Come coltivare il prezzemolo

Come coltivare il prezzemolo nell’orto e in vaso

Originario dell’Europa, il prezzemolo è una pianta biennale che viene generalmente coltivata come erba culinaria annuale. Crescendo in ciuffi di fogliame di pizzo alti circa 30 cm, il prezzemolo ha foglie triangolari verde scuro che costituiscono una buona guarnizione o un’aggiunta aromatica alle ricette. Piantato in primavera, la maggior parte delle varietà di prezzemolo cresce abbastanza lentamente, stabilendo la maturità tra 70 e 90 giorni dopo la semina. Si noti che il prezzemolo è tecnicamente tossico sia per le persone che per gli animali domestici a causa dei composti chimici presenti in esso chiamati furanocumarine.

Inoltre, diverse varietà di prezzemolo producono sapori diversi, quindi considera come vorresti usare l’erba prima di scegliere cosa piantare nel tuo giardino. Ad esempio, il prezzemolo riccio è un po’ amaro per alcune tavolozze, mentre il prezzemolo a foglia piatta (noto anche come prezzemolo italiano) è più amato dai cuochi di oggi.

Nome comunePrezzemolo
Nome botanicoPetrolio croccante
FamigliaApiaceae
Tipo di piantaErba, annuale, biennale
Misure30 cm circa
Esposizione solarePieno sole
Tipo di terrenoArgilloso, umido, ben drenato
PH del suoloAcido, neutro (da 6,0 a 7,0)
Zona nataleEuropa
TossicitàTossico per le persone, tossico per gli animali domestici
Tabella riassuntiva delle specifiche del prezzemolo

Come piantare prezzemolo e quando piantare

I semi possono essere seminati direttamente all’aperto o avviati all’interno. Piantali all’aperto circa tre o quattro settimane prima dell’ultima data prevista per il gelo della tua zona in primavera o al chiuso circa 8-10 settimane prima dell’ultimo gelo.

Coltivare il prezzemolo: Scelta del sito di impianto

Il sito di impianto dovrebbe avere molto sole e un buon drenaggio del suolo. Anche la crescita del container è un’opzione. Cerca di mantenere l’area libera da erbacce e altri coltivatori vigorosi per evitare di spiazzare le piantine di prezzemolo.

Spaziatura, profondità e supporto

I semi dovrebbero essere piantati solo a circa mezzo centimetro di profondità e tra 25 e 30 cm di distanza. Assicurati di segnare il punto per ricordare dove si trovano i tuoi semi per evitare di interromperli, poiché il prezzemolo è lento a germogliare. Non sarà necessaria una struttura di supporto.

Cura del prezzemolo in crescita: Terreno, acqua, temperatura, fertilizzante e impollinazione

Il prezzemolo preferisce il pieno sole, il che significa almeno sei ore di luce solare diretta nella maggior parte dei giorni, per una crescita ottimale. Tuttavia, apprezza un po’ di ombra pomeridiana nei climi caldi.

Il prezzemolo fa crescere il suo fogliame migliore in un terreno argilloso ricco di materia organica. Anche il terreno dovrebbe essere ben drenante, in modo che la pianta non si inzuppi d’acqua. Un pH del terreno da leggermente acido a neutro è l’ideale.

Le piante di prezzemolo amano il terreno uniformemente umido ma non fradicio. La tua pianta trarrà beneficio da almeno 2-3 cm di acqua a settimana (da pioggia o metodi di irrigazione manuali ). Non lasciare mai che il terreno della tua pianta di prezzemolo si asciughi. L’erba non tollera bene la siccità e appassisce rapidamente e diventa marrone.

Il prezzemolo può resistere a un’ampia gamma di temperature, ma fa meglio a temperature comprese tra circa 10 e 20 gradi. Una temperatura del suolo di circa 20 gradi è l’ideale per la germinazione. Il prezzemolo non ha particolari requisiti di umidità.

Sebbene non sia del tutto necessario per il suo successo, il prezzemolo può beneficiare di un po’ di concimazione una o due volte all’inizio della stagione di crescita. Trattare le piante una volta al mese in primavera con un fertilizzante liquido organico bilanciato diluito a metà; assicurati di usare qualcosa di adatto alle piante commestibili. In alternativa, puoi modificare il tuo terreno con molta materia organica e compost per aumentare la nutrizione.

Il prezzemolo viene impollinato tramite api e altri impollinatori. Le sue fioriture sono particolarmente attraenti per le farfalle nere a coda di rondine.

Tipi di prezzemolo

Il prezzemolo è disponibile in diverse cultivar, classificate in gruppi distinti:

  • Prezzemolo riccio (comune): questo gruppo include il tipo standard di prezzemolo, che è facile da coltivare e attraente nell’orto.
  • Prezzemolo a foglia piatta: questo gruppo include varietà che hanno foglie piatte e crescono relativamente alte, fino a 90 cm. Tende ad essere più saporito del prezzemolo riccio.
  • Prezzemolo italiano a foglia piatta: queste varietà di prezzemolo hanno un sapore leggermente pepato.
  • Prezzemolo giapponese: sono originari del Giappone e della Cina e sono erbe sempreverdi dal sapore amaro. Hanno steli forti che possono essere mangiati come il sedano.

Prezzemolo vs Coriandolo

Prezzemolo e coriandolo potrebbero sembrare simili a prima vista. Ma le foglie di prezzemolo sono più triangolari mentre le foglie di coriandolo sono arrotondate. E le foglie di prezzemolo possono essere ricci mentre le foglie di coriandolo sono generalmente piatte. Inoltre, i sapori delle erbe sono distinti.

La raccolta del prezzemolo

Puoi iniziare a raccogliere il prezzemolo quando è alto circa 15 cm e relativamente folto. Raccogli gli steli interi dalla base della pianta per incoraggiare una maggiore crescita. Prendi dalle foglie esterne, lasciando che le foglie interne continuino a maturare. Puoi raccogliere secondo necessità, ma cerca di non rimuovere più di un terzo delle foglie alla volta.

I gambi delle foglie fresche conservati in un contenitore d’acqua si conservano in frigorifero per circa una settimana. Puoi anche tagliare e asciugare le foglie di prezzemolo. Appendi le foglie capovolte in un luogo caldo e ombreggiato con un buon flusso d’aria per consentire loro di asciugarsi. Quindi, sbriciolatele in un contenitore ermetico per conservarle.

Come coltivare il prezzemolo in vaso

Coltivare il prezzemolo in vaso è una buona opzione se non hai spazio in giardino per questo o se vuoi mantenere erbe fresche disponibili durante l’inverno. Sarà sufficiente un contenitore largo e profondo almeno 8 pollici e dovrebbe avere ampi fori di drenaggio.

L’argilla non smaltata è un buon materiale per contenitori, poiché consentirà all’umidità in eccesso del suolo di evaporare attraverso le sue pareti. Mantieni il terreno costantemente umido ma non inzuppato e assicurati che il contenitore riceva molto sole. Usa le luci di coltivazione all’interno se non è disponibile una luce naturale sufficiente.

Potatura

Per il prezzemolo non è necessaria alcuna potatura oltre alla raccolta periodica. Tuttavia, dovresti tagliare gli steli rotti che si trascinano sul terreno per evitare di introdurre parassiti e malattie nella pianta.

Come propagare il prezzemolo

Il prezzemolo viene generalmente coltivato da seme o da vivaio. È possibile propagarsi per talea, anche se il metodo non ha sempre successo. Ma è un modo economico per creare una nuova pianta e un modo per consumare i gambi di prezzemolo in eccesso che non consumerai. Ecco come:

  • Su una pianta sana e matura, trova uno stelo lungo almeno 6 pollici. Usa forbici o potatori sterili per tagliare lo stelo alla base. Eliminate le foglie nella metà inferiore del taglio.
  • Pianta la talea in un contenitore di terriccio umido senza suolo. L’uso di un contenitore di torba biodegradabile è il migliore, quindi non dovrai disturbare le nuove radici durante il trapianto.
  • Metti il ​​contenitore al sole luminoso e indiretto e mantieni il terreno umido. Possono essere necessarie alcune settimane prima che si formino le radici. Quando lo fanno, sentirai resistenza mentre tiri delicatamente lo stelo.

Come coltivare il prezzemolo dai semi

Iniziare il prezzemolo dai semi è un’impresa lenta. Possono essere necessarie da due a quattro settimane prima che i semi germinino e spesso c’è una percentuale di successo piuttosto bassa.

Stratificare i semi prima di piantarli facendoli raffreddare in frigorifero e poi immergendoli per una notte in acqua tiepida. Questo può favorire una germinazione di successo.

Le piante coltivate a seme sono in genere pronte per essere raccolte da 12 a 14 settimane dopo la semina.

Prezzemolo da invasatura e rinvaso

Un impasto sciolto, ben drenante e ricco di sostanze nutritive è l’ideale per il prezzemolo. Uno che è formulato per le erbe è spesso una buona scelta. Poiché al prezzemolo non piace che le sue radici vengano disturbate, è meglio piantarlo in un contenitore che si adatti alle sue dimensioni mature fin dall’inizio.

In questo modo, puoi evitare di dover rinvasare. Se stai iniziando a seminare in casa, usa vasi di torba biodegradabili che possono andare direttamente nel terreno o un contenitore più grande.

Svernamento

Se lasciato a svernare in climi caldi, il prezzemolo continuerà a crescere e fiorire nel suo secondo anno. Ma il gusto diventerà amaro dopo il suo primo anno, motivo per cui molti giardinieri lo trattano come annuale.

Parassiti comuni e malattie delle piante

Il prezzemolo non ha seri problemi di parassiti o malattie. Ma può essere soggetto a malattie fungine, tra cui macchie di foglie di septoria, foglie batteriche, oidio e smorzamento . Iniziare con semi di qualità e privi di malattie e consentire alle piante l’accesso a una buona circolazione dell’aria può aiutare a prevenire l’insorgenza e la diffusione delle malattie.

Il più grande problema di parassiti per il prezzemolo è il bruco della farfalla nera a coda di rondine. Il prezzemolo è una pianta ospite di queste farfalle e i bruchi si schiuderanno e sgranocchieranno le foglie, causando danni considerevoli. Tuttavia, poiché queste farfalle sono così benvenute in giardino, si consiglia di non uccidere i bruchi. Matureranno abbastanza presto e lasceranno in pace le tue piante.

Puoi coltivare il prezzemolo insieme al sedano.

Potrebbe interessarti: Come conservare il prezzemolo e come disidratare la pianta di prezzemolo.