Quando si raccoglie l’uva da vino

La vendemmia è un periodo difficile, ma anche bello. Per un enologo sapere quando vendemmiare è una questione di gusto, abilità e consapevolezza. Un enologo che nota più attività di uccelli nel vigneto, ad esempio, ha appena ricevuto un avviso da Madre Natura che l’uva è matura: uccelli, procioni e orsi sono sempre in prima fila per i frutti dolci.

Vendemmia dell’uva da vino

La raccolta dell’uva per fare il vino non è solo il primo passo che le singole uve compiono verso la bottiglia finita, ma è anche il periodo più impegnativo dell’anno per un’azienda vinicola. Feste ed eventi incentrati sull’eccitazione della vendemmia annuale mantengono la tradizione e l’attesa in piena fioritura.

Tempo di vendemmia dell’uva da vino

In generale, agosto, settembre e ottobre segnano il momento migliore per la vendemmia annuale per la maggior parte delle aziende vinicole in Europa e Nord America. Australia, Nuova Zelanda, Sud America e Sud Africa, atterrando decisamente al di sotto dell’equatore, raccolgono tipicamente da febbraio ad aprile.

Entrambi gli emisferi hanno spesso estensioni del raccolto su entrambi i lati delle finestre di raccolta a seconda della stagione di crescita individuale, della maturazione dell’uva e di vari fattori dell’annata. I vini ghiacciati della vendemmia tardiva sono le gloriose eccezioni della vendemmia in entrambi gli emisferi. Le uve vengono tipicamente lasciate in pianta per aumentare il tenore zuccherino e possono essere raccolte fino a pochi mesi dopo la vendemmia tradizionale.

Ordine della Vendemmia

Le uve da spumante vengono raccolte per prime (Chardonnay e Pinot Nero) per garantire livelli zuccherini più bassi. La maggior parte delle uve da vino bianco vengono pigiate. Dal punto di vista viticolo, le uve da vino rosse sono tipicamente le prossime nella linea di vendemmia, poiché impiegano un po’ più di tempo per raggiungere la piena maturazione.

Infine, i vini ghiacciati si fanno strada per schiacciare dopo aver subito una grave disidratazione sulla vite per produrre un’uva simile all’uva passa con zuccheri altamente concentrati, perfetta per i vini da dessert.

Opzioni di vendemmia

La vendemmia tradizionale a mano e la raccolta meccanica sono le due strade che un’azienda può intraprendere per togliere l’uva dalla pianta e pronta per la pigiatura. La vendemmia manuale consente una selezione più precisa e tende a proteggere meglio il contenuto di succo dell’uva dall’ossidazione dovuta alle bucce danneggiate.

Le raccoglitrici meccaniche consentono un processo più efficiente, spesso economico, e sono adatte per grandi vigneti che giacciono su un appezzamento di terra pianeggiante. Il tipo di vendemmia – raccolta manuale, vendemmiatrici meccaniche o una combinazione dei due, è in gran parte influenzato dagli obiettivi finali dello stile del vino dell’enologo. Qui una guida sulla conservazione del vino.

Fattori che influenzano la vendemmia

Il singolo vitigno, il fattore di maturazione e il fattore meteorologico hanno la maggiore influenza sul “quando” raccogliere un grappolo d’uva. In primo luogo è il contenuto di tannino, acido e zucchero dell’uva che determina quanto è matura effettivamente l’uva e sono componenti chiave per influenzare la finezza futura e la presenza strategica di un vino.

Il tempo ha un enorme impatto su come si comporteranno le uve in un dato anno in una bottiglia di vino. Per cominciare, il clima ideale per la coltivazione dell’uva include un inverno fresco con una buona umidità. Tuttavia, una volta che la primavera colpisce la forte umidità viene “scoraggiata” e per tutta l’estate l’obiettivo è di notti fresche con giornate temperate. Durante la vendemmia vera e propria, le cantine stanno pregando che il tempo asciutto porti l’uva a casa.

Le aziende vinicole vogliono ottenere la pigiatura dell’uva, dove l’uva non viene “schiacciata” ma “spaccata delicatamente” in modo che il succo inizi a defluire, il più rapidamente possibile. Si fanno grandi sforzi per intensificare il processo evitando che l’uva diventi troppo calda durante il trasporto dal vigneto al pigiatore. Ad esempio, molti vitigni vengono tagliati dalla vite nelle prime ore del mattino fresche per aiutare a mantenere l’astringenza dell’uva al minimo.

Articolo correlato: Come conservare l’uva.