Come conservare aloe

Come conservare l’aloe vera è una delle preoccupazioni più diffuse in molte case. Il fabbisogno di aloe vera è in aumento e ciò comporta diverse domande relative a questa pianta, in particolare su come conservarla a lungo senza che perda la sua qualità originale.

La conservazione dell’aloe vera è considerata un passaggio essenziale da conoscere, poiché se si continua a lasciarla all’aperto dopo la raccolta, essa marcisce rapidamente, con conseguente perdita delle essenze naturali.

Se non volete acquistare o perdere tempo a piantare nuove piante, leggete e seguite i metodi riportati di seguito.

Mantenere il gel di aloe vera fresco più a lungo: 5 consigli per la conservazione

Nel mondo della cura naturale della pelle, il gel di aloe vera è uno dei bambini più cool del quartiere. Non solo può lenire le scottature e gestire l’acne, ma può anche idratare il cuoio capelluto. Ma nonostante tutti questi benefici, c’è solo uno svantaggio: Ha una durata di conservazione molto breve. Essendo un ingrediente completamente naturale e privo di conservanti, il gel di aloe vera puro può essere difficile da mantenere fresco.

Una volta estratta dalla foglia, la polpa deve essere utilizzata immediatamente o conservata in frigorifero. Qui può durare fino a una settimana, ma è probabile che si rovini entro 24 ore a temperatura ambiente. In entrambi i casi, è necessario gettare l’aloe vera al primo segno di scolorimento, odore sgradevole o muffa.

Per prolungare la durata di conservazione di questo prodotto di base per la cura della pelle e dei capelli, date un’occhiata a questi consigli per la conservazione dell’aloe vera. È il modo migliore per avere l’aloe e anche per usarla.

Conservazione aloe vera e temperatura

L’umidità e la temperatura sono i fattori che influenzano maggiormente la freschezza dell’aloe vera. Quindi, se c’è una sola cosa da fare, conservate sempre (sempre) il gel in frigorifero. Mentre la pianta di aloe vera prospera nei climi caldi e tropicali, le cose cambiano quando si taglia una foglia.

Il gel inizia immediatamente a decomporsi grazie a reazioni enzimatiche naturali e ai normali batteri presenti sulla pianta. Questo riduce la funzione dei suoi composti attivi, ma la refrigerazione può aiutare a rallentare il processo. Il gel si mantiene fresco per circa cinque-sette giorni.

Per conservare l’aloe utilizzare un contenitore ermetico

Come l’umidità e la temperatura, l’ossigeno è una cattiva notizia per il gel di aloe vera. L’ossigeno espone il gel a batteri nocivi e lo fa irrancidire più velocemente. Ecco perché è fondamentale utilizzare un contenitore ermetico, proprio come si farebbe con gli avanzi di cibo.

Optate per una bottiglia o un barattolo con tappo a vite, in modo da essere sicuri che sia sigillato al 100%.

Proteggere l’aloe dai danni della luce con contenitori non trasparenti.

Anche se il gel di aloe vera trascorrerà la maggior parte della sua vita in frigorifero, non sarebbe male proteggerlo anche dalla luce. Conservatelo in una bottiglia o in un barattolo ambrato, che assorbe i raggi UV e protegge i composti benefici del gel.

Infine, utilizzate sempre un contenitore pulito per limitare il rischio di contaminazione batterica. Lavatelo con acqua calda e sapone e lasciatelo asciugare completamente prima di utilizzarlo.

Per prolungare la durata di conservazione, congelate il gel in cubetti di ghiaccio

Quando avete più gel di aloe di quello che userete entro una settimana, congelatelo. In questo modo si otterrà una sensazione fantastica su una scottatura e si prolungherà notevolmente la sua durata di conservazione. Per congelare il gel, versatelo in una vaschetta per cubetti di ghiaccio e mettetela in freezer.

È molto più facile che congelare una grande porzione di gel di aloe e cercare di tagliarla in seguito. Per semplificare ulteriormente le cose, utilizzate una vaschetta di silicone flessibile, in modo da poter estrarre facilmente i cubetti.

Una volta congelati, trasferiteli in un sacchetto sigillabile e conservateli in freezer fino a un anno. Fate un favore a Madre Natura e optate per un sacchetto riutilizzabile a prova di congelatore, se possibile.

Potete usare una striscia di nastro adesivo per etichettare e datare il sacchetto. Quando è il momento di usare il gel, scongelare un cubetto a temperatura ambiente finché non raggiunge una consistenza spalmabile.

Tagliate la foglia, tagliate a cubetti la polpa e congelate

Se avete appena comprato o tagliato una foglia di aloe, potete tagliare la polpa a cubetti e congelarla invece di ridurla in gel. Per prima cosa, lavate la foglia per eliminare i batteri presenti sulla sua superficie. Mettetela in piedi in un contenitore per otto o 24 ore per far defluire la linfa.

Tagliate via i bordi frastagliati, quindi fate scorrere con attenzione un coltello sotto lo strato superiore della buccia. Con un cucchiaio, estrarre delicatamente la polpa in un unico pezzo.

Tagliare la polpa a cubetti di un centimetro, quindi trasferirla su una teglia rivestita di carta da forno. Congelare fino a quando non è completamente solido, quindi riporre in un sacchetto per il congelamento. Fatto e finito.

Come conservare aloe: Conclusioni

Con questi consigli per la conservazione dell’aloe vera, potrete sfruttare al meglio questo gel meravigliosamente rinfrescante. Assicuratevi solo di tenere d’occhio eventuali segni di deterioramento.

Se qualcosa ha un aspetto o un odore sgradevole, buttatelo via. La vostra pelle vi ringrazierà.