Come coltivare i pomodori

Come coltivare i pomodori dalla semina alla raccolta

La nostra guida sulla coltivazione dei pomodori ti porta dalla semina dei pomodori alla raccolta. Se stai iniziando le tue piante dai semi, ora è il momento! (primavera). È l’unico modo per godersi varietà di cimelio vecchio stile che di solito non sono disponibili nei vivai di piante. Scopri tutto sulla coltivazione di deliziosi pomodori coltivati ​​in casa!

La coltivazione dei pomodori è spesso lo stimolo per avviare un orto e ogni amante del pomodoro sogna di coltivare il pomodoro: sodo ma succoso, dolce ma piccante, aromatico e senza imperfezioni.

Sfortunatamente, ci sono poche verdure che sono soggette a più problemi dei pomodori. Il trucco per coltivare pomodori dal sapore eccezionale è scegliere le varietà migliori, avviare le piante nel modo giusto e controllare i problemi prima che si verifichino.

Inizia qui con alcuni suggerimenti per la coltivazione del pomodoro testati nel tempo per garantire il tuo diritto di vanteria del pomodoro quest’anno.

Informazioni sulla coltivazione dei pomodori

Le piante di pomodoro sono colture delicate della stagione calda che amano il sole e non sopportano il gelo. È importante non mettere le piante nel terreno troppo presto. Nella maggior parte delle regioni, il terreno non è abbastanza caldo per piantare pomodori all’aperto fino alla tarda primavera.

I pomodori impiegano da 60 giorni a più di 100 giorni per essere raccolti, a seconda della varietà (vedi di più sulle varietà di seguito). A causa delle loro esigenze di stagione di crescita relativamente lunghe (e della data di semina tardiva), la maggior parte dei giardinieri pianta piccole “piante di avviamento” o trapianti invece di semi dopo che il clima si è riscaldato in primavera. Molti coltivatori acquistano i loro trapianti in un vivaio, ma puoi sicuramente coltivare i tuoi semi in casa.

Alcune linee guida sull’acquisto di trapianti:

  • Scegli le giovani piante di pomodoro da un vivaio rispettabile.
  • Le buone piante di avviamento sono corte e tozze con un colore verde scuro e steli dritti e robusti delle dimensioni di una matita o più spessi.
  • Non dovrebbero avere foglie ingiallite, macchie o danni da stress, né fiori o frutti già in corso.

Piantare i pomodori

Seleziona un sito in pieno sole! Nelle regioni settentrionali, sono preferite dalle 8 alle 10 ore di luce solare diretta. Nelle regioni meridionali, una leggera ombra pomeridiana (naturale o applicata, ad esempio, le coperture a file) aiuterà i pomodori a sopravvivere e prosperare. Scava il terreno a una profondità di circa 30 cm e mescola concime invecchiato e/o compost.

Inoltre, scegli uno spazio in cui i pomodori (e i membri della loro famiglia, in particolare melanzane, peperoni e patate) non siano cresciuti negli ultimi due anni.

Quando piantare i pomodori

I pomodori sono piante di lunga stagione e amanti del caldo che non tollerano il gelo, quindi aspetta che il clima si scaldi in primavera.

Se stai iniziando i pomodori dai semi, semina in casa 6 settimane prima dell’ultima data prevista per il gelo primaverile nella tua zona. Seminare semi profondi 1,5 cm in piccoli vassoi. Pianta le piantine all’aperto circa 2 settimane dopo quella data o quando le temperature rimangono nella fascia media di 10 gradi sia di giorno che di notte. Scopri di più nel nostro articolo su ” Pomodori da seme in modo semplice ” per ulteriori suggerimenti.

Se hai una stagione di crescita abbastanza lunga, è anche possibile seminare i pomodori nel terreno del giardino (profondo 1,5 cm), ma non prima che il terreno sia almeno 12 – 13 gradi. Si noti che il terreno a 21° C è ottimale per la massima germinazione entro 5 giorni.

Indurire i pomodori

Se stai acquistando o coltivando le piante iniziali, dovrai “indurire” le piantine per una settimana prima di trapiantarle nel terreno. Mettili all’aperto all’ombra per alcune ore il primo giorno. Aumenta gradualmente questa volta ogni giorno per includere un po’ di luce solare diretta.

Trapianto di pomodori

  • Trapianta le tue piantine (o le tue piante coltivate in vivaio) nel terreno all’aperto dopo che tutto il pericolo di gelo è passato e il terreno è di almeno 15° C.
  • Metti pali o gabbie di pomodoro nel terreno durante la semina. Il picchettamento e l’ingabbiamento mantengono lo sviluppo dei frutti da terra (per evitare malattie e parassiti) e aiutano anche la pianta a rimanere in piedi. Consulta le istruzioni su come costruire paletti, gabbie e supporti per pomodori.
  • Facoltativo: quando trapianti i pomodori, aggiungi una manciata di fertilizzante organico per pomodori o farina di ossa (una buona fonte di fosforo) nella buca. NON applicare fertilizzanti ad alto contenuto di azoto come quelli consigliati per i prati, poiché ciò promuoverà un fogliame lussuoso ma può ritardare la fioritura e la fruttificazione.
  • Quando pianti le piantine, pizzica alcune delle foglie inferiori. Ecco due modi per mettere le piantine nel terreno:
  • 1. Posiziona ogni zolla abbastanza in profondità in modo che le foglie inferiori siano appena sopra la superficie del terreno. Le radici cresceranno lungo tutto lo stelo della pianta sottoterra. Pianta le piantine a 60 o 70 cm di distanza. Le piante affollate non riceveranno abbastanza sole e il frutto potrebbe non maturare.
  • 2. In alternativa, stendi i trapianti lunghi e con le gambe sui lati in trincee profonde da 90 – 100 cm. Seppellisci gli steli fino al primo gruppo di foglie vere. Le radici si svilupperanno lungo lo stelo sepolto. Se pianti in questo modo, considera di posizionare quattro piante di pomodoro in posizioni cardinali (nord, sud, est, ovest). Questa formazione consente di concimare e annaffiare le piante nel mezzo.
  • Ricordati di lasciare abbastanza spazio per far distendere le piante.
  • Innaffia bene per ridurre lo shock alle radici.

Coltivazione di pomodori in contenitori (vasi)

  • Usa una pentola o un contenitore grande (almeno 50 cm di diametro) con fori di drenaggio sul fondo.
  • Utilizzare terriccio sciolto e ben drenante (ad esempio, almeno 30 cm di un buon “miscela per vasi” con aggiunta di materiale organico).
  • Un vassoio di qualche tipo dovrebbe essere posizionato sotto la pentola per raccogliere l’acqua in eccesso che fuoriesce dal fondo.
  • Scegli determinati tipi, come le varietà a cespuglio o nane. Molti pomodorini crescono bene in vaso. Potrebbe essere necessario puntare le varietà più alte.
  • Pianta una pianta di pomodoro per vaso e dai a ciascuna almeno 6 ore di sole al giorno.
  • Mantieni il terreno umido. I contenitori si asciugheranno più rapidamente del terreno del giardino, quindi controlla ogni giorno e fornisci acqua extra durante le ondate di caldo.

Coltivazione dei pomodori e irrigazione

  • Innaffia al mattino presto in modo che le piante abbiano sufficiente umidità per affrontare una giornata calda.
  • Innaffia abbondantemente i primi giorni in cui le piantine o i trapianti di pomodoro sono nel terreno.
  • Quindi annaffia con circa 5 cm per piede quadrato a settimana durante la stagione di crescita. L’irrigazione profonda incoraggia un forte apparato radicale.
  • Evitare l’irrigazione dall’alto e l’irrigazione pomeridiana. Innaffia alla base/a livello del suolo di una pianta per evitare schizzi d’acqua sulle foglie (che invitano a malattie).
  • Pacciama 5 settimane dopo il trapianto per trattenere l’umidità, impedire al terreno di schizzare le foglie inferiori e controllare le erbacce. Applicare da 5-7 cm di pacciame organico come paglia, fieno o trucioli di corteccia.
  • Per aiutare i pomodori nei periodi di siccità, trova delle rocce piatte e posizionane una accanto a ciascuna pianta. Le rocce impediscono all’acqua di evaporare dal terreno.

