Come coltivare i carciofi

come coltivare i carciofi

Il carciofo, Cynara scolymus, è una pianta perenne, probabilmente derivata dal cardo, con un fusto robusto, che porta grandi foglie cadenti, grigiastre, cotonose e con la parte inferiore biancastra.

All’apice dei suoi steli si sviluppano grandi capolini, che sono la parte commestibile del carciofo, prima di sbocciare in fiori blu-violacei. Lasciati sulla pianta, producono semi di cui gli uccelli sono ghiotti.

Sono la base delle brattee e il ricettacolo tenero e carnoso a essere consumati sia crudi che cotti. Le teste giovani si consumano preferibilmente crude in vinaigrette, mentre quelle più sviluppate si cucinano.

Tipologia di terreno ed esposizione per coltivare il carciofo

Il carciofo ha bisogno di un luogo ben esposto al sole, ma dove il terreno rimanga fresco in estate. Il terreno deve essere leggero, profondo, ben drenato e ricco di humus; l’ideale è averlo preparato l’autunno precedente alla semina.

Vangare in profondità per allentare il terreno e incorporare man mano letame ben decomposto o compost.

Quando piantare i carciofi

A partire da metà marzo, piantate gli occhielli, cioè i germogli alla base, con gemme e radichette. Separateli di un metro in tutte le direzioni. Formare una bacinella e annaffiare abbondantemente.

Il carciofo, originario del bacino del Mediterraneo, si moltiplica in natura disperdendo i suoi semi. Le piccole piante di carciofo che ne derivano sono fragili, potrebbero non sopravvivere all’inverno e impiegheranno molto tempo per produrre fiori da mangiare (non prima di 1 anno).

Dalle piante esistenti si possono prelevare gli occhielli, ovvero i germogli che si sviluppano intorno al bordo della pianta madre. Per farlo, utilizzate un coltello affilato: fate scorrere la lama lungo la pianta madre e tagliate il maggior numero possibile di radici.

Vestire il germoglio, cioè tagliare parte del fogliame per limitare l’evapo-traspirazione.

Trapiantatela in un vaso e curatela finché le radici non si sviluppano e la pianta può essere reinserita nel giardino. Questa operazione si chiama “eyeletting” e permette di avere piante di carciofo che produrranno nel primo anno.

Esistono due tipi principali di carciofo: quello viola (varietà bretoni) e quello bianco (varietà “Gros Vert de Soisson” e provenzali).

Poiché il carciofo è anche una pianta decorativa, posizionatelo nell’orto in un luogo visibile in estate e in inverno. Mantenendo una distanza di 1 m – 1,50 m tra le piante, queste raggiungeranno anche 1,50 m di altezza.

Piantate in un terreno riccamente ammendato con compost e ben lavorato. Aggiungete ben due badilate di compost nella buca di impianto e, per i prossimi anni, aggiungete altro compost ogni autunno, poiché la pianta è molto golosa.

Togliete la pianta dal vaso e, se necessario, districate la fascetta. Posizionare la zolla nella buca, portare il terreno intorno ad essa e formare una conca per l’irrigazione. La prima annaffiatura deve essere abbondante.

Quando arriva l’inverno, tagliate il fogliame della metà, piantate la pianta e pacciamate la base per proteggerla dal freddo e dal gelo. Ripiantare i carciofi dopo 4 anni, poiché la pianta produce generosamente solo nei primi 4 anni.

Rotazione delle colture: evitare di coltivare i carciofi nello stesso luogo per 4-5 anni. Questo è il modo migliore per prevenire malattie e carenze. Per maggiori informazioni, leggete i nostri consigli sulla rotazione delle colture.

Come piantare i carciofi

I membri della famiglia dei cardi sono noti per la loro capacità di crescere in quasi tutti i luoghi. Poiché i carciofi richiedono molto spazio e una lunga stagione di crescita, come coltivare i carciofi e ottenere grandi raccolti, è una preoccupazione primaria per molti coltivatori.

  • Scegli la posizione giusta: La cura delle piante di carciofo inizia con un ottimo drenaggio e molta luce solare. Spesso, i giardinieri presumono che le loro piante di carciofo non siano tornate in primavera a causa di un inverno freddo. Ma in realtà, la colpa è solitamente del terreno inzuppato. Restare costantemente bagnati danneggia la corona e l’apparato radicale del carciofo, che ama assorbire tutto l’azoto del terreno. Se stai piantando carciofi nel tuo orto, le buone piante da compagnia del carciofo includono pisellicavoligirasoli e dragoncello
  • Preparare il terreno: I carciofi crescono nella maggior parte dei terreni, ma un terreno ricco di sostanze nutritive e lavorato a fondo, pieno di materia organica, aumenterà il raccolto dei carciofi. Per controllare la consistenza del terreno, prendine una manciata, strizzalo e poi apri la mano. Il terreno miscelato correttamente non si accumulerà, ma non si sfalderà. Dovrebbe sbriciolarsi delicatamente sul palmo della mano. Per preparare il tuo letto di carciofi, scava la tua fila di almeno 20 cm di profondità e arricchisci il terreno con del compost. 
  • Pianta i tuoi carciofi: Piantare carciofi dal seme può essere un po’ un azzardo: non sempre riescono a germogliare. Coltivare i carciofi dal seme non è impossibile, ma sappi che ci vuole un po’ di tempo. Le piante di carciofo richiedono pieno sole, quindi se le pianti troppo vicine tra loro, le piante grandi possono ombreggiare quelle più piccole. Pianta i tuoi carciofi in fila a un intervallo di 50 cm tra loro. 
  • Innaffiatura:  Annaffia coerentemente i carciofi, amano l’acqua. Ne hanno bisogno per produrre boccioli teneri. Come un cardo, il potere perenne di una pianta di carciofo risiede nelle sue radici profonde. Le estati estremamente calde possono far sì che i boccioli di carciofo si aprano rapidamente in fiori. Per evitare che ciò accada, l’irrigazione dall’alto può mantenere basse le temperature in modo che i boccioli non si aprano. 
  • Applicare il fertilizzante per carciofi: Prendersi il tempo per fertilizzare correttamente il letto di carciofi fornisce alle piante i nutrienti essenziali per un inizio ben consolidato. Applicare un fertilizzante vegetale equilibrato ogni due settimane durante la stagione di crescita per piante sane e rese elevate.
  • Raccolta: Il bocciolo di carciofo centrale matura il più velocemente e cresce il più grande. Quando raccogli i carciofi, tutto ciò di cui hai bisogno è un coltello multiuso per tagliare il gambo a circa 3-5 cm dalla base del bocciolo. Il gambo diventa un’utile impugnatura quando si taglia il carciofo. Dopo aver raccolto la gemma centrale, la pianta di carciofo produrrà germogli laterali con piccoli germogli. Questi germogli laterali sono estremamente teneri e saporiti.
  • Potatura: Continua la cura dopo il raccolto. Una volta che la pianta smette di produrre gemme in autunno, la potatura dei carciofi aiuta a prepararsi per lo svernamento. Basta tagliare il gambo del carciofo a pochi centimetri dal suolo. Applicare uno spesso strato di foglie o paglia sul letto di carciofi per proteggere le piante dagli inverni freddi. Se il clima invernale scende sotto i 15 gradi, alcune piante potrebbero essere danneggiate. Rimuovi il pacciame in primavera dopo l’ultima data di gelata per la tua zona di coltivazione.

Come tagliare un carciofo

La potatura di un carciofo non è difficile una volta compreso il procedimento. I carciofi richiedono solo un po ‘di lavoro dopo la raccolta per diventare commestibili.

  1. Usa un coltello seghettato per tagliare il terzo superiore del bocciolo di carciofo.
  2. Rimuovere i 2 strati esterni di foglie attorno allo stelo.
  3. Usa le cesoie da cucina per tagliare le punte affilate di ogni foglia esterna rimanente.
  4. Se vuoi che il carciofo rimanga piatto, taglia il gambo. Altrimenti, sbuccialo semplicemente con un coltello da cucina.
  5. Mettere il carciofo tagliato in una ciotola di acqua e limone per mantenerlo fresco fino al momento di cuocerlo a vapore.

Tipi di piante di carciofo

Le tante diverse varietà di carciofi ti permettono di scegliere la varietà perfetta per il tuo giardino. Alcuni dei tipi più popolari di carciofi includono

  • Green Globe Carichoke – considerato il carciofo originale migliorato. È in grado di germogliare nel primo anno, produce come annuale in climi freddi come la Zona 3 ed è ancora in grado di gestire le estati calde come una pianta perenne. Raggiunge il raccolto presto – a soli 75 giorni.
  • Carciofo dal cuore grande – una varietà indolore senza spine. Questa varietà relativamente nuova è in grado di sopportare il clima caldo e può essere coltivata come annuale da seme. Il nome di questo carciofo rende omaggio alla sua capacità di raggiungere i 5 ½ pollici.
  • Violetta Artichoke – un forte produttore di gemme laterali. Questa varietà cimelio italiana ha un attraente bocciolo viola noto per la sua tenerezza. Essendo una pianta più piccola, il carciofo Violetta richiede solo una distanza di 1 metro tra le piante.
  • Carciofo di Gerusalemme – noto anche come sunchoke. In effetti, il topinambur non è affatto un carciofo, nonostante il suo nome. È una specie di girasole, originaria del Nord America. Molto diverse da un vero carciofo, queste piante crescono da circa 1,5 metri a oltre 2 metri, con fioriture gialle e solari. La porzione di tubero commestibile ricorda la radice di zenzero ed è in genere lunga tra 7 e 10 cm.

Domande frequenti sulla coltivazione di carciofi

Sebbene siano piante estremamente resistenti, i giardinieri dovrebbero essere in allerta per alcuni dei seguenti parassiti e malattie comuni per i carciofi.

  • La falena del pennacchio di carciofo è in realtà una piccola larva che danneggia il bocciolo del carciofo durante l’intera stagione di crescita. Un regolare programma insetticida può aiutare a controllare un’infestazione.
  • Lumache e lumache spesso mangiano le foglie, i gambi e la superficie esterna dei boccioli di carciofo. Esistono molti metodi organici e chimici per il controllo.
  • La malattia dei nani di Curley uccide le piante di carciofo. I sintomi includono foglie arricciate, crescita stentata, gemme deformi e produzione ridotta. Le piante dovrebbero essere rimosse dal giardino.
  • La Botrytis blight è un fungo che si sviluppa sulle piante di carciofo danneggiate da malattie, agenti atmosferici o parassiti. Appare spesso come un rivestimento grigio-marrone sulle foglie durante un’estate calda e umida. Non c’è rimedio. Le piante infette dovrebbero essere rimosse e distrutte.
  • Le forbicine giovani lasciano buchi nelle foglie. La maggior parte del danno è semplicemente estetico, ma una forte infestazione può danneggiare i giovani germogli. Le trappole per orecchie aiutano a ridurre la popolazione. I repellenti al peperoncino possono essere spruzzati come deterrente.

Come sapere se un carciofo è maturo

La dimensione è il modo principale per capire se un carciofo è maturo. La gemma dello strozzatore centrale dovrebbe essere raccolta quando ha un diametro compreso tra 3 e 5 pollici. Se aspetti troppo a lungo, il carciofo diventa duro. 

I germogli laterali secondari vengono raccolti al meglio quando hanno una dimensione compresa tra 1 e 3 pollici. Se aspetti troppo a lungo per raccogliere, il bocciolo si aprirà nel fiore di carciofo, un fiore sorprendentemente profumato e bello.

Articoli correlati:

Preferenze Privacy