Ragnetto rosso rimedi naturali

I ragnetti rossi (Tetranychus urticae) possono colpire le piante da esterno o quelle da interno in vaso. Pur essendo di dimensioni estremamente ridotte, possono causare danni ingenti, compromettendo la salute generale delle piante e rendendole vulnerabili alle malattie.

I ragnetti rossi si riproducono rapidamente e il problema può rapidamente sfuggire al controllo e trasformarsi in una vera e propria infestazione. I rimedi casalinghi contro i ragnetti delle piante possono aiutarvi a tenere sotto controllo il problema.

Cosa sono i ragnetti rossi?

Cugini di zecche, ragni, mietitori e scorpioni, gli acari sono piccoli aracnidi, piuttosto che insetti. Hanno le dimensioni di un singolo chicco di zucchero, quindi queste creature di forma ovale a otto zampe sono difficili da individuare senza l’aiuto di un microscopio o di una lente d’ingrandimento.

Attivi durante le condizioni calde e secche dell’estate, gli acari possono spostarsi da una pianta all’altra, o dall’esterno all’interno.

Come identificare i ragnetti rossi

I segni rivelatori di un’infestazione includono macchie bianche o gialle sulle foglie, cinghie sulle piante d’appartamento e foglie che cadono. Altri parassiti possono produrre problemi simili, quindi assicurati di avere a che fare con gli acari prima di pianificare la tua campagna di sfratto.

Come puoi sapere se hai un problema con gli acari? Ti consigliamo di tenere un foglio di carta bianca o un piatto di carta sotto le foglie dove si sospetta un’infestazione. Quindi, picchietta le foglie e, se ci sono degli acari, vedrai dei piccoli granelli cadere sulla carta e correre in giro.

Una volta identificati gli acari, è ora di sbarazzarsi di loro.

Come eliminare i ragnetti rossi dalle piante in maniera naturale

Eliminare i ragnetti rossi è difficile ma, con perseveranza, si può fare. Puoi farlo sia con controlli naturali che con controlli chimici ma in questo articolo parleremo solo dei rimedi naturali. Le opzioni chimiche non rientrano nella filosofia di questo blog.

Spruzzare la pianta con acqua

Un buon punto di partenza per la rimozione dei ragnetti è spruzzare la pianta con l’acqua. Utilizzate un tubo da giardino con un ugello a spruzzo per rimuovere polvere, ragnatele e acari dagli steli e da entrambi i lati delle foglie. La pressione dell’acqua deve essere abbastanza forte da spostare i parassiti, ma non così forte da danneggiare le piante.

Pulire con l’alcol per sfregamento

L’alcol per sfregamento è un rimedio casalingo semplice ed efficace contro i ragnetti. Versate l’alcol per sfregamento su un batuffolo di cotone o un bastoncino di cotone e strofinate entrambi i lati delle foglie della pianta. Lasciate che l’alcol rimanga sulla pianta per alcune ore, quindi lavatelo via con acqua.

Usare il sapone per piatti

Potete preparare una soluzione di sapone per piatti mescolando 3 cucchiai di sapone liquido per piatti con un litro d’acqua. Va bene un sapone liquido di Castiglia o un sapone per piatti non profumato e privo di coloranti. Versate la soluzione in un flacone spray e saturate sia la parte superiore che quella inferiore delle foglie. Ripetete l’operazione ogni cinque-sei giorni, a seconda delle necessità.

Provate gli oli essenziali

Gli oli essenziali hanno un ottimo profumo e diverse fragranze, tra cui rosmarino, camomilla, menta e coriandolo, sono efficaci per uccidere le uova e gli adulti di ragnetto. Riempite un flacone spray con acqua e aggiungete alcune gocce di uno degli oli essenziali suggeriti. Leggete l’etichetta per le indicazioni specifiche sulla diluizione. Agitare bene e spruzzare il liquido sulle foglie.

Preparare una soluzione di peperoncino

Mescolate 1 cucchiaino di pepe di Caienna e 1 tazza d’acqua in un frullatore. Un’altra opzione è quella di frullare un peperoncino piccante e una tazza d’acqua, versare la miscela filtrata in un flacone spray e applicarla sulla pianta colpita e sul terreno.

Gli acari del ragno sono respinti dal forte sapore e profumo del peperoncino. Indossate i guanti quando applicate lo spray sulla pianta, perché può irritare la pelle, ed evitate che vi entri negli occhi.



Preparate uno spray all’aglio o all’olio di canola

Schiacciate due spicchi d’aglio e metteteli in 1 litro d’acqua. Lasciare l’aglio in infusione nell’acqua per tutta la notte. Utilizzate un colino per rimuovere l’aglio, versate la soluzione in un flacone spray e applicatela sulla parte anteriore e posteriore delle foglie.

In alternativa, utilizzate uno spray all’olio di canola per i ragnetti, mescolando 1 cucchiaio di olio di canola con alcune gocce di sapone liquido. Diluite il tutto aggiungendo un quarto d’acqua. Mescolare bene la soluzione. Versatela quindi in un flacone spray e applicatela su entrambi i lati delle foglie.

Applicare un ammollo di olio di neem

Un ammollo nel terreno con olio di neem può essere un trattamento efficace contro gli acari delle piante. Aggiungete 1 cucchiaio di sapone per piatti o di sapone di Castiglia a 1 litro d’acqua e mescolate leggermente. Aggiungete quindi 2 cucchiai di olio di neem spremuto a freddo.

Mescolare nuovamente prima dell’applicazione. Per l’applicazione, aggiungere da 2 a 4 tazze di liquido al terreno della pianta, invece di usare acqua semplice.



Come tenere lontani gli acari dalle piante

In primo luogo, l’obiettivo è impedire agli acari di ragno di attaccare le tue piante. Prima di introdurre nuove piante d’appartamento nella tua casa, usa il test del white paper menzionato in precedenza per verificare la presenza di segni di acari. Se sono presenti acari, non acquistare quella pianta.

Una volta a casa (con una pianta non infetta), non esporre la tua nuova vegetazione vicino a finestre aperte o prese d’aria. Gli acari del ragno potrebbero entrare dall’esterno e prosperano in luoghi caldi e asciutti.

Anche ridurre al minimo la polvere sulle piante può aiutare a tenere lontani gli acari. Basta pulire le foglie delle piante con un panno umido ogni settimana.

L’irrigazione regolare delle piante può respingere gli acari, poiché questi parassiti preferiscono la secchezza.



Ragnetto rosso rimedi naturali: Domande frequenti

Quanto tempo ci vuole per sbarazzarsi degli acari del ragno?

Se la tua infestazione non è grave, a seconda del metodo di controllo degli acari, probabilmente ci vorranno alcune settimane per eliminare completamente gli acari.

Se opti per gli spray, applicali settimanalmente fino a quando il problema non sarà sotto controllo. Se usi insetti predatori, il problema dell’acaro del ragno potrebbe scomparire più rapidamente, poiché questi insetti possono divorare centinaia di acari al giorno.

Quali tipi di piante piacciono agli acari del ragno?

Gli acari si nutrono delle cellule di centinaia di varietà di piante. Amano le piante da esterno, come meloni, fragole, pomodori e alberi da frutto. Le piante d’appartamento preferite dagli acari includono fiori e arbusti ornamentali

Dovrei buttare via una pianta con gli acari?

Se questi parassiti delle piante d’appartamento sono fuori controllo, puoi impacchettare l’intera pianta e buttarla via con la spazzatura. È un modo rapido e permanente per sbarazzarsi degli acari. Sbarazzarsi della pianta infestata impedisce anche agli acari di trasferirsi su un’altra delle tue piante d’appartamento.

Nonostante il loro breve ciclo di vita, si riproducono rapidamente, quindi prima puoi controllarli, meglio è. A soli 5 giorni di vita, le femmine iniziano a deporre le uova, depositandone alcune centinaia durante la sua vita di tre o quattro settimane. Queste uova impiegano solo circa 72 ore per schiudersi.

Gli acari del ragno sono pericolosi?

Gli acari non sono dannosi per l’uomo, ma sono potenzialmente letali per la vita delle piante.



Qual è il tipo più comune di ragnetto rosso?

Gli acari del ragno non sono in realtà insetti, sono un tipo di aracnide. Alcune specie comuni di ragnetti rossi includono:

  • Ragnetto rosso del sud
  • Ragnetto rosso del carminio
  • Ragnetto rosso della fragola
  • Ragnetto rosso dell’abete rosso

A seconda del tipo, altri ragnetti rossi variano di colore dal rosso al verde al viola al nero al traslucido.

Il più comune di tutti è l’acaro del ragno a due macchie. Arancio-giallastro con una macchia scura su entrambi i lati del corpo, questi acari vivono insieme in colonie. Si aggrappano alla parte inferiore delle foglie e si nutrono della clorofilla della pianta.

Articoli correlati: