Come conservare la curcuma

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come conservare la curcuma in due semplici procedure

Contenuti dell'articolo

Come conservare la radice di curcuma? In questo articolo imparerai come conservare facilmente la radice di curcuma fresca. Conservare in frigorifero per due settimane o nel congelatore per un massimo di sei mesi. È più che probabile che tu abbia già sentito parlare di questa spezia, simile a una radice d’arancia, che le persone usano con latte, curry indiano e persino tè. Ma lo sapevi che vanta anche importanti proprietà salutistiche come lo zenzero?

Qui, in questo articolo, ti spiego perché la curcuma fresca fa bene alla salute, come puoi cucinarla e come deve essere conservata.

Non è esattamente la più bella delle erbe e delle spezie fresche, poiché quando viene scavata nel terreno, è piuttosto brutta. Tuttavia, le apparenze possono ingannare. Di bell’aspetto non lo è certo, ma il suo gusto e i suoi benefici per la salute sono apprezzati in tutto il mondo.

Se vuoi saperne di più su cosa può fare questa spezia per la tua salute; o come ottenere il meglio da esso nelle tue ricette, continua a leggere.

Perché la curcuma fa bene?

La radice di curcuma, una volta pulita e spellata, è arancione brillante. Sebbene sia spesso indicato come una radice, tecnicamente è un rizoma, uno stelo che cresce sottoterra.

Poiché è uno stelo e non una radice, ha nodi che gli consentono di emettere altri gambi. È molto apprezzato per le sue caratteristiche antibatteriche, antinfiammatorie e antiossidanti.

La curcuma è ampiamente utilizzata nella medicina naturale ayurvedica e cinese. È stato documentato da secoli come usato per trattare le ferite e le condizioni della pelle, combattere le infiammazioni e combattere le infezioni.

Viene anche chiamato Haldi, Haridra, Jiang Huang e zafferano indiano in polvere poiché conferisce agli alimenti a cui viene aggiunto un caratteristico colore giallo.

La curcumina è il principale ingrediente attivo della curcuma. È una sostanza che ha dimostrato di ridurre l’insorgenza di particolari tipi di cancro nei paesi in cui i residenti la consumano come parte della loro dieta di routine.

La curcuma essiccata è il risultato della rimozione della pelle del rizoma, dell’ebollizione e dell’essiccazione, per poi macinarla in polvere. La curcuma fresca e macinata sono diverse tra loro come il gesso e il formaggio perché la versione in polvere perde gran parte dei suoi oli speciali.

Tuttavia, mantiene il suo colore e aggiunge un calore terroso ai piatti a cui viene aggiunto.

Un’ottima lettura sulla curcuma:

  • Uno studio generale sulla curcumina e sui suoi effetti
  • Ruolo della curcumina nella prevenzione e nel trattamento delle malattie
  • 10 benefici della curcuma

Differenza tra curcuma fresca e secca

Per quanto riguarda la cottura con la curcuma, ci sono due o tre opzioni. Puoi usarlo fresco, intero essiccato o macinato.

Le nostre preferenze sono di usarla fresca quando si salta o si preparano frullati e macinato quando si arrostiscono le verdure o si prepara il riso pilaf in quanto gli conferisce un ottimo colore. Ecco la guida rapida alla curcuma fresca e secca.

Curcuma fresca

La curcuma fresca assomiglia un po’ alla radice di zenzero fresco, infatti è un membro della stessa famiglia. Come con lo zenzero, il sapore della curcuma fresca è più vibrante di quando è essiccata.

La polpa del rizoma è di un vivace colore arancio, e ha un sapore leggermente acre, terroso, pepato con un pizzico di amaro.

Quando la curcuma fresca è più matura, la pelle tende ad essere più spessa e deve essere raschiata via prima di utilizzare la polpa.

Come con la radice di zenzero fresco, puoi tagliare la curcuma fresca in diversi modi; in fette a forma di moneta, fiammiferi fini o cubetti. Puoi anche grattugiarlo usando un Microplane o una grattugia.

Puoi aspettarti di trovarlo nella sezione erbe fresche e spezie del tuo negozio di alimentari locale. Puoi anche trovarlo nei negozi asiatici e indiani e in alcuni negozi di salute.

Quando selezioni i rizomi di curcuma freschi, evita tutto ciò che sembra morbido, secco o raggrinzito e scegli quelli più sodi. Quando lo porti a casa, conservalo in un contenitore ermetico o in una busta a chiusura lampo nel tuo frigorifero dove si manterrà bene per un massimo di due settimane. Se vuoi conservarlo più a lungo, puoi metterlo nel congelatore per qualche mese.

Curcuma essiccata

Asciuga la curcuma sbucciando o raschiando la pelle, facendo bollire i rizomi, quindi asciugandoli e mantenendo i pezzi interi, o macinandoli in una polvere fine.

La curcuma macinata perde parte dei suoi oli ed è meno potente. Ma nella sua forma macinata, è perfetto per essere aggiunto a casseruole, stufati e, naturalmente, curry.

Trovo che si ottenga il massimo dal suo sapore unico quando lo si affetta o lo si grattugia da fresco.

Un buon consiglio per aiutarti a trovare la curcuma più fresca è fare acquisti in drogherie etniche o negozi specializzati nella vendita di erbe aromatiche e spezie intere e fresche.

Dal punto di vista del colore, la curcuma fresca può essere ovunque dal giallo scuro all’arancione brillante. Trovo che il miglior indicatore di freschezza sia il suo aroma pungente: più è intenso, meglio è.

I rizomi secchi interi si conservano fino a un anno se conservati in un armadio buio e fresco, all’interno di un contenitore ermetico.

Come sbucciare la curcuma fresca

Una volta sbucciata la curcuma fresca, può essere grattugiata o affettata, ma qual è il modo migliore per sbucciarla?

La facilità di pelatura dipende dalla freschezza. Più è vecchio, più diventa difficile sbucciarlo, ma non è mai così difficile.

Un modo che funziona sempre è usare un pelapatate o un coltello da cucina . Ma se è veramente fresco, si può togliere la buccia strofinando i rizomi con il dorso di un cucchiaio.

Dopo aver tolto la pelle, la sua polpa terrosa e arancione è pronta per l’uso. A me piace grattugiato finemente. Poiché non è fibroso come lo zenzero, grattugia magnificamente.

Come conservare la curcuma in frigorifero e quanto dura

Se è ancora intatta con la sua buccia, puoi conservare la curcuma fresca in frigorifero per un massimo di due settimane.

Tuttavia, è meglio assicurarsi che sia il più asciutto possibile, quindi se i rizomi sono bagnati o umidi, asciugali con un foglio di carta da cucina e mettili in un sacchetto di plastica a chiusura lampo.

Guardalo di tanto in tanto quando è conservato in frigorifero per verificare eventuali punti di sviluppo di muffe. Se ne trovi qualcuno, puoi ritagliarli e tenere il resto. Due settimane è il tempo massimo di conservazione, dopo di che dovresti buttarlo via.

Se hai intenzione di conservarlo più a lungo, puoi affettarlo, avvolgerlo e conservarlo nel congelatore per molti mesi. La curcuma congelata perderà parte della sua consistenza solida, ma se utilizzata in ricette che richiedono che venga tritata o schiacciata, nessun problema.

Come conservare la ridice di curcuma

Come ogni prodotto crudo, la curcuma fresca è deperibile con una breve durata in frigorifero. Puoi conservare le radici in due modi: conservale in frigorifero o conservale nel congelatore.

Step1: Prima di conservare la curcuma fresca, è necessario eliminare lo sporco con uno spazzolino. Ovunque provenga, dal tuo negozio di alimentari locale o dal tuo giardino interno, la pulizia prima della conservazione è essenziale.

Puoi usare le dita per sbarazzarti della terra che potrebbe essere attaccata o dargli uno scrub vigoroso con una spazzola per verdure. I rizomi possono essere piuttosto nodosi, quindi assicurati di pulirli accuratamente.

Step2: Asciugare con un pezzo di carta da cucina. Il problema più comune con la conservazione della radice di curcuma nel frigorifero è che si può sviluppare la muffa. Asciugarlo correttamente aiuta a evitare che ciò accada.

Step3: Per aiutare a mantenerlo asciutto e assorbire l’eventuale condensa che potrebbe formarsi su di esso se conservato in frigorifero, mi piace avvolgere i rizomi in un canovaccio di carta da cucina asciutto e poