Come conservare il pompelmo

Il pompelmo è un frutto originario della Malesia . Il suo nome deriva dall’olandese “pomplemoes”, che significa “grande limone”. Il suo nome scientifico è “citrus maxima” o “citrus grandis”.

Appartiene alla famiglia delle Rutacee. Viene spesso confuso con il pomelo, che è più piccolo e comunemente chiamato pompelmo. Si ritiene che il pompelmo fosse già coltivato in Cina più di 2000 anni prima della nostra era. Potrebbe anche essere stato coltivato molto tempo prima in Malesia, dove le varietà di pompelmo sono particolarmente numerose.

Fu nel XII secolo che questo frutto fu introdotto in Europa, in Spagna più precisamente. Ora è consumato principalmente in alcuni paesi equatoriali, dove le condizioni climatiche consentono al frutto di maturare sufficientemente per essere commestibile.

I paesi in cui si coltiva maggiormente il pompelmo sono Thailandia, Malesia, Indonesia, Vietnam e Cina.





Come conservare il pompelmo correttamente

Acquista pompelmi sfusi quando sono di stagione e gustali tutto l’anno. Scopri come conservare il pompelmo da utilizzare subito, tra pochi giorni e tra qualche mese.

Come conservare il pompelmo: La guida

Il pompelmo e altri agrumi sono di stagione in inverno in Italia. È un ottimo momento per fare scorta di frutta fresca e un cambiamento divertente dalle peschefragolepere e mele dell’estate e dell’autunno. Gli agrumi rimarranno freschi per alcuni giorni a temperatura ambiente, anche più a lungo in frigorifero, e puoi anche congelarli per conservarli per periodi di tempo prolungati.

Non conservare il pompelmo all’interno di un sacchetto di plastica o di un contenitore chiuso. L’aria non circola bene e può far ammuffire e rovinare presto il frutto. È meglio tenerli sciolti o in una ciotola aperta sul bancone o sul frigorifero. La buccia spessa del pompelmo aiuta a trattenere l’umidità all’interno.

Se vuoi usare una borsa per conservare i tuoi pompelmi, prova una borsa a rete per prodotti. Questi sacchetti consentono all’aria di circolare, riducendo i primi problemi di muffa, anche se per un frutto dalla buccia spessa come il pompelmo non sono necessari.



Come conservare il pompelmo a temperatura ambiente

Il posto migliore per conservare il pompelmo è sul bancone. Se lo utilizzerai entro una settimana, questa è la tua migliore opzione di archiviazione. Lasciali sul bancone o raccoglili in una ciotola. Tieni presente che anche se sembrano avere una buccia dura, i pompelmi sono un frutto piuttosto delicato. Se hai intenzione di tenerli in una ciotola, non sovrapporli troppo o i frutti sul fondo si ammaccano.

Come conservare il pompelmo in frigorifero

Se non utilizzerai i pompelmi entro 5-7 giorni, è meglio conservarli in frigorifero. Conservali nel cassetto della frutta e verdura con l’impostazione frutta (o bassa umidità). Rimarranno fresche per alcune settimane in frigorifero. Hai ancora bisogno di maneggiare delicatamente i pompelmi. Maneggiare in modo approssimativo, impilare o un cassetto della frutta e verdura troppo pieno può far ammaccare i pompelmi o farli marcire prima.



Come conservare il pompelmo nel congelatore

Puoi anche conservare il pompelmo nel congelatore. Sbucciarli e congelarli interi, oppure tagliarli a pezzi e congelare le sezioni. Congelare le sezioni di pompelmo in un unico strato su carta pergamena.

Quando è congelato, trasferire le sezioni in sacchetti freezer, etichettati e datati. Il pompelmo congelato può essere consumato appena tolto dal congelatore, gettato in acqua per ottenere un cubetto di ghiaccio alla frutta, utilizzato nei frullati o scongelato e mangiato in seguito.

Articolo correlato: Come conservare la macedonia.