Come conservare il mais

È essenziale per evitare che il mais fresco si secchi. A casa, conservare il mais in un sacchetto di plastica in frigorifero. Se non pensate di consumarle il giorno stesso, mettetele in frigorifero non sbucciate e possono essere conservate per 2 o 3 giorni.





Come conservare il mais in modo che rimanga fresco più a lungo

Ci sono alcuni cibi che hanno semplicemente il sapore dell’estate. Adoriamo i pomodori luminosi, l’anguria succosa, la lattuga croccante e, naturalmente, la pannocchia di mais fresca con burro. Prima di cuocere il mais, tuttavia, è essenziale una corretta conservazione. In effetti, il tuo metodo di conservazione potrebbe fare la differenza tra mais insipido e amido e pannocchie perfette.

Continua a leggere per suggerimenti utili su come conservare il mais per garantire il miglior sapore.

Come scegliere il mais

Cerca le bucce verdi, strette e non secche. È un buon segno se anche le estremità marroni della seta che spuntano in alto sono umide.

Verifica la presenza di piccoli buchi nella buccia. Quelli sono buchi di vermi.

E dai all’orecchio una buona compressione dal basso verso l’alto. Dovrebbe risultare solido e rotondo e i chicchi sodi e riempiti da un’estremità all’altra.



Quale è il mais più dolce?

Discuti tutto quello che vuoi sul fatto che il mais giallo, di gran lunga il più popolare, sia più dolce del bianco o del bicolore. Il colore non c’entra niente. La dolcezza è determinata dal tipo genetico di un mais e dalle sue condizioni di crescita.

Dei tre tipi genetici di base del mais dolce, il gene su, che sta per zuccherino, produce un mais dolce perfettamente rispettabile. Il gene se, o zucchero potenziato, aumenta la dolcezza e la tenerezza dei chicchi. Il mais Sh2 o superdolce rimane ancora più dolce ancora più a lungo.

Poi c’è il mais con un mix di tutti e tre i geni, chiamato multi-gene. È un mais di livello superiore in termini di sapore, consistenza e ritenzione di zucchero.

Detto questo, se le condizioni del suolo, l’irrigazione o i tempi del raccolto non sono corretti o se tu, caro acquirente, continui a ritirare quelle bucce!, ciò può avere un impatto negativo sul mais, indipendentemente dal tipo.



Quando è di stagione il mais?

Il mais viene raccolto nei mesi caldi, con un’alta stagione dalla tarda primavera all’inizio dell’autunno.

Come conservare il mais crudo

La prima cosa è: non rimuovere la buccia finché non è assolutamente necessario.

Il mais inizia a seccarsi e diventa amido non appena viene raccolto. Esporre i chicchi sensibili all’aria non farà che accelerare quei processi.

È meglio usare il mais il giorno in cui lo compri o lo raccogli. Tuttavia, puoi mantenerlo fresco più a lungo conservandolo, non lavato e non sbucciato, in un sacchetto di plastica sigillato nel cassetto del frigorifero. Questo lo manterrà utilizzabile per circa cinque o sette giorni.

Se hai già sbucciato il mais, segui gli stessi passaggi, ma prova a consumarlo in un giorno o due.



Come conservare il mais cotto

Avvolgere il mais cotto (sopra o fuori la pannocchia) in un foglio di alluminio e poi metterlo in un contenitore ermetico. Conservare in frigorifero per tre o cinque giorni.

Come congelare il mais

Se vuoi mantenere il mais gustoso e sicuro da mangiare più a lungo, potresti prendere in considerazione l’idea di congelarlo. Per congelare la pannocchia di mais:

  1. Sgusciare e sbollentare il mais. Non saltare questo passaggio, anche se hai poco tempo. Sbollentare il mais prima del congelamento aiuta a preservarne il colore giallo ed evita la necessità di cuocerlo dopo lo scongelamento.
  2. Taglia il mais dalla pannocchia. Usa un coltello seghettato per “segare” i noccioli dalla pannocchia e su un canovaccio. Da lì, puoi quindi raccogliere facilmente i noccioli in una ciotola o in un sacchetto di plastica.
  3. Bagnare il mais. Metti in un sacchetto per congelatore e in un sacchetto con chiusura lampo, etichetta con la data e le misure (questo ti tornerà utile quando sei pronto per cucinare) e congela fino a un anno.

Articolo correlato: Come conservare la polenta.