Come conservare i cornetti

Contrariamente alla credenza popolare, il croissant non è una pasticceria che nasce in Francia, ma in Austria. Soprattutto nella città di Vienna.

Secondo una delle leggende raccontate sull’argomento, questo prodotto per la colazione sarebbe nato durante l’assedio della città da parte dei turchi nel 1683. “Gli ottomani erano pronti ad attaccare la città la mattina presto.

Per celebrare questa vittoria sugli ottomani, i fornai della città dovrebbe poi realizzato un pasticcino a forma di mezzaluna, emblema turco, come un affronto ai vinti.

Successivamente la pasticceria divenne molto popolare a Vienna, ma con una ricetta diversa da quella consumata oggi. In effetti la pasta sfoglia non era ancora stata inventata, i cornetti di questo tempo sono fatti di pasta di pane leggermente migliorato.

E in questa pagina vediamo come conservarli al meglio.





Come conservare i cornetti e come congelarli (Croissant”)

Pasta sfoglia ricoperta di burro, i cornetti in genere non hanno bisogno di essere conservati troppo a lungo perché sono difficili da evitare di mangiare. Ma se sei abbastanza fortunato da avere un lotto, sia commerciale che fatto in casa, i tempi di conservazione sono simili a quelli di qualsiasi prodotto da forno (muffin e pancake), con alcune eccezioni per alcuni tipi, come i croissant commerciali con conservanti aggiunti e i croissant con ripieno.

Continuando la lettura scoprirai come conservare i cornetti correttamente.



Come conservare i cornetti a temperatura ambiente

I cornetti fatti in casa come i cornetti acquistati rimangono freschi a temperatura ambiente per circa due giorni. Evita che si secchino e assorbano l’umidità dall’aria conservandoli in un sacchetto di plastica o avvolgendoli in un foglio di alluminio.

Per riportare l’esterno a una consistenza croccante e appena sfornata, riscaldare i rotoli direttamente su una griglia del forno a 200 gradi, ma lasciarli agire solo per 2-3 minuti in modo che non diventino troppo dorati.

Conservare i cornetti a breve termine

Quando conservi i croissant in frigorifero, prolunghi la loro durata di conservazione da cinque a sette giorni . Avvolgi i rotoli come faresti per conservarli a temperatura ambiente, in plastica o pellicola.

I croissant tornano a temperatura ambiente dopo circa un’ora fuori dal frigorifero. Se vuoi velocizzare il processo, metti i cornetti freddi direttamente in forno caldo per 3 minuti per riscaldarli e ripristinare la loro croccantezza.



Conservare i cornetti a lungo termine

I cornetti congelati sono sicuri da mangiare dopo il congelamento per un anno, ma rimangono più freschi se li usi entro due mesi. Avvolgere strettamente i rotoli, prima con la plastica e poi con la pellicola.

Se prevedi di cuocere i cornetti crudi entro una settimana, puoi anche congelarli direttamente su una teglia e metterli direttamente in forno senza scongelarli. I cornetti al forno si scaldano bene in forno quando sono ancora congelati; dai loro qualche minuto in più di quanto faresti per scaldare i croissant scongelati.

Casi speciali

I cornetti con ripieni deperibili di prosciutto e formaggio, spinaci o pasta di mandorle e marzapane devono rimanere nel frigorifero o nel congelatore, perché i batteri potrebbero raggiungere livelli pericolosi entro due ore se vengono lasciati a temperatura ambiente. I croissant commerciali contengono comunemente conservanti che li mantengono freschi.

I croissant confezionati durano qualche giorno in più in più rispetto alle versioni fatte in casa o da forno – fino a quattro giorni a temperatura ambiente e 10 giorni in frigorifero.

Articoli correlati: