Come conservare le pere

Come conservare le pere

La pera è un frutto che può essere conservato come la mela, si mantiene molto bene, a seconda della varietà, il che offre la possibilità di variare il consumo di frutta in inverno quando la vegetazione non è in produzione. Il pero comune (Pyrus communis), originario dell’Asia occidentale e dell’Europa temperata, pur richiedendo più calore del melo (Malus communis), si trova in tutti i frutteti. Dolci, succose, profumate, fondenti, fruttate, piccole, bulbose, rosse, ecc., sono molte le varietà di pere disponibili, a patto che si impari a conservarle per gustarle meglio!

Da settembre, ottobre e talvolta anche novembre, se il clima lo consente, si raccolgono le pere. Tra quelle che cadono a terra e vengono consumati rapidamente e quelli che presentano tracce di malattie, vermi o funghi, una parte sana del raccolto può essere conservata per tutto l’inverno. Nelle giuste condizioni, le pere possono essere conservate fino alla fine dell’inverno o addirittura all’inizio della primavera. Dalla raccolta alla conservazione, ecco le regole da seguire per una conservazione ottimale delle pere.

Come conservare le pere appena raccolte

Raccogli le pere prima che siano mature, mentre se le lasci sull’albero a maturare, tendono a deteriorarsi dall’interno. L’esterno sembra buono, ma quando le apri, l’interno è morbido e marrone. Per una conservazione più lunga, conservare le pere acerbe a -1,1 ° C e con un’umidità dell’85-90%. Le pere fresche e acerbe si manterranno in queste condizioni per 2-5 mesi, a seconda della varietà.

L’alto contenuto di zucchero delle pere agisce come un antigelo naturale. Anche se non intendi conservare le pere molto a lungo, un breve raffreddamento migliorerà il sapore. La maggior parte delle pere acquistate sono già state raffreddate durante il trasporto, e sono pronte alla maturare.

Suggerimenti per la maturazione delle pere

  • A differenza di altri frutti, le pere maturano dall’interno verso l’esterno, quindi quando sono morbide all’esterno, la polpa interna potrebbe essere troppo matura e farinosa
  • Le pere mature devono essere conservate in frigorifero a una temperatura compresa tra 35 e 45 gradi
  • Lasciare le pere acerbe a temperatura ambiente per favorire la maturazione
  • Per accelerare il processo di maturazione, mettere le pere in un sacchetto di carta marrone. Questo intrappola l’etilene (un gas presente in natura) che le pere producono durante la maturazione.
  • Puoi anche posizionare le pere accanto alle banane o agli avocado per farle maturare. Proprio come le pere, entrambi i frutti rilasciano naturalmente etilene mentre maturano.
  • Alcune pere (come Bartlett ) cambiano colore man mano che maturano, ma molte no
  • Per determinare se una pera è matura, controlla quotidianamente il collo della pera. Esercita una leggera pressione con il pollice sull’estremità del gambo del frutto. Una volta che cede leggermente alla pressione, è maturo e pronto per essere gustato.
  • Goditi le pere entro pochi giorni dal raggiungimento della maturità desiderata

Come conservare le pere nel freezer

Per poter conservare le pere in freezer ed averle a disposizione fuori stagione, è necessario effettuare una corretta preparazione.

  • Scegliere pere mature e ben integre, lavarle, sbucciarle e tagliarle a fette sottili.
  • Irrorare le fettine con succo di limone per impedire l’annerimento.
  • Disporre le pere in un contenitore o su una teglia, senza sovrapporle.
  • Congelare per 1 ora, poi trasferire nei sacchetti per alimenti.
  • In alternativa, condire con sciroppo leggero di zucchero prima di congelare.
  • Riporre in freezer a -18°C.

Le pere surgelate si conservano per 8-10 mesi senza perdere proprietà e sapore. Da scongelare lentamente in frigo prima di consumarle.

Come conservare le pere essiccate

L’essiccazione è un ottimo metodo per conservarle a lungo, mantenendone inalterate le proprietà. Dopo averle lavate e tagliate a fettine sottili, le pere vanno distese su teglie foderate con carta forno senza sovrapporle. Le teglie vanno quindi infornate a circa 50-60°C per 6-8 ore, girando le fettine un paio di volte durante la cottura.

Quando risultano secche e leggermente rigide, le pere essiccate sono pronte. Vanno fatte raffreddare e riposte in barattoli di vetro con chiusura ermetica. Conservate in questo modo, le pere essiccate mantengono intatte vitamine, sali minerali e antiossidanti. Sono ottime per arricchire macedonie, muesli, dolci e yogurt.

Letture correlate:

Preferenze Privacy