Come coltivare il rosmarino

Come coltivare il rosmarino e quando si pianta

Il rosmarino è un’erba versatile, e dona tutto l’anno, foglie profumate per l’uso in cucina e fiori ricchi di nettare per le api in primavera. Coltiva il rosmarino lungo un sentiero, così ogni volta che lo spazzoli, le foglie rilasciano i loro oli aromatici. Proveniente dal Mediterraneo, il rosmarino prospera in un luogo soleggiato e riparato in un terreno ben drenato. 

Può lottare in terreni argillosi pesanti, soprattutto in inverno, quando il terreno tende ad essere più umido. Puoi coltivare il rosmarino in vaso, ma tieni presente che questa erba perenne può crescere in abbondanza e avrà bisogno di essere invasata nel terriccio fresco ogni due anni.

Coltiva il rosmarino in un terreno ben drenato in pieno sole. Le giovani piante possono soffrire se le loro radici si trovano nel terreno umido in inverno, quindi è una buona idea coltivare il rosmarino in un contenitore per un paio d’anni prima di piantare in giardino. Tagliare ogni anno per evitare che la pianta diventi legnosa e pacciamare in autunno con muffa fogliare, compost ben decomposto o letame.

Nome comuneRosmarino
Nome botanicoSalvia rosmarino
FamigliaLamiacee
Tipo di piantaErba, perenne
Misure180 cm altezza – 120 cm larghezza
Esposizione solarePieno sole
Tipo di terrenoSabbioso, argilloso, ben drenato
PH del suoloAcido, neutro (da 6,0 a 7,0)
Tempo di fiorituraPrimavera estate
Zona nataleMediterraneo
Tabella riassuntiva del rosmarino

Come piantare il rosmarino e quando piantare

Come piantare il rosmarino
Rosmarino coltivato a terra.

È meglio piantare il rosmarino in primavera quando il clima si è riscaldato e non c’è gelo nelle previsioni. I contenitori al chiuso generalmente possono essere avviati in qualsiasi periodo dell’anno.

Selezione di un sito di impianto

Questa pianta ha bisogno di un luogo soleggiato con terreno con drenaggio netto. Assicurati che nessun albero o arbusto più alto nell’area sia così vicino da far ombra al rosmarino. Il rosmarino cresce bene anche in contenitori sia all’aperto che al chiuso, purché riceva abbastanza luce.

Spaziatura, profondità e supporto

Spazio arbusti di rosmarino ad almeno 60/70 cm di distanza. Piantare piantine e piante da vivaio alla stessa profondità a cui stavano crescendo nel loro precedente contenitore. I semi dovrebbero essere appena coperti di terra durante la semina. Una struttura di supporto in genere non è necessaria per questo arbusto.

Cura delle piante di rosmarino

Il rosmarino preferisce il pieno sole , il che significa almeno sei ore di luce solare diretta nella maggior parte dei giorni. Una finestra esposta a sud è l’ideale per la crescita indoor e spesso sono necessarie luci di crescita per fornire luce supplementare. Porta le piante d’appartamento all’esterno quando fa caldo per consentire loro l’accesso alla luce solare naturale.

Terreno e irrigazione

Un terreno sabbioso o argilloso ben drenante è il migliore per il rosmarino. Non tollera bene l’argilla pesante e i terreni umidi. Un PH del terreno da leggermente acido a neutro è l’ideale.

Gli arbusti di rosmarino hanno una buona tolleranza alla siccità una volta che sono maturi, ed è meglio sott’acqua piuttosto che inondarli. Lascia asciugare i primi pochi centimetri di terreno tra un’annaffiatura e l’altra, quindi annaffia in modo che il terreno sia uniformemente umido ma non inzuppato.

Coltivazione del rosmarino: Temperatura, umidità, fertilizzante e impollinazione

Questo arbusto ama il clima caldo e livelli di umidità moderati. La maggior parte delle varietà di rosmarino non possono sopravvivere a temperature inferiori a 30 gradi, ma hanno una buona tolleranza al calore . Preferiscono temperature comprese tra 55 gradi e 80 gradi. Inoltre, un’elevata umidità può portare a marciume e problemi di funghi, soprattutto se non c’è abbastanza circolazione d’aria intorno alla pianta.

Il rosmarino non è un alimentatore pesante. Mescolare il compost nel terreno al momento della semina può aiutare a dare all’arbusto un inizio sano. Quindi, utilizzando un fertilizzante liquido bilanciato, seguendo le istruzioni dell’etichetta, continuerà a promuovere una crescita di qualità.

Gli arbusti di rosmarino si autoimpollinano e attirano le api e altri impollinatori nel giardino. Porta le piante d’appartamento all’aperto quando fa caldo quando i loro fiori sono aperti per consentire alle fioriture di impollinare naturalmente.

Rosmarino contro lavanda

Rosmarino e lavanda hanno un aspetto simile. Entrambi sono arbustivi con steli legnosi e presentano foglie aromatiche lunghe e sottili. Tuttavia, le piante di rosmarino generalmente crescono più grandi della lavanda. I fiori di rosmarino si formano tra il fogliame mentre i fiori di lavanda si innalzano sopra il fogliame sulle spighe dei fiori. E la lavanda ha un gusto e un aroma più leggeri e floreali del rosmarino.

Raccolta del rosmarino

Il rosmarino può essere raccolto quasi in qualsiasi periodo dell’anno, anche se la primavera e l’estate sono i periodi in cui cresce più attivamente. E le foglie sono più saporite e aromatiche appena prima che la pianta fiorisca. Per raccogliere, usa i potatori per tagliare le punte dello stelo da 10/15 cm.

Usa rametti o foglie di rosmarino fresco in cucina come preferisci. Oppure appendi gli steli capovolti in un’area asciutta, fresca e ben ventilata per l’essiccazione, che dovrebbe richiedere un paio di settimane. Una volta che i gambi sono asciutti, privatele delle foglie e conservatele in un contenitore ermetico in una dispensa.

Come coltivare il rosmarino in vaso

Coltivare questa erba in un contenitore ti consente di portarla in casa durante la stagione fredda. Puoi anche tenere i contenitori su un patio o una terrazza vicino alla tua cucina per un facile accesso durante la cottura. Scegli un vaso leggermente più grande della zolla della pianta.

Assicurati che abbia fori di drenaggio. Un contenitore di argilla non smaltata è la soluzione migliore per consentire all’umidità in eccesso del terreno di evaporare attraverso le sue pareti.

Potatura

Pota il rosmarino se necessario per modellarne la crescita dopo che la pianta ha terminato la fioritura. Ma non potare più di un terzo della pianta alla volta, poiché ciò può stressare l’arbusto e renderlo vulnerabile a malattie e parassiti.

Rosmarino di propagazione

Se desideri propagare la tua pianta di rosmarino, l’opzione migliore è iniziare con una talea. Non solo questo è un modo economico per ottenere una nuova pianta, ma prelevare talee da una pianta matura può aiutare a promuovere una crescita più ramificata e più folta. Il momento migliore per effettuare una talea è in primavera o in estate. Ecco come:

  1. Taglia un pezzo di stelo sano lungo pochi centimetri. Scegli una nuova crescita di legno tenero per ottenere i migliori risultati.
  2. Eliminate le foglie nella parte inferiore del gambo, lasciando almeno cinque foglie.
  3. Immergi l’estremità tagliata nell’ormone radicante.
  4. Pianta la talea in un terriccio umido fuori suolo in un piccolo contenitore con fori di drenaggio.
  5. Posiziona il contenitore in un luogo caldo con luce intensa e indiretta. Nebulizza il taglio ogni giorno e assicurati che il terreno di coltura non si secchi.
  6. In circa due o tre settimane, tira delicatamente lo stelo per verificare la presenza di radici. Se senti resistenza, saprai che le radici si sono sviluppate. Dopodiché, il taglio è pronto per il trapianto.

Come coltivare il rosmarino dai semi

I semi di rosmarino possono essere difficili da germinare e spesso non crescono fedeli alla loro pianta madre. Se desideri provare a coltivare dai semi, pianta molti più semi delle piante che speri di coltivare. Avvia i semi circa tre mesi prima dell’ultima data di gelo prevista per la tua zona in primavera.

Spargeteli in una teglia riempita con il composto di partenza umido, coprendoli appena con il composto. Copri la teglia con un involucro di plastica per intrappolare l’umidità e assicurati che il composto non si asciughi. Non appena compaiono le piantine, rimuovere l’involucro di plastica e posizionare il vassoio in piena luce.

Una volta che le semine sono alte circa 8 cm, possono essere spostate in vasi singoli o all’aperto se il clima è caldo.

Invasatura e rinvaso di rosmarino

Usa un terriccio leggero e ben drenante quando coltivi il rosmarino in un contenitore. Pianifica di rinvasare ogni anno in un contenitore di dimensioni maggiori, usando un terriccio fresco.

Il momento migliore per rinvasare è in primavera. Staccare delicatamente la pianta dal suo precedente contenitore e posizionarla alla stessa profondità in quello nuovo, riempiendolo di terra intorno.

Svernamento

Portare il rosmarino in casa ben prima che sia previsto il gelo nelle previsioni autunnali. Conservalo in una stanza calda e lontano da correnti d’aria o aria secca dalle prese d’aria. Continua a fornirgli almeno sei ore di luce solare al giorno attraverso una finestra luminosa e/o coltiva la luce.

E arretra leggermente durante l’irrigazione, anche se non lasciare che il terreno si asciughi completamente. Una volta che il gelo è fuori dalle previsioni in primavera, la pianta può tornare all’aperto.

Parassiti comuni e malattie delle piante

L’umidità elevata e la scarsa circolazione dell’aria possono provocare l’ oidio , un fungo bianco e polveroso, sulle piante di rosmarino. L’oidio in genere non uccide una pianta, ma la malattia la indebolisce.

Per prevenire l’oidio, assicurati che il terreno della pianta non sia troppo bagnato e fornisci qualche metro di spazio intorno ad esso per il flusso d’aria. Inoltre, fai attenzione agli afidi e agli acari, specialmente sulle piante d’appartamento. Usa un sapone insetticida non appena noti un’infestazione per evitare che si diffonda.

Articolo correlato: Come coltivare le noci.