Intolleranza al cioccolato: Cause, sintomi e rimedi naturali per gestirla al meglio

Intolleranza al cioccolato

L’intolleranza al cioccolato è un problema comune che colpisce molte persone. Si tratta di una reazione avversa causata dalla presenza di alcuni componenti del cacao come la teobromina, la caffeina e i tanini. I sintomi più frequenti sono mal di testa, nausea, crampi addominali, diarrea e gonfiore addominale.

Questi sintomi compaiono in genere entro poche ore dall’assunzione di cioccolato. Esistono diversi gradi di intolleranza: da una leggera sensibilità fino a reazioni più severe. Le cause non sono ancora del tutto chiare ma sembrano essere implicati fattori genetici, enzimatici e del sistema immunitario. La diagnosi si basa soprattutto sull’anamnesi del paziente e su test di eliminazione/reintroduzione degli alimenti.

Per chi soffre di questo disturbo è consigliabile eliminare completamente il cioccolato dalla dieta e leggere attentamente le etichette dei prodotti, poiché il cacao è un ingrediente molto diffuso.

Cos’è l’allergia al cioccolato

Il cioccolato è un ingrediente conservato e utilizzato in molti alimenti, compresi alcuni che non sono particolarmente dolci. Sfortunatamente, alcune persone non hanno un’esperienza positiva quando consumano cioccolato. Questo può indicare che hanno o un’allergia al cioccolato o un’intolleranza al cioccolato.

Allergia al Cioccolato vs. Intolleranza/Sensibilità al Cioccolato

Le allergie al cioccolato e le sensibilità al cioccolato non sono la stessa cosa. Se mangi cioccolato e hai un’allergia al cioccolato, questa influisce sul tuo sistema immunitario, che rilascia sostanze chimiche come l’istamina nel flusso sanguigno. Se hai una sensibilità o intolleranza al cioccolato, la maggior parte delle reazioni avverrà nel tratto gastrointestinale (GI) o altrove nel tuo corpo.

Se scopri che il cioccolato “non ti fa bene”, comprendere i sintomi dell’allergia al cioccolato e dell’intolleranza al cioccolato è essenziale. Se hai un’allergia al cioccolato, dovresti evitare le cose che lo contengono.

Sintomi di una allergia al cioccolato

Un’allergia al cioccolato può causare una reazione più grave rispetto a quella causata dall’intolleranza al cioccolato, talvolta chiamata sensibilità al cioccolato. Potresti essere allergico se sperimenti uno qualsiasi dei seguenti sintomi quando consumi cioccolato:

  • Urticaria
  • Dispnea (difficoltà respiratoria)
  • Sibilanza
  • Crampi allo stomaco
  • Vomito
  • Gonfiore delle labbra, della lingua o della gola
  • Tutti i sintomi sopra elencati possono essere precursori di una reazione allergica potenzialmente letale chiamata anafilassi, che deve essere trattata immediatamente.

In caso di comparsa di uno qualsiasi di questi sintomi, è consigliabile consultare il proprio medico.

Sintomi dell’Intolleranza al cioccolato

Potresti avere intolleranza o sensibilità al cioccolato se sperimenti uno qualsiasi dei seguenti sintomi quando lo consumi:

  • Gonfiore, gas o crampi
  • Mal di testa
  • Eruzioni cutanee, orticaria o acne
  • Stitichezza
  • Mal di stomaco

Fortunatamente, i sintomi di intolleranza o sensibilità al cioccolato di solito non sono pericolosi per la vita e possono essere gestiti limitando il consumo di cioccolato o mangiando sostituti del cioccolato, come il carobio.

Cause

Poiché il cioccolato può includere una varietà di altri ingredienti, è possibile che le reazioni dopo aver mangiato cioccolato possano essere correlate a uno o più dei suoi componenti.

