Come conservare le cozze crude, cotte e come pulirle correttamente

Come conservare le cozze

Le cozze sono tra i frutti di mare più versatili e gustosi per cui vale la pena imparare a conservare correttamente. Questi molluschi bivalve dalla caratteristica forma a goccia possono essere pescati o allevati, e in entrambi i casi si tratta di un alimento dal sapore deciso e intenso. Prima di cucinare le cozze è però fondamentale assicurarsi della loro freschezza e attuare una corretta pulizia e conservazione.

Spesso non è chiaro come gestire al meglio questi preziosi molluschi per mantenerne inalterato il sapore. Con pochi e semplici accorgimenti è possibile pulire, conservare e cucinare le cozze alla perfezione, esaltandone il gusto in tante appetitose ricette. Scopriamo insieme come fare per avere cozze sempre freschissime e sicure da portare in tavola.

Come pulire le cozze

Per garantire la perfetta pulizia delle cozze ed esaltarne il sapore, ci sono alcuni semplici passaggi da seguire:

  • Scegliere solo cozze con guscio integro, scartando quelle rotte o danneggiate. Verificare che siano ben chiuse, segno di freschezza.
  • Metterle in una bacinella capiente con abbondante acqua fredda e lasciarle in ammollo per 30 minuti circa. Questo serve ad espellere la sabbia residua.
  • Prendere le cozze una ad una e passare delicatamente un coltellino sulla superficie per eliminare le incrostazioni e le impurità.
  • Staccare con attenzione anche la barbetta, il bisso che fuoriesce dai gusci, tirandola verso il basso.
  • Per aprirle, inserire la punta del coltello nella fessura e far leva delicatamente fino a staccare le valve.
  • Risciacquarle accuratamente sotto acqua corrente fredda per eliminare residui di sabbia.
  • A questo punto le cozze sono perfettamente pulite e pronte per essere gustate o conservate.

Come conservare le cozze in frigorifero

Conservarle in frigorifero per qualche giorno è possibile, seguendo alcuni semplici accorgimenti:

  • Dopo averle pulite accuratamente, riporre le cozze in una capiente zuppiera o in un piatto fondo.
  • Coprirle completamente con un panno umido, strizzato e fatto aderire bene ai gusci. Questo serve a mantenerle umide ed evita che si aprano.
  • Non aggiungere acqua o altri liquidi direttamente sulle cozze.
  • Riporre la zuppiera nel ripiano più basso del frigo, dove la temperatura è più fredda.
  • Le cozze crude si possono conservare in frigo per 2-3 giorni al massimo.
  • Controllare ogni giorno ed eliminare l’eventuale liquido rilasciato, per evitare che si accumuli.
  • Prima dell’uso, verificare che non emanino cattivi odori e che i gusci siano ancora integri.
  • Seguendo queste indicazioni, le cozze si mantengono fresche per qualche giorno, pronte per essere gustate.

Come conservare le cozze nel freezer

Per congelare le cozze correttamente ed evitare spiacevoli alterazioni di sapore e consistenza, ci sono alcuni accorgimenti da seguire:

  • Scegliere cozze freschissime, assicurandosi che siano integre e ben chiuse. Pulirle accuratamente sotto l’acqua corrente.
  • Farle aprire a fiamma vivace in padella con aglio, prezzemolo e vino bianco. Scolarle e farle raffreddare rapidamente.
  • Disporre le cozze sgusciate e ben asciutte in sacchetti per alimenti, eliminando quanta più aria possibile.
  • Congelarle rapidamente a -18°C, dove possono essere conservate per 3-4 mesi.
  • Per utilizzarle, scongelarle lentamente in frigorifero per una notte. Non ricongelare una volta scongelate.
  • In questo modo è possibile gustare il sapore del mare anche quando le cozze non sono di stagione.

Come conservare le cozze sottovuoto

Le cozze si possono conservare sottovuoto, mantenendo così inalterate a lungo le loro proprietà organolettiche. Per farlo, è sufficiente riporle nelle apposite confezioni chiuse ermeticamente tramite aspirazione dell’aria. In questo modo il deterioramento è notevolmente rallentato. Le confezioni sottovuoto si trovano facilmente in commercio e presentano diversi vantaggi: possono essere conservate in frigorifero anche per una settimana, non perdono liquidi e mantengono tutto il sapore del prodotto fresco. Prima dell’uso, basta aprire la confezione e sciacquare brevemente le cozze sotto l’acqua corrente. In questo modo è possibile averle sempre pronte per essere gustate.

Come conservare le cozze cotte

Dopo essere state cotte, si prestano ad essere conservate per poterle gustare anche nei giorni successivi. Per far sì che mantengano intatte proprietà e sapore, ci sono alcuni accorgimenti da seguire:

  • Dopo aver aperto le cozze, estrarle dai gusci e conservare solo le parti edibili, scartando le valve.
  • Riporre le cozze sgusciate in contenitori ermetici, meglio se divisi in porzioni singole.
  • Coprire le cozze con il loro stesso liquido di cottura, che aiuta a mantenerle idratate.
  • Conservare in frigorifero per un massimo di 2-3 giorni.
  • Riscaldarle rapidamente in padella o al microonde prima di consumarle.
  • Non congelare le cozze cotte, si altererebbe irrimediabilmente la loro consistenza.
  • Seguendo questi semplici accorgimenti, è possibile apprezzare il sapore delle cozze cotte anche a distanza di qualche giorno dalla preparazione.

Letture correlate:

Preferenze Privacy