Come essiccare la Salvia

Come essiccare la Salvia

Il profumo inconfondibile e il sapore delicato rendono la salvia una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina. Pianta officinale tipica del bacino del Mediterraneo, la salvia è ricchissima di proprietà benefiche: è una fonte di antiossidanti e contiene vitamine, minerali e oli essenziali che la rendono un toccasana per la salute.

Per poter disporre delle sue straordinarie qualità tutto l’anno, una soluzione è essiccare la salvia, in modo da conservarne intatte le proprietà organolettiche. Attraverso semplici tecniche casalinghe è possibile disidratare le foglie di salvia, preservandone il caratteristico aroma. Vediamo quindi come essiccare al meglio questa preziosa erba aromatica, seguendo pochi e facili accorgimenti, così da averla sempre a disposizione per insaporire i nostri piatti con un tocco di gusto e benessere.

Come essiccare la salvia all’aria

Per essiccare la salvia all’aria in modo naturale, è importante seguire alcuni semplici accorgimenti. Le foglie vanno staccate dal gambo manualmente, scartando quelle gialle o rovinate. Dopo un lavaggio in acqua fredda, è necessario tamponarle delicatamente ed eliminare l’umidità in eccesso. A questo punto le foglie vanno legate in piccoli mazzetti da non più di 8 foglie, utilizzando spago o elastici. I mazzetti vanno riposti in sacchetti di carta bucherellati, per far circolare l’aria ed evitare l’umidità.

I sacchetti vanno appesi in zona ventilata e riparata dal sole. Ogni giorno i mazzetti vanno girati per uniformare l’essiccazione. Dopo 7-10 giorni, quando le foglie risultano sbriciolabili, il processo è completato. Per garantire l’eliminazione di eventuali uova o insetti, le foglie essiccate possono essere poste in forno a 50°C per 30 minuti o in freezer per 48 ore. Così si ottiene della salvia essiccata da conservare per uso culinario.

Come essiccare la salvia in forno

Dopo aver pulito accuratamente le foglie, bisogna preriscaldare il forno a una temperatura non superiore agli 80°C. Le foglie vanno distese su una teglia foderata di carta forno, evitando di sovrapporle. Per i forni elettrici è bene tenere la porta socchiusa, mentre per quelli a gas va tenuta chiusa, aprendola solo per far uscire l’umidità.

Le foglie vanno lasciate essiccare per 30 minuti circa, poi vanno girate una ad una e fatte essiccare per altri 60 minuti. Quando risulteranno friabili, vorrà dire che la salvia è pronta. La salvia essiccata va conservata in barattoli di vetro sterilizzati e chiusi ermeticamente, tenendoli in un luogo buio per preservarne il colore.

Come essiccare la salvia con il microonde

L’essiccazione con il microonde è un metodo ancora più rapido che permette di ottenere l’erba aromatica secca in pochi minuti. Dopo aver lavato e asciugato per bene le foglie, bisogna staccarle dal gambo e disporle distese su un piatto per microonde rivestito con carta assorbente. Si può procedere per cicli di 1-2 minuti alla massima potenza, controllando ogni volta la consistenza delle foglie.

Quando iniziano a diventare croccanti, mescolare o girare le foglie con delicatezza. Proseguire con altri cicli da 1 minuto finché le foglie non risulteranno completamente secche e sbriciolabili. Fare attenzione a non bruciarle! Una volta raffreddata, la salvia essiccata al microonde va conservata in barattoli di vetro ermetici, al riparo dalla luce e dall’umidità. In questo modo si potrà preservare a lungo il suo aroma intenso.

Come essiccare la salvia con il disidratatore alimentare

Il disidratatore alimentare è lo strumento perfetto per essiccare le erbe aromatiche in modo facile e veloce, preservandone al meglio profumo e proprietà. Per prima cosa, lavare e tamponare le foglie, bisogna staccarle dal gambo con delicatezza. Le foglie vanno poi distribuite in modo uniforme sui vassoi del disidratatore rivestiti con carta forno.

Il disidratatore va impostato ad una temperatura tra 35 e 40°C e fatto funzionare per 4-6 ore circa, fino a quando le foglie di salvia non risulteranno croccanti. Durante l’essiccazione, è bene controllare e mescolare le foglie per uniformare il processo. Una volta che la salvia si presenterà secca e friabile, spegnere il disidratatore e far raffreddare il prodotto. La salvia essiccata andrà riposta in contenitori ermetici e conservata in un luogo fresco e buio.

Articolo correlato: Come conservare la salvia

Preferenze Privacy