Concimazione

  • Avresti dovuto già lavorare il compost nel terreno prima di piantare e aggiungere un po’ di farina d’ossa alla buca durante il trapianto.
  • Vesti le piante di lato, applicando alghe liquide o emulsione di pesce o un fertilizzante organico ogni 2 settimane, a partire da quando i pomodori hanno un diametro di circa 1 pollice (alcune persone dicono che le dimensioni di una pallina da golf).
  • Continua a concimare i pomodori circa ogni 3 o 4 settimane fino al gelo.
  • Nota: evitare fertilizzanti a rilascio rapido ed evitare fertilizzanti ad alto contenuto di azoto. Come affermato, troppo azoto si tradurrà in fogliame rigoglioso ma pochi fiori e pochi o nessun frutto.

Potare, pizzicare, picchettare

  • Se coltivi pomodori rampicanti, pizzica i polloni (steli e foglie nuovi e minuscoli tra i rami e lo stelo principale). Questo aiuta la circolazione dell’aria e consente più luce solare nel mezzo della pianta.
  • Lega delicatamente i gambi ai paletti con stracci, calze di nylon, spago o spago morbido.
  • Man mano che una pianta cresce, taglia le foglie inferiori dai 30 cm inferiori dello stelo.

Problemi di pomodoro

Se non si formano fiori, le piante potrebbero non ricevere abbastanza sole o acqua. Troppo poco può fermare la fioritura.

Se le piante producono molti fiori ma nessun frutto, la causa potrebbe essere luce inadeguata, poca acqua o annaffiature incoerenti, temperature troppo fredde o calde (sopra i 75°F di notte/90°F durante il giorno) o non abbastanza impollinatori (api).

Se i fiori si formano ma cadono dalla pianta, ciò è dovuto alle alte temperature diurne (oltre 90°F). Fornisci ombra durante la parte più calda della giornata utilizzando coprifili o teli ombreggianti.

La bassa umidità può anche influenzare l’impollinazione. L’ideale è dal 40 al 70 percento. Se l’umidità è bassa, nebulizza la pianta per aiutare il polline ad attaccarsi.

Parassiti del pomodoro

I pomodori sono suscettibili ai parassiti degli insetti. Per evitare la sovrappopolazione di insetti nocivi, segui questi suggerimenti di base:

  • Monitora le piante di pomodoro ogni giorno, controllando sotto le foglie, controllando la frutta e controllando vicino al terreno.
  • Per rimuovere molti parassiti come gli afidi, spruzzare le piante con un buon getto dal tubo.
  • Applicare sapone insetticida direttamente sull’insetto sulla pianta. Questo funziona per i parassiti più piccoli, come afidi e acari.
  • Applicare oli orticoli o spray diluiti in acqua. Gli spray all’olio di neem bloccano i fori d’aria di un insetto.
  • Se scegli come ultima risorsa di usare insetticidi come Sevin, tieni presente che potresti uccidere anche insetti utili.

Quando si tratta di malattie del pomodoro e altri problemi, la maggior parte del lavoro è nella prevenzione. Ecco alcuni consigli per evitare le malattie del pomodoro:

  • Varietà di pomodori resistenti alle malattie delle piante. I codici resistenti alle malattie del pomodoro sono elencati sui pacchetti di semi o piantine.
  • Ruota le colture almeno ogni tre anni nello stesso punto. Evita di piantare anche altri membri della famiglia Solanaceous nella stessa area. Questo include patate, peperoni e melanzane.
  • Garantire un terreno ben drenante. Mescolare sempre con compost o materia organica.
  • Acqua costantemente! Non sovraccaricare o sott’acqua. L’irrigazione irregolare può causare una condizione chiamata marciume del fiore.
  • Distruggi le piante infette. Sfortunatamente, spesso è necessario rimuovere e scartare le piante infette o la malattia svernarà. NON mettere in un mucchio di compost .
  • Solarizza il terreno. Se il problema è davvero grave, puoi trattare il tuo terreno ricoprendolo di plastica durante la parte più calda dell’estate per 6-8 settimane; il sole distruggerà i batteri.

Coltivazione dei pomodori: Varietà consigliate

  • I pomodori determinati , meglio conosciuti come varietà a cespuglio, crescono da 2 a 3 piedi di altezza. Queste varietà tendono a fornire numerosi pomodori maturi contemporaneamente. Non fanno crescere molto le foglie dopo aver piantato i frutti e tendono a fruttificare per un periodo di tempo (relativamente) breve. Sono generalmente produttivi prima rispetto alle varietà da vigna e non nell’ultima parte della stagione vegetativa. I pomodori determinati non richiedono picchettamento o ingabbiamento. Queste piante sono ideali per contenitori e piccoli spazi. La maggior parte dei pomodori a pasta sono determinati, il che funziona bene per fare la salsa e l’inscatolamento. Poiché producono allo stesso tempo, determinati pomodori sono una buona selezione per l’inscatolamento.
  • I pomodori indeterminati , meglio conosciuti come varietà da vitigno, producono i tipi più grandi di pomodori affettati da metà a fine stagione per tutta l’estate e fino alle prime gelate. Poiché gli indeterminati sperimentano una maggiore crescita delle foglie, la loro produzione tende a essere distribuita in modo più uniforme durante la stagione. I pomodori indeterminati devono essere picchettati. Sono ideali nei grandi giardinieri. La maggior parte delle bistecche e dei pomodorini sono indeterminati.

Raccolta dei pomodori coltivati

  • Lasciare i pomodori da giardino sulla vite il più a lungo possibile.
    Raccogli i pomodori quando sono sodi e molto rossi, indipendentemente dalle dimensioni, con forse un po’ di giallo rimasto attorno al gambo. Raccogli i pomodori di altri colori (arancione, giallo, viola o un’altra tonalità arcobaleno) quando assumono il colore corretto.
  • Se le temperature iniziano a scendere e i tuoi pomodori non stanno maturando, usa uno di questi metodi:
  • 1. Solleva l’intera pianta, spazzola via lo sporco, rimuovi il fogliame e appendi la pianta a testa in giù in un seminterrato o in un garage.
    2. Mettere i pomodori maturi, verde chiaro, a gambo, in un sacchetto di carta e sigillarlo senza stringere. Oppure avvolgili in carta di giornale e mettili in una scatola di cartone. Conservare in un luogo buio e fresco (da 12°C a 16°C). Le temperature più fresche rallentano la maturazione; il calore lo accelera. Controllare settimanalmente e rimuovere la frutta molle, maculata, malata o matura.
    Non mettere mai i pomodori a maturare su un davanzale soleggiato. Potrebbero marcire prima di essere maturi!

Come conservare i pomodori coltivati

  • Non refrigerare mai i pomodori freschi dell’orto. In questo modo si rovina il sapore e la consistenza che danno loro quel sapore di pomodoro da giardino.
  • Per congelare, togliere il torsolo ai pomodori freschi e non macchiati e metterli interi in sacchetti o contenitori per il congelatore. Sigillare, etichettare e congelare. Le pelli scivoleranno via quando si scongelano.

Abbiamo scritto una guida dettagliata sulla conservazione dei pomodori che puoi trovare qui.

Articolo correlato: Coltivare il rosmarino.