Metodi di conservazione degli alimenti

Metodi di conservazione degli alimenti e linee guida

Abbiamo l’imbarazzo della scelta quando si tratta di conservazione degli alimenti. Per prolungare la longevità del cibo utilizzato a casa o nella tua attività alimentare, puoi utilizzare la refrigerazione, il congelamento, l’inscatolamento, lo zucchero, la salatura e persino il confezionamento sottovuoto.

Inoltre, gli esperti di cibo sono costantemente alla ricerca di nuovi metodi di conservazione per ampliare le nostre opzioni.

Secoli di tentativi ed errori ci hanno insegnato i metodi più sicuri per la conservazione degli alimenti, a cui devi dare la priorità se vuoi mantenere la qualità e l’igiene degli alimenti conservati. La buona notizia è che, con la guida e i materiali giusti, puoi farlo facilmente in qualsiasi ambiente.

L’importanza della conservazione degli alimenti

metodi di conservazione degli alimenti 2

La conservazione degli alimenti si riferisce ai processi che utilizzi per preparare gli alimenti per una conservazione sicura e a lungo termine, sia che tu intenda utilizzarli a casa, per prepararli in una cucina commerciale o per venderli direttamente ai consumatori.

I metodi di conservazione aiutano a inibire la crescita batterica e altri tipi di deterioramento, il che significa che il cibo è sicuro e soddisfacente da mangiare in futuro.

Ci sono tre ragioni per cui la conservazione degli alimenti è importante:

  1. Per ridurre al minimo i batteri patogeni, il cibo in conservazione a lungo termine è a serio rischio di deterioramento a causa di batteri come E. coli, Salmonella e altri agenti patogeni. I batteri hanno bisogno solo di calore, umidità e tempo per moltiplicarsi rapidamente nel cibo, ma la conservazione del cibo inibisce una o più di queste condizioni e ne blocca la crescita. Per ulteriori informazioni, consulta il nostro elenco completo delle malattie trasmesse dagli alimenti.
  2. Per mantenere il cibo nella sua migliore qualità, il cibo si deteriora nel tempo a causa del deterioramento. In molti casi, un lieve deterioramento non rende il cibo pericoloso da mangiare, ma ne influenza in modo significativo il gusto, la consistenza e l’aspetto. Una corretta conservazione degli alimenti può aiutare a mantenere alcune di queste qualità, così come il valore nutritivo di alcuni alimenti.
  3. Per risparmiare denaro, i rifiuti sono costosi, sia a casa che in un ambiente commerciale. Idealmente, dovresti evitare di acquistare più di quanto puoi usare, ma vari metodi di conservazione, se eseguiti in modo sicuro, ti aiutano a mantenere frutta, verdura, carne, ecc. ben oltre la loro normale scadenza, quindi non è necessario gettarli.

Alcuni metodi di conservazione degli alimenti possono essere complicati, ma è probabile che acquisirai un vero senso di soddisfazione e orgoglio quando li applicherai con successo. Inoltre, poiché molti metodi di conservazione richiedono precisione e cura per mantenere la sicurezza alimentare, rafforzerai la tua consapevolezza dei rischi e delle buone pratiche di igiene alimentare.

Metodi comuni di conservazione degli alimenti

I metodi di conservazione degli alimenti vanno dal semplice processo di refrigerazione a procedure più complesse come l’inscatolamento. Altri ti aiutano a mantenere il tuo inventario in una cucina molto più a lungo, il che significa ridurre gli sprechi alimentari.

Le 6 sezioni seguenti esaminano i vari metodi di conservazione degli alimenti che puoi utilizzare e il modo più sicuro ed efficace per eseguirli.

Metodi di conservazione degli alimenti: Refrigerazione

Sebbene la refrigerazione sia un metodo di conservazione di base al giorno d’oggi, una volta era un lusso. Conservare il cibo a bassa temperatura è il modo più semplice e spesso più sicuro per conservare molti tipi di cibo, poiché il cibo che prevedi di raffreddare di solito richiede una preparazione minima o è già fatto per te.

I frigoriferi preservano la qualità e la sicurezza degli alimenti perché il freddo rallenta la crescita batterica e riduce al minimo il deterioramento. A seconda del tipo di alimento, può durare da pochi giorni a qualche settimana in frigorifero prima che la consistenza e il gusto si deteriorino..

Per refrigerare in sicurezza gli alimenti, dovresti:

  • Imposta il frigorifero a una temperatura compresa tra 1°C e 4°C .
  • Utilizzare frigoriferi separati, ove possibile, per cibi crudi e ad alto rischio o pronti per il consumo per ridurre al minimo la contaminazione incrociata. Se non è pratico utilizzare frigoriferi separati, dovresti sapere su quali ripiani del frigorifero dovresti conservare il cibo. Ad esempio, il cibo pronto dovrebbe essere sempre posizionato sopra il cibo crudo.
  • Assicurati di etichettare gli alimenti con la data di scadenza e di scadenza se rimuovi la confezione originale.
  • Evitare di sovraccaricare il frigorifero o di mettere gli alimenti davanti all’unità di raffreddamento. Assicurati che ci sia molto spazio tra gli alimenti per consentire la circolazione dell’aria.
  • Metti il ​​cibo in scatola in un contenitore separato prima di refrigerarlo. Quando si refrigera una lattina aperta, una piccola quantità di metallo si trasferisce al cibo che, sebbene non dannoso per il consumo, conferisce al cibo un sapore poco appetitoso.
  • Usa un sistema di conservazione degli alimenti FIFO per assicurarti di utilizzare quelli con il più vicino possibile prima o di consumare entro le date prima degli altri. Una corretta rotazione delle scorte riduce al minimo gli sprechi e fa risparmiare denaro.

Lo sapevi?:

Nel corso della storia, varie civiltà hanno tagliato e immagazzinato ghiaccio o neve per creare le condizioni per la refrigerazione. Il ghiaccio è stato persino spedito in tutto il mondo.

2 metodo di conservazione: Congelamento

Se conservato correttamente, il cibo congelato può durare per mesi. Infatti, poiché i batteri non possono crescere quando congelati, il cibo che tieni nel congelatore può rimanere sicuro da mangiare per periodi di tempo quasi indefiniti. Tuttavia, alla fine si deteriorerà in termini di qualità e diventerà poco appetitoso, quindi dovresti usare la maggior parte degli alimenti congelati entro pochi mesi o un anno.

Per congelare in sicurezza il cibo, dovresti:

  • Impostare il congelatore a una temperatura compresa tra -18°C e -22°C .
  • Mettere il cibo in contenitori ermetici o sacchetti per congelatore prima del congelamento. Un imballaggio adeguato è particolarmente importante per la carne, altrimenti potrebbe bruciarsi da congelatore e diventare non commestibile.
  • Congelare gli articoli solo prima della scadenza o entro la data di scadenza.
  • Non ricongelare mai il cibo scongelato, poiché offre ai batteri l’opportunità di crescere tra lo scongelamento. Dovresti usarlo subito o conservarlo in frigorifero per un massimo di 24 ore.
  • Sbrinare regolarmente il congelatore per mantenerlo libero da un accumulo di ghiaccio. Dovresti essere in grado di conservare gli alimenti congelati in frigorifero per un paio d’ore al massimo mentre il congelatore si scongela.
  • Etichetta il cibo con la data in cui lo congeli. Puoi fare riferimento alla data per vedere se dovresti usare il cibo prima che si deteriori. Usa la nostra guida online per verificare la durata del cibo nel congelatore.

Sapevi che:

In caso di interruzione di corrente, non aprire la porta del congelatore. Il cibo di solito rimane congelato per circa 24 ore anche se il congelatore si spegne, quindi non dovresti gettare nulla una volta ripristinata la corrente.

3 metodo: Con Zucchero

La conservazione del cibo in un ambiente ricco di zuccheri blocca la crescita batterica riducendo il contenuto di acqua del cibo. Funziona particolarmente bene per la frutta: puoi fare marmellate e marmellate che si conservano a lungo, e puoi conservarle con l’inscatolamento (vedi la sezione seguente).

Tutti i tipi di sostanze zuccherine funzionano bene per conservare il cibo, compresi i granuli di zucchero, lo sciroppo di zucchero o il miele. Alcune ricette di zucchero usano anche l’alcol insieme allo zucchero per preservare determinati alimenti.

Puoi usare lo zucchero per conservare cibi come:

  • Frutta: mele, pesche, prugne, albicocche, ciliegie e altro si conservano bene quando sono zuccherate.
  • Verdure: lo zenzero e la carota sono comunemente zuccherati e usati per condimenti o condimenti.
  • Alcuni pesci e carne: puoi unire lo zucchero con il sale o un altro liquido per fare una salamoia che aiuta a preservare la carne e ridurre la salsedine.

L’uso di una quantità eccessiva di zucchero comporta rischi per la salute, ma se si riduce la quantità di zucchero a un livello inferiore a quello necessario, è possibile che il cibo si deteriori. Assicurati di seguire le ricette zuccherate adatte condivise online o nei libri per ottenere la giusta quantità e assicurati di consumare cibi zuccherati con moderazione.

Inoltre:

La persona media consuma 24 chili di zucchero all’anno: sei volte la quantità consigliata.

4 Salatura

Simile allo zucchero, il sale estrae l’acqua dal cibo e blocca la crescita batterica. Ad alte concentrazioni, può persino distruggere le cellule dei batteri, anche se a questo punto il cibo è probabilmente poco appetitoso.

Esistono due forme di salatura:

  • Essiccazione a secco: si applica del sale al cibo, come la carne, e si lascia che estragga l’acqua.
  • Wet curing – meglio noto come salamoia, si mescola il sale con l’acqua e si aggiunge il cibo al liquido per conservarlo, di solito insieme all’inscatolamento (vedi la sezione sull’inscatolamento di questa guida).

Come con lo zucchero, il consumo eccessivo di sale può danneggiare la salute, quindi dovresti seguire le ricette di salatura adatte trovate online o nei libri di conservazione degli alimenti pubblicati. È inoltre necessario utilizzare sale appositamente progettato per il decapaggio o un sale kosher.

Info:

Gli antichi romani apprezzavano così tanto il sale come ingrediente per la conservazione degli alimenti che lo usavano come forma di moneta.

5 Inscatolamento

Tenere il cibo in scatola ne prolunga notevolmente la durata, ma solo se fatto correttamente. Il processo di inscatolamento preserva il cibo rimuovendo l’ossigeno attraverso un sigillo ermetico e contenendo il cibo in un ambiente acido, zuccherino o salato, dove i batteri non possono prosperare.

Dovresti seguire un processo di inscatolamento sicuro e corretto:

  • Seleziona cibo di buona qualità che è ancora al suo meglio prima o consuma entro la data. Maneggialo in modo igienico.
  • Acquista barattoli adatti e coperchi auto sigillanti appositamente progettati per l’inscatolamento. Non puoi riutilizzare vecchi barattoli di burro di arachidi e vasetti di marmellata; non garantiranno una chiusura ermetica.
  • Acquista uno scaffale per conserve.
  • Segui ricette di conservazione testate. Devi seguire attentamente ogni passaggio per assicurarti che i tuoi cibi in scatola si conservino in modo sicuro.

Segui questi passaggi per l’inscatolamento:

  • Scaldare prima i vasetti in acqua bollente (non bollente).
  • Preparare il cibo secondo la ricetta di conservazione. Di solito è necessario riscaldare il cibo fino all’ebollizione.
  • Rimuovere i vasetti dall’acqua e riempirli senza stringere con il cibo.
  • A seconda della ricetta, potresti riempire il vasetto interamente con il cibo (es. marmellata) oppure potresti dover aggiungere un liquido acido o salamoia , che farai bollire prima.
  • Lascia 1 cm di spazio di testa e applica il coperchio sigillante. Regolare il coperchio fino a quando la vestibilità è stretta con la punta delle dita.
  • Immergi i barattoli in acqua bollente usando la griglia per conserve per il periodo di tempo indicato nella ricetta.
  • Sfornare e mettere da parte a raffreddare per il tempo indicato.

È fondamentale seguire un processo di inscatolamento testato per aumentare la longevità e la sicurezza del cibo. Se inscatolato in modo improprio, il cibo contenente C. botulinum può produrre tossine che causano avvelenamento da botulismo : una condizione rara ma pericolosa per la vita. Fortunatamente, C. botulinum rimane inattivo in ambienti altamente acidi, quindi assicurati di seguire tutti i passaggi che richiedono l’aggiunta di acidi.

Sapevi che:

In risposta alla preoccupazione di Napoleone per i soldati che muoiono di malnutrizione, un uomo di nome Nicholas Appert inventò l’inscatolamento all’inizio del 1800.

6 Sottovuoto

Simile all’inscatolamento, il confezionamento sottovuoto priva i batteri dell’ossigeno creando un’atmosfera ermetica. Anche se il cibo potrebbe non durare tanto quanto le conserve, l’aspirapolvere prolunga comunque la sua durata di conservazione molto più a lungo rispetto alla conservazione del cibo in frigorifero o in un armadio.

Il confezionamento sottovuoto ha valore anche come metodo di conservazione perché ne preserva la qualità senza bisogno di altri ingredienti (a differenza dell’inscatolamento). Di solito mantiene l’odore, il colore, il gusto e la consistenza del cibo, il che è particolarmente desiderabile per la carne che intendi cucinare al sangue. In assenza di aria, il cibo confezionato sottovuoto mantiene anche la sua umidità, il che garantisce una qualità ottimale del cibo.

Oltre alla conservazione, il confezionamento sottovuoto funziona bene anche per la preparazione degli alimenti. Molti chef confezionano sottovuoto ingredienti specifici e li cuociono a una temperatura precisa per produrre risultati unici.

Per confezionare in sicurezza gli alimenti sottovuoto, dovresti:

  • Preparare il cibo in modo igienico. Lavare frutta e verdura e tagliare la pelle, il grasso e le ossa indesiderate dalla carne.
  • Mettere il cibo all’interno di un apposito sacchetto di plastica sottovuoto.
  • Alimentare il sacchetto di plastica in una macchina confezionatrice sottovuoto .
  • Far funzionare la confezionatrice sottovuoto.
  • Conservare in frigorifero o in un luogo fresco e asciutto.

Puoi seguire determinati metodi che non richiedono una macchina per confezionare il cibo sottovuoto, se lo desideri, ma di solito sacrificano la sicurezza alimentare e producono risultati variabili. Ricorda: per prevenire il botulismo, la confezione ermetica deve essere azzeccata. In un ambiente commerciale, utilizzare sempre attrezzature adeguate per il confezionamento sottovuoto. Conserverai il cibo in modo sicuro e lo renderai sicuro da mangiare in un secondo momento.

Sapevi che:

Puoi sigillare sottovuoto molti alimenti, ma dovresti evitare formaggio a pasta molle, funghi, broccoli, cavoli e cavolini di Bruxelles. Emettono gas che espandono il sacco e portano al deterioramento.

Articolo correlato: Quanto dura il cibo congelato.