Come coltivare l’amaranto

L’amaranto è una pianta di breve durata, tenera al gelo, sia ornamentale che commestibile. Popolare per la lettiera estiva e facile da coltivare, l’amaranto ha un aspetto drammatico e immensamente appariscente con enormi fiori cremisi simili a nappe, viola o verdi o fogliame dai colori brillanti.

L’amaranto è conosciuto con molti nomi: una delle varietà da fiore più popolari è ‘ Love Lies Bleeding ‘ (fiore di nappa) e per uso commestibile i suoi nomi includono amaranto, spinaci caraibici, grano Inca, amaranto cinese, callaloo, tampala e spinaci cinesi.

Sia le foglie che i semi sono commestibili e questa pianta è altamente nutriente. Le foglie sono ricche di vitamina C e ferro con un sapore simile agli spinaci, e i semi senza glutine hanno un sapore di nocciola sono ricchi di proteine ​​e calcio. L’amaranto è un buon fiore reciso e può anche essere essiccato per le composizioni.

Coltivare l’amaranto è anche un ottimo modo per coltivare il tuo cibo per uccelli selvatici: gli uccelli adorano mangiare i semi.

Coltivazione dell’amaranto

Nonostante il suo aspetto esotico, questo annuale semi-resistente amante del sole è facile da coltivare dai semi. O seminare al coperto all’inizio della primavera per il colore all’inizio dell’estate, o direttamente nel terreno all’aperto.

Coltiva l’amaranto per l’interesse di fiori e fogliame come parte di uno schema di lettiera in bordure con fiori dall’aspetto simile esotico come dalie, zinnie e girasoli o coltivalo in un giardino commestibile per la raccolta. Varietà più piccole di amaranto possono essere coltivate in vaso.

Dove coltivare l’amaranto

Coltiva l’amaranto in pieno sole e in qualsiasi terreno ragionevole che non diventi troppo secco, ad eccezione dell’Amaranto caudatus (amore-giace-sanguinamento) che tollera il terreno povero.

Sito varietà a crescita alta sul retro di un bordo, crescono quelle più corte nel mezzo di un bordo, sia in gruppi; mescolato con altre annuali colorate per creare un’esposizione di biancheria da letto estiva; o negli spazi vuoti nei confini tra piante rustiche di lunga durata. Per la raccolta, coltivare tra piante ornamentali, in un giardino commestibile o aiuole rialzate.

Come seminare l’amaranto

Inizia i semi al coperto intorno a marzo, seminando su un compost di semi umido. Evita di coprire il compost poiché i semi hanno bisogno di luce per germogliare: copri invece con un sottile strato di perlite o usa del polietilene o un propagatore per assicurarti che i semi non si secchino Conservare a una temperatura di 20°C affinché i semi germinino in modo affidabile.

Una volta che le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, trapiantare in piccoli vasi individuali o vassoi modulari e crescere fino a quando non saranno sufficientemente grandi per essere piantate.

In alternativa, seminare all’esterno in un terreno umido da metà a tarda primavera. Piantine sottili a una distanza compresa tra 30 e 60 cm, a seconda delle dimensioni finali della varietà.

Come piantare l’amaranto

Indurisci le piante che crescono al coperto per acclimatarle all’esterno prima di piantare in tarda primavera o all’inizio dell’estate una volta passate le gelate. Piantare in un terreno non troppo ricco, distanziando le piante a 30-60 cm l’una dall’altra a seconda delle dimensioni. Innaffia subito dopo la semina.

Prendersi cura dell’amaranto

Dopo la semina, annaffiare durante i periodi di siccità per le prime settimane fino a quando non si stabiliscono e quindi annaffiare solo durante la stagione secca. Le piante a semina diretta necessitano solo di annaffiature approfondite occasionali se il clima è asciutto. Le varietà a crescita alta potrebbero aver bisogno di picchettamento o supporto.

Come raccogliere e utilizzare l’amaranto

Sia le foglie che i semi sono commestibili. Raccogli le foglie piccole e tenere da usare nelle insalate; usa le foglie giovani o più vecchie in saltate in padella, curry e molti altri piatti. I semi sono simili alla quinoa con un leggero sapore di nocciola e ancora una volta possono essere aggiunti a una vasta gamma di piatti.

Raccogli i semi maturi alla fine dell’estate o in autunno scuotendo le teste dei semi sopra un contenitore o in un sacchetto mentre sono ancora sulla pianta. In alternativa, tagliare la testa del seme e appenderla a testa in giù chiusa in un sacchetto per alcuni giorni fino alla caduta dei semi.

Consigli per la coltivazione di amaranto

L’amaranto viene solitamente coltivato da seme, ma in primavera potresti trovare giovani piante a spina disponibili online.
Quasi tutti gli amaranto sono commestibili, ma le varietà vendute per il consumo sono state selezionate per la loro buona produzione di semi e foglie gustose.
Controlla di avere il posto giusto per coltivare l’amaranto: hanno bisogno di un posto soleggiato.

Come coltivare l’amaranto: Risoluzione dei problemi

L’amaranto è per lo più facile da coltivare. Le malattie da virus possono verificarsi quando le piante sviluppano foglie pallide, malsane o screziate: non esiste una cura e le piante colpite devono essere distrutte.

Poiché gli afidi trasmettono virus, ispeziona regolarmente le piante: le piccole infestazioni possono essere controllate schiacciandole manualmente o con metodi semplici e privi di sostanze chimiche.

Leggi anche: Come essiccare la salvia.