Come conservare il burro di arachidi

Il burro di arachidi è una star della cucina americana, ma è anche molto presente in alcune cucine asiatiche e africane (pasta di arachidi). È popolare tra gli appassionati di body-building e fitness, che ne lodano le qualità nutrizionali piuttosto notevoli.

Ma soprattutto è una specialità deliziosa che può esaltare piatti dolci e salati.

Dunque, impariamo a conservalo correttamente per utilizzarlo in molteplici ricette.



Cos’è il burro?

Il burro è uno dei grassi più utilizzati in Francia e di cui siamo i maggiori consumatori in tutto il mondo. Si trova dolce o salato e può anche essere aromatizzato in alcuni negozi di alimentari. Crudo su pane tostato o cotto nei piatti, è uno dei capisaldi della cucina francese.

Caratteristiche del burro:

Il burro è uno dei grassi più utilizzati in Italia e di cui siamo i maggiori consumatori in tutto il mondo. Si trova dolce o salato e può anche essere aromatizzato in alcuni negozi di alimentari. Crudo su pane tostato o cotto nei piatti, è uno dei capisaldi della cucina italiana.



Caratteristiche del burro:

  • Ad alto contenuto calorico;
  • Ricco di acidi grassi saturi;
  • Fonte di colesterolo;
  • Fonte di vitamina A;
  • Mantiene la pelle sana.

Il burro è un alimento molto ricco di lipidi (in particolare di acidi grassi saturi) quindi calorico con 753 Cal/100 g. Inoltre è ricco di colesterolo, beta-carotene e vitamina D. D’altra parte, brilla per l’assenza di vitamina C.

Conservare il burro di arachidi: La guida definitiva

È cremoso in modo soddisfacente, pieno di grassi sani e uno degli snack più sazianti che ti riempie, tipicamente consumato in principio negli USA, ora che è divenuto popolare anche da noi è bene sapere come conservare il burro di arachidi.

Sebbene il burro di arachidi sia stato un alimento base degli americani, oggi è divenuto molto popolare anche in Italia, e dunque è bene poterlo conservare correttamente. In realtà, è molto probabile che tu abbia già conservato il burro di arachidi, ma probabilmente in modo errato.



Il modo migliore per conservare il burro di arachidi

come conservare il burro di arachidi 1

Se stai mangiando burro di arachidi naturale, la soluzione migliore è conservarlo capovolto.

Il burro di arachidi naturale è composto solamente da arachidi e talvolta con una spolverata di sale piuttosto che oli e zucchero idrogenati (se vuoi sapere cosa sono). Ecco perché noterai una dell’olio che galleggia nella parte superiore del tuo barattolo di burro di arachidi naturale.

Questa separazione dell’olio è totalmente naturale. La soluzione per non ritrovarti con l’olio in cima alla crema di arachidi? Metti il ​​barattolo nella tua dispensa capovolto, e aiuterà a distribuire uniformemente gli oli vegetali, evitando che lo strato di olio salga verso l’alto.

Puoi conservare completamente il tuo burro di arachidi nella dispensa, a condizione che il burro venga consumato entro un mese dall’apertura.



Quindi, come regola generale, se sai che luciderai con il dito l’intero barattolo in meno di un mese, vai avanti e conservalo nella tua dispensa.

Se pensi di consumarlo in più tempo, opta per conservarlo in frigorifero per evitare che i grassi nel burro di arachidi diventino rancidi.

Se conservi la crema di arachidi in frigorifero, lascialo riposare a temperatura ambiente per circa 5-10 minuti prima di ogni utilizzo per evitare di versarlo in una crema di arachidi dura come la roccia.

Se vuoi sapere quali sia il valore nutrizionale, ti suggeriamo questa lettura.

Mentre se stai pensando a come fare il burro di arachidi in casa, ti invitiamo a visionare il video di Veglife Channel, che trovi di seguito.

Articoli correlati: