Come conservare le erbe aromatiche sott’olio, nel freezer e tramite essiccazione

467
piante aromatiche
Le erbe aromatiche si possono essiccare legandole a mazzi e appendendole in ambienti ariosi, oppure in forno o con il microonde. Congelate negli stampini per il ghiaccio si mantengono integre per mesi. L'olio aromatizzato, ottenuto per macerazione, esalta i sapori di pietanze crude e cotte. Sott'olio, soprattutto se essiccate, si conservano a lungo senza alterazioni. Trasformate in sale aromatizzato insaporiscono ogni ricetta.

Le erbe aromatiche sono ingredienti fondamentali in cucina per insaporire, profumare e impreziosire ogni piatto grazie alle loro peculiari proprietà organolettiche. Tuttavia, essendo molto delicate e deperibili, bisogna prestare attenzione alla loro conservazione per mantenerle fresche e aromatiche il più a lungo possibile.

In questa guida scoprirai tutti i metodi e i trucchi per conservare al meglio i diversi tipi di erbe aromatiche, sia fresche che secche: dalla classica conservazione in frigorifero, al congelamento, all’essiccazione. Imparerai anche a trasformarle in aromatizzanti come l’olio al rosmarino, il sale alle erbe o l’aceto aromatizzato. Così potrai averle sempre a disposizione per esaltare i sapori in cucina.

Con i consigli giusti, anche le erbe più delicate potranno essere conservate a lungo senza perdere aroma, colore e proprietà benefiche.

Come conservare le erbe aromatiche con il metodo dell’essiccazione

L’essiccazione è il metodo di conservazione più semplice ed efficace per prolungare a lungo la durata di molte erbe aromatiche, mantenendone intatte proprietà e aromi.

Per essiccare le erbe in casa, è sufficiente legarle in mazzetti e appenderle a testa in giù in un luogo arioso e asciutto per circa una settimana. In alternativa si possono distribuire su una teglia e farle seccare in forno a 100°C per 3 ore.

Un metodo ancora più veloce prevede l’uso del microonde: si poggiano le erbe tra due fogli di carta assorbente e si cuociono alla massima potenza per 1-2 minuti. Una volta essiccate, le erbe aromatiche vanno riposte in barattoli di vetro ermetici, preferibilmente conservati in un luogo fresco e asciutto.

Questo metodo è ideale per erbe come salvia, rosmarino, timo e origano. Meno indicato invece per basilico, prezzemolo e menta, che danno il meglio di sè quando freschi.

Conservare le erbe aromatiche con il congelamento

Il congelamento è un ottimo sistema per conservare a lungo le erbe aromatiche più delicate, come menta, erba cipollina, basilico, prezzemolo, maggiorana e coriandolo, che si utilizzano di solito fresche.

Dopo averle lavate e tritate finemente, le erbe vanno distribuite negli stampi per il ghiaccio, coprendo bene tutti gli alloggiamenti. Si riempiono poi gli spazi vuoti con acqua e si mettono le vaschette in freezer. In questo modo si ottengono dei pratici cubetti di erbe da prelevare all’occorrenza per insaporire i piatti. È anche possibile creare miscele personalizzate per ricette specifiche.

I cubetti di erbe aromatiche surgelate si conservano perfettamente per diversi mesi senza alterazioni di colore, consistenza e aroma. Basta scegliere il cubetto desiderato e aggiungerlo direttamente dal freezer alla pietanza da insaporire! Un modo semplice per avere a disposizione tutto l’anno il fresco profumo delle erbe.

Olio aromatico per la conservazione delle erbe

Un’idea geniale per conservare a lungo tutti i tipi di erbe aromatiche è realizzare un appetitoso olio aromatico, da utilizzare per esaltare i piatti con un tocco di sapore in più. Per prepararlo basta sterilizzare dei barattoli di vetro e riempirli con abbondante olio extravergine d’oliva e le erbe aromatiche che più amiamo, ben lavate e asciutte.

Si possono creare intriganti miscele con diverse combinazioni di erbe, aggiungendo anche spicchi d’aglio, peperoncino o capperi per una marinata dal gusto deciso. I vasetti vanno chiusi e fatti macerare per alcune settimane in un luogo fresco e asciutto. L’olio assorbirà tutti gli aromi in modo naturale.

L’olio aromatico alle erbe si può utilizzare per condire insalate, bruschette e piatti a crudo, ma anche per insaporire pietanze cotte, senza eccedere con le temperature. Una soluzione semplice e gustosa per conservare a lungo tutte le erbe preferite, senza perderne aromi e benefici.

Conservare le erbe aromatiche sott’olio

La conservazione sott’olio è un metodo eccellente per prolungare la durata delle erbe aromatiche, sia fresche che essiccate, mantenendone intatte proprietà e aromi. Per quelle fresche, si lavano accuratamente, si tamponano e si ripongono nei vasetti, coprendole interamente con olio extravergine d’oliva. L’olio andrà sostituito più spesso perché assorbirà umidità.

Le erbe essiccate sott’olio si conservano molto più a lungo, anche per diversi mesi. Basta riempire i barattoli con le erbe secche e completare con olio di oliva. Questa tecnica è ottima soprattutto per il peperoncino, che può insaporire piatti a crudo o cotti.

I vasetti vanno tenuti in un luogo fresco e asciutto, al riparo dalla luce. L’olio preserverà al meglio aroma, colore e principi attivi delle erbe aromatiche preferite. Un metodo semplice per averle sempre a disposizione in cucina e arricchire i nostri piatti con un tocco di sapore.

Articoli correlati:

Like
Close
Your custom text © Copyright 2020. All rights reserved.
Close
Preferenze Privacy