Come coltivare la sansevieria

La pianta del serpente ( Sansevieria ) è una pianta da appartamento sorprendente, con foglie a forma di spada. Le sue foglie appuntite gli hanno dato il soprannome di lingua di suocera. Esistono diverse varietà, tutte con forme e colori delle foglie leggermente diversi.

La pianta del serpente potrebbe essere descritta come la pianta d’appartamento perfetta: sembra sempre fresca ma richiede una manutenzione incredibilmente bassa. Non ha bisogno di cure e può sopravvivere a un lungo periodo di abbandono. Non è esigente riguardo alla sua posizione e ha bisogno di una piccola annaffiatura.

È un’ottima pianta per i principianti in quanto è praticamente indistruttibile.

La pianta del serpente è anche un buon purificatore d’aria come altre piante: la ricerca della NASA ha dimostrato che le piante del serpente possono rimuovere le tossine, come la formaldeide e il benzene, dall’aria all’interno della tua casa.

Le piante di serpente sono mediamente tossiche per l’uomo, i gatti e i cani se ingerite.

Come coltivare piante di serpente

Idealmente, coltiva la tua pianta in un luogo luminoso, lontano dal sole diretto. Innaffia solo quando il compost si è asciugato. Beneficerà di un’alimentazione liquida una volta al mese, da aprile a settembre.

Dove coltivare le piante di serpente

Idealmente, dai alla tua pianta di serpente un punto luminoso, al riparo dalla luce solare diretta. Farà fronte in un angolo buio ma potrebbe perdere alcune delle attraenti variegature sulle foglie.



Come piantare una pianta serpente

Probabilmente puoi tenere la tua pianta di serpente nel suo vaso originale per un po’ dopo averla portata a casa, a meno che le sue radici non esplodano dal fondo del vaso. Le piante di serpente crescono relativamente lentamente, quindi non avranno bisogno di rinvasare così spesso.

Se è diventato troppo grande per il suo vaso attuale, rinvasalo in primavera in uno leggermente più grande. Usa il compost di piante da appartamento o di cactus, o un normale compost multiuso senza torba con l’aggiunta di un po’ di grana orticola. Se la tua pianta di serpente è alta, potresti piantarla in un vaso pesante, per evitare che si rovesci.

Prendersi cura di una pianta serpente

Le piante dei serpenti non hanno bisogno di molta acqua, basta annaffiare ogni volta che il terreno è asciutto. Assicurati di far defluire completamente l’acqua – non lasciare che la pianta sieda nell’acqua poiché ciò potrebbe far marcire le radici. Le piante dei serpenti hanno bisogno di pochissima acqua in inverno.



Nutri una volta al mese da aprile a settembre. Pulisci le foglie di tanto in tanto, per evitare la formazione di polvere. Fai attenzione a non danneggiare le punte delle foglie: questo fermerà la crescita della pianta. Le piante di serpente possono far fronte a correnti d’aria e aria secca e non hanno bisogno di nebulizzazione.

Come propagare una pianta di serpente

Puoi propagare le piante di serpente prelevando talee di foglie, ma il metodo più semplice è dividere. Usando un coltello, taglia con cura una foglia e un pezzo di radice e piantalo in un vasetto di compost. Innaffia bene e metti la talea in un punto luminoso, al riparo dalla luce solare diretta.

Piante di serpente in crescita: risoluzione dei problemi

Le foglie gialle sono un segno di eccessiva irrigazione, soprattutto in inverno. Controlla la base delle foglie e le radici per marcire. Lascia asciugare il compost prima di annaffiare di nuovo e lascia sempre defluire l’acqua. Le piante di serpente non hanno bisogno di molta acqua, specialmente nei mesi invernali.

Le foglie rugose significano che potresti aver annaffiato la tua pianta. Innaffia leggermente per alcuni giorni e dovrebbe ravvivarsi.



Se le foglie cadono lateralmente, potresti aver innaffiato troppo o troppo le tue piante. Potrebbe anche non ricevere abbastanza luce. Le foglie alte e più vecchie di tanto in tanto crollano.

Potresti avvistare cocciniglie sul fogliame. Fai attenzione agli insetti che sembrano macchie bianche e soffici sul lato inferiore delle foglie. Puliscili con un panno umido o un batuffolo di cotone imbevuto di un insetticida che contiene acidi grassi o oli vegetali

Varietà di piante di serpente da coltivare

  • La Sansevieria trifasciata ‘Laurentii’ è il tipo più comune di pianta serpente, con foglie grigio-verdi e un bordo giallo crema.
  • La Sansevieria cylindrica (lancia africana) ha foglie lisce, cilindriche, erette con variegature grigio-verdi. Raggiunge circa 70 cm di altezza.
  • La Sansevieria trifasciata ‘Hahnii’ (pianta serpente nido d’uccello) è una pianta compatta che raggiunge circa 20 cm di altezza. Si dice che la sua rosetta di foglie assomigli a un nido d’uccello.

Articoli correlati: