Come conservare le prugne

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come conservare le prugne: I nostri consigli

Contenuti dell'articolo

Se ami mangiare questo fantastico frutto, è bene sapere come conservare le prugne correttamente, e la prima osservazione che sentiamo di dare, è quella di acquistare frutti biologici, maturi e soprattutto senza ammaccature sulla loro superfice. In alternativa si possono acquistare anche le prugne acerbe per farle maturare a casa, ma la maturazione deve avvenire a temperatura ambiente e non devono essere riposte nel frigorifero.

Conservare le prugne in frigo è possibile farlo solo ed unicamente con le prugne mature, questo permetterà una conservazione fino a un mese.

Come conservare le prugne per il periodo invernale

Tuttavia, ci sono alcuni modi semplici ed efficaci per garantire che le nostre prugne vivano più a lungo. Ecco quindi come conservare le prugne per il periodo invernale:

  1. La prima opzione sono le prugne sciroppate. Oltre ad essere la nostra preparazione classica tradizionale, è anche una delle più gustose.
  2. Un’altra opzione sono le prugne secchea. In generale, l’essiccazione delle prugne è considerata una ricetta in sé. Questo metodo di preparazione è utile anche per realizzare tanti piatti molto famosi e prelibati, come il classico plumcake.
  3. Se hai molte prugne e vuoi conservarle nel modo più delizioso, c’è solo una strada da percorrere: la marmellata di prugne. Con questa ricetta non solo puoi conservare le prugne, ma puoi anche usarle ulteriormente, rendendole parte integrante di colazioni e merende o dolci salutari.

Come congelare le prugne

Il congelamento delle prugne è molto semplice. Ha più senso congelare tutto in una volta dato che passerai il tempo a preparare la frutta per il congelatore.

  • Taglia a metà e snocciola quante prugne vuoi congelare. Se preferisci sbucciarli, è più facile farlo prima di tagliarli a metà e denocciolarli.
  • Taglia le prugne a spicchi o qualsiasi altra forma tu voglia per dopo. Fette o cubetti sono forme versatili o semplicemente lasciarli a metà.
  • Adagiare le prugne sbucciate e tagliate su teglie in un unico strato. Se le hai tagliate in più forme e prevedi di utilizzare le diverse forme per varie ricette, cerca di mantenere ciascuna forma separata dalle altre.
  • Metti le teglie in un congelatore fino a quando le prugne non sono congelate. Questo richiederà da diverse ore a tutta la notte a seconda del congelatore e dello spessore dei pezzi di prugna.
  • Trasferisci le prugne congelate in sacchetti di plastica richiudibili o in un altro contenitore ermetico. Etichettare le buste e conservarle congelate finché non si è pronti per l’uso.

Cosa fare con le prugne congelate

Ora che hai congelato le tue prugne, ecco alcune idee su come usarle :

  • Usali in prodotti da forno come una gustosa torta di prugne o gnocchi di prugne tedesche . Se stai usando prugne congelate per fare marmellate o cuocere in una torta, non è necessario scongelare prima le prugne, basta iniziare a cucinare con le prugne congelate.
  • Congelare le prugne ti consente di metterle da parte e trasformarle in marmellata o chutney quando il tempo si è raffreddato e hai tempo per pensare alla pentola che ribolle.
  • Usa pezzi o spicchi di prugna congelata come “cubetti di ghiaccio” nel tè freddo, nella limonata, in un cocktail o in qualsiasi altra bevanda che potrebbe utilizzare un tocco di dolcezza morbida.

Quanto durano le prugne congelate?

Le prugne congelate si conservano per circa sei mesi in un congelatore collegato a un frigorifero e fino a un anno in un congelatore autonomo. Più tempo inizierà a degradare la qualità delle prugne, ma non è necessariamente pericoloso. Se trovi delle prugne che sono state lì dentro un po ‘più a lungo, trasformale in marmellata poiché la consistenza del frutto non ha importanza.

Curiosità sulle prugne

  • Le prugne non addolciscono dopo essere state raccolte, ma si ammorbidiranno.
  • La prugna giapponese fu introdotta negli Stati Uniti nel 1870 e divenne molto popolare.
  • Esistono oltre 2.000 varietà di prugne e circa 140 di esse sono disponibili negli Stati Uniti.
  • I cinesi credono che le prugne simbolizzino la fortuna.
  • Le prugne sono il secondo frutto più coltivato al mondo.

Valori nutrizionali e calorie della prugna

Calorie e valori nutrizionali delle prugne100 g di prugne contengono 42 kcal / 177 kj.Per 100 g di prodotto, inoltre, ci sono:

  • Acqua 87,50g
  • Carboidrati 10,50g
  • Zuccheri 10,50g
  • Proteine 0,50g
  • Grassi 0,10g
  • Fibra totale 1,50g
  • Sodio 2mg
  • Potassio 190mg
  • Ferro 0,20mg
  • Calcio 13mg
  • Fosforo 14mg
  • Vitamina B1 0,08mg
  • Vitamina B2 0,05mg
  • Vitamina B3 0,50mg
  • Vitamina A 16µg
  • Vitamina C 5mg

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Conservare correttamente le mandorle per mantenerle fresche e sicure Le mandorle sono uno spuntino fantastico e un complemento ideale per una dieta sana. Le mandorle sono ricche di sostanze nutritive, comprese fibre e proteine , e sono piuttosto gustose. Tuttavia, se sei…
Puoi congelare i peperoni ripieni? Assolutamente. Impara come congelare i tuoi peperoni ripieni in modo da poterne fare grandi quantità e gustarli in seguito….
Come conservare le melanzane crude tagliate e perché si dora così velocemente La melanzana è un alimento delizioso e versatile. Può essere il protagonista di un piatto o semplicemente fungere da forte personaggio di supporto. In ogni caso, molte…
Anche l’olio d’oliva rientra in due categorie distinte: raffinato e non raffinato….
Sia che il tuo giardino stia esplodendo di peperoncini, sia che tu ne abbia acquistato una grande quantità dal mercato agricolo locale o dal droghiere, probabilmente ti troverai di fronte a un enigma. Cosa devo fare con tutti i…
Conservare correttamente i cibi ti può aiutare anche per la palestra Il tuo corpo è una macchina. E, come tutte le macchine, ha bisogno del carburante giusto per funzionare bene, soprattutto se sei attivo, ovvero se fai attività fisica…

Contenuti dell'articolo

Lascia un commento