Alcuni di questi ingredienti includono:

  • Latte. Le allergie al lattosio sono comuni, specialmente nei bambini, e la maggior parte del cioccolato contiene almeno un po’ di latte.
  • Arachidi e frutta secca. Molti cioccolatini sono riempiti con burro di arachidi o frutta secca intera, che possono causare reazioni gravi per coloro che hanno allergie alle noci. Ma anche se il cioccolato non contiene noci, c’è la possibilità che possa entrare in contatto con residui di noci se viene prodotto sulla stessa linea di produzione. Se hai un’allergia alle noci, assicurati che il cioccolato sia stato prodotto in un’installazione priva di noci.
  • Soia. Il cioccolato è una miscela di due liquidi che altrimenti si separerebbero senza l’aggiunta di un emulsionante per mantenerlo solido a temperatura ambiente. L’emulsionante più comune è la lecitina di soia, che può essere un problema per coloro che hanno allergie alla soia. Controlla l’etichetta alimentare, che di solito indicherà se viene utilizzata la soia.
  • Mais. Il mais è molto difficile da evitare nella produzione alimentare industriale, e il cioccolato non fa eccezione. Lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio può essere utilizzato in alcuni cioccolatini. Il mais si trova anche in molti cioccolatini bianchi.
  • Grano e glutine. I cioccolatini riempiti spesso usano farina o amido di grano come legante, il che influisce su coloro che hanno la malattia celiaca o allergie al grano.

Ipersensibilità alla caffeina: Reazione alla caffeina nel cioccolato

È possibile che una persona che sperimenta una reazione dopo aver mangiato cioccolato possa reagire alla caffeina. S stima che una tavoletta di cioccolato da 100 grammi contenga circa 43 milligrammi di caffeina, che è approssimativamente la stessa quantità di mezza tazza di caffè.

Se sei altamente sensibile alla caffeina, potresti voler evitare il cioccolato. Il cioccolato fondente contiene significativamente più caffeina rispetto al cioccolato al latte.

Sintomi della sensibilità alla caffeina

Comportamento nervoso o agitato

  • Ansia Diarrea
  • Nausea o dolore allo stomaco
  • Aumento del battito cardiaco
  • Difficoltà a dormire
  • Irritabilità
  • Vertigini
  • Mal di testa

Alimenti da evitare

Dovresti evitare fonti ovvie di cioccolato come barrette di cioccolato e dessert se hai un’allergia o intolleranza al cioccolato. Tuttavia, dovresti anche essere consapevole che il cioccolato è un ingrediente presente in molti altri alimenti e bevande.

Ad esempio, spesso viene utilizzato nei caffè aromatizzati, nelle bevande alcoliche e nelle bibite analcoliche. Potresti trovarlo anche nelle marmellate, nelle marmellate e in alcune salse come il mole. Il cacao può persino essere un componente di farmaci come i lassativi.

Se sei allergico al cioccolato, probabilmente puoi comunque gustare il cioccolato bianco. Tuttavia, la tua reazione al cioccolato bianco dipenderà dalle ragioni effettive per cui sei allergico o sensibile al cioccolato.

Le persone che sono allergiche al cioccolato spesso lo sostituiscono nelle ricette con la caruba, un legume simile nel gusto e nel colore.

Se hai un’allergia alle noci o ai latticini, dovresti evitare il cioccolato che non indica specificamente che è privo di noci o latticini.

Fattori di rischio

Oltre al cacao e alla caffeina presenti nel cioccolato e agli ingredienti utilizzati dalle aziende per produrlo, esso comporta altri rischi. Ad esempio, alcuni cioccolati sono ricchi di nichel, il che significa che le persone con allergia al nichel non dovrebbero consumarli. Il cioccolato può anche contenere metalli pesanti come il cadmio e il piombo.

Diagnosi

Se sospetti di poter avere un’allergia o sensibilità al cioccolato, rivolgiti a un allergologo per un test di allergia al cioccolato. I metodi di diagnosi dell’allergia al cioccolato includono:

  • Test cutanei con puntura
  • Esami del sangue
  • Diete di eliminazione

Trattamento

A seconda che si abbia un’allergia o una intolleranza, il medico può consigliare di evitare completamente il cioccolato o di ridurne la quantità consumata. Se si ha un’allergia grave al cioccolato, potrebbe essere necessario portare con sé un dispositivo auto-iniettore contenente adrenalina. Questo ormone può fermare una reazione allergica.

Approfondimento:

Preferenze Privacy