimentare possono causare intossicazione alimentare, anche se non sono presenti batteri, il sapore del salame diminuisce una volta aperta la confezione.

Che sia al ristorante o in ambito domestico, mangiare in sicurezza è fondamentale: di solito non si conoscono le regole per la conservazione dei salumi, siano essi interi o affettati, quindi capire alcune semplici regole e saperle mettere in pratica, permette di evitare disturbi alimentari come ad esempio una intossicazione.

In questo articolo puoi imparare a conservare al meglio il salame per evitare rischi e sprechi alimentari, di cui, su questo argomento, noi siamo molto attenti. Insieme vedremo qual è l’ambiente ideale per conservare correttamente il salame dopo l’apertura e l’affettatura, nonché le differenze nella conservazione delle tipologie di salumi e relativi condimenti, o le differenze nel caso dei salumi spalmati e affettati.

Molti utenti hanno letto: Come conservare la carne con il sale.

Come conservare i salumi

La famiglia dei salumi possono essere conservati in tanti modi, la differenza è sempre il tipo di salame acquistato, e il metodo di conservazione varia a seconda di come viene prodotto dal caseificio il salame acquistato.

Ad ogni tipo di salume corrisponde un diverso metodo di conservazione. Esistono, fortunatamente, regole generali da seguire per conservare al meglio i tuoi salumi.

  • Fattore umidità: Questo standard ci permette di distinguere tra i salumi che sono ancora molto umidi dopo la stagionatura e i salumi che hanno un’umidità inferiore. I prodotti che sembrano più morbidi sono naturalmente più deperibili;
  • Salumi da spalmare: Il metodo di conservazione dei salumi da spalmare, è diverso dagli altri insaccati. Questa, infatti, deve essere conservata in frigorifero per un massimo di 30 giorni;
  • Stagionati: Considerando che tale salame è una pancetta non deperibile, va conservata. Dopo l’apertura, il salame a lunga stagionatura può essere conservato in frigorifero per una settimana;
  • Affettati e frigorifero: Una volta aperti, la carne già affettata inizia subito ad ossidarsi, quindi, è consigliabile conservarli in frigorifero fino a un massimo di 7 giorni.

Lo scopo della nostra guida sulla conservazione del salame, consiste nel non far alterare le proprietà fisico-chimiche del salame, questo vuol dire metterli al riparo dal deterioramento alimentare, per un uso e una alimentazione sana e senza rischi salutari.

Come conservare il salame correttamente

Lasciare il salame nella confezione originale fino al momento di utilizzarlo tutto o in parte. Mettilo in frigorifero.

Avvolgere le confezioni aperte di salame in fogli di carta oleata. Nastro la carta oleata chiusa o posizionare il salame avvolto in un contenitore di plastica per alimenti.

  • Lasciare il salame nella confezione originale fino al momento di utilizzarlo tutto o in parte. Mettilo in frigorifero.
  • Avvolgere le confezioni aperte di salame in fogli di carta oleata. Nastro la carta oleata chiusa o posizionare il salame avvolto in un contenitore di plastica per alimenti.
  • Conservare il salame tipo pranzo in frigorifero per tre-cinque giorni. Conservare il salame duro affettato in frigorifero per un massimo di due settimane.
  • Congela il salame duro affettato per una conservazione più lunga. Avvolgere in un involucro di plastica o riporre in un contenitore per alimenti. Il salame si conserva fino a sei mesi in freezer.

Consiglio sulla conservazione del salame

Il salame venduto come carne da pranzo pre-affettata spesso contiene più umidità rispetto a un salame duro, il che riduce il tempo in cui può essere conservato in sicurezza.

Un ceppo di salame secco non confezionato e non affettato può essere conservato a temperatura ambiente per un massimo di sei settimane o refrigerato in modo sicuro per un massimo di sei mesi.

Smaltire sempre salame e altre salsicce se hanno una crescita visibile di muffe, sono scolorite o producono un odore sgradevole.

Articolo correlato: Come conservare il prosciutto.

Leave a comment