Come conservare la camomilla

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Guida alla corretta conservazione della camomilla

Coloro che amano bere la camomilla conosceranno senza dubbio i modi su come conservare la camomilla dopo che è stata raccolta. Se sei incline a coltivare questa particolare erba, considera di conservarla nei modi elencati di seguito.

Come conservare la camomilla dopo la raccolta (procedura 1): asciugare i fiori

Questa è la tecnica migliore da usare poiché il gusto sarà alla sua massima qualità. Dopo aver tagliato i gambi dalla pianta principale, posizionali su un pezzo di stoffa pulito e asciutto e adagiali lì. Ora metti i fiori in un sacchetto di plastica nel cassetto e lasciali asciugare completamente per un paio di giorno. Al termine del processo di essiccazione, rimuovere i fiori dalla plastica. Scartare i tovaglioli di carta e ora sono pronti all’uso.

Come conservare la camomilla dopo la raccolta (procedura 2): il metodo di congelamento

Questo è simile ai passaggi che fai quando cerchi di conservare erbe come il prezzemolo e l’erba cipollina. Preparare rimuovendo prima i gambi, quindi prendi i fiori e mettili in un contenitore pulito e ermetico. Mettilo nel congelatore e non aprirlo fino a quando non sarà utilizzato. Puoi anche tagliare i fiori in pezzi più piccoli e conservarli in contenitori per cubetti di ghiaccio.

Come conservare la camomilla dopo la raccolta (procedura 3): adagiarla con le verdure

Questo è un metodo che molti produttori di camomilla preferiscono. Invece di congelare, conserva la camomilla in un luogo fresco e asciutto, aiuterà a preservare il sapore senza renderlo troppo duro. Indipendentemente da quanti metodi studi su come conservare la camomilla dopo che è stata raccolta, dovresti assicurarti che i fiori che usi siano puliti. Controlla sempre i fiori per assicurarti che non ci siano parassiti al loro interno, e puoi farlo scuotendo gli steli o, meglio ancora, capovolgendo il fiore, lasciando che gli insetti cadano da esso. Imparare a conservare la camomilla dopo che è stata raccolta è necessario se sei un bevitore frequente, ma anche se non lo sei, coltivare questa bellissima erba è qualcosa che dovresti considerare in quanto aggiunge stile anche al tuo giardino. Sapere come conservare la camomilla dopo che è stata raccolta non solo ti aiuterà a ottenere il massimo da questa erba, ma ti aiuterà anche a capire come conservare anche altre erbe, poiché il processo è simile. Quindi la tua conoscenza del giardinaggio aumenterà.

Info generali sulla camomilla

Le due varietà di camomilla più coltivate sono la camomilla tedesca e la camomilla romana. La camomilla romana è spesso usata come copertura del terreno o pianta rampicante usata per ammorbidire i bordi di un muro di pietra o di una passerella. La camomilla tedesca è l’erba annuale usata per preparare il tè. La camomilla tedesca è una pianta dall’aspetto delicato che è sorprendentemente resistente. Ha un aspetto quasi fiorito. I fiori profumati sono simili a margherite con petali bianchi che circondano un disco giallo. Gli steli non sono particolarmente forti e si piegano man mano che la pianta diventa più alta.

Come coltivare la camomilla tedesca

La camomilla tedesca è una pianta annuale, tuttavia, si auto-semina così facilmente che potresti pensare che sia una pianta perenne. La camomilla tedesca è facile da coltivare dal seme. Inizia con la semina in casa, circa sei settimane prima dell’ultima gelata prevista. I semi di camomilla hanno bisogno di luce per germogliare, quindi spargi semplicemente il seme e premi saldamente sul terreno, ma non coprire il seme con il terreno. I semi dovrebbero germogliare in sette o quattordici giorni. Puoi anche seminare direttamente la camomilla tedesca all’aperto. Otterrai una migliore germinazione se lo fai in autunno e lasci che il seme si stratifichi durante l’inverno, per un raccolto primaverile.

Come coltivare la camomilla romana

La camomilla romana è una pianta perenne che viene spesso utilizzata per la copertura del terreno. A differenza della camomilla tedesca, non produce molte fioriture; tuttavia, fornisce un delizioso aroma. La camomilla romana si coltiva facilmente dal seme; se permetti alle tue piante di andare a seminare alla fine della stagione, si auto-seminerà fornendo ancora più copertura del terreno l’anno successivo.

Quanta luce occorre per crescere alla camomilla tedesca

La camomilla tedesca crescerà in pieno sole o in ombra parziale. Le piante fioriscono meglio in pieno sole, ma nei climi caldi, l’ombra parziale è una scelta migliore. La camomilla tedesca tende ad essere una pianta a crescita bassa e strisciante che raggiunge un’altezza da 20 a 40 centimetri.

Quanta luce occorre per crescere alla camomilla romana

La camomilla romana richiede sole pieno o parziale. Più sole porta a una crescita più rapida, ma poiché questa pianta cresce rapidamente per natura, questo potrebbe non essere un problema.

Temperatura e umidità

La camomilla è in grado di prosperare in qualsiasi clima estivo sotto i 38 gradi. Poiché è resistente alla siccità, non richiede particolari considerazioni sull’umidità.

Fertilizzante

La camomilla non ha bisogno di fertilizzante; infatti, è effettivamente considerata un’erbaccia invasiva in alcune località perché cresce così rapidamente senza particolari necessità di alimentazione.

Parassiti della camomilla

La maggior parte degli insetti sta alla larga dalla camomilla. In effetti, è usato come deterrente per i parassiti del cetriolo. Tuttavia, afidi e tripidi a volte possono essere un problema. Entrambi possono essere lavati via dalla pianta o trattati con sapone insetticida. Nel video sottostante di Fiori e Odori, ci viene spiegato come coltivare, raccogliere e conservare la camomilla correttamente.

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Come conservare i pancake: La guida definitiva Esistono diverse tecniche su come conservare i pancake, e in questo articolo cercherò di spiegarti i vari procedimenti. Per risparmiare tempo e denaro, prepara i pancake in lotti e conservali nel congelatore…
Come conservare la salsa di pomodoro correttamente Contenuti dell’articolo Se sei qui è perché probabilmente vuoi sapere come conservare la salsa di pomodoro, bene, cercheremo di darti tutte le info necessarie per conservare il sugo di pomodoro correttamente. Quando…
Guida semplice per essiccare i carciofi I carciofi erano apprezzati dagli antichi Greci e Romani e fino ad oggi sono ampiamente utilizzati nella cucina mediterranea e italiana. La consistenza cremosa e burrosa del carciofo lo rende un’aggiunta perfetta a…
Come conservare la lattuga sminuzzata: il modo migliore Le insalate sono parte integrante di qualsiasi dieta sana. Non solo sono incredibilmente facili da preparare, ma la lattuga offre anche una miriade di benefici per la salute, che possono aiutarti…
Come conservare le ostriche fresche Segui i quattro passaggi seguenti per conservare le ostriche fresche. I migliori bar, ristoranti e hotel di ostriche in Italia utilizzano lo stesso metodo per conservare le ostriche. Step 1 Al ricevimento, apri la…
Come salare le carni per la conservazione e il sapore Diverse sono le lavorazioni che si sono sviluppate per la conservazione delle carni nel corso dei secoli. Il manzo essiccato è una forma di carne essiccata che viene salata…

Contenuti dell'articolo

Lascia un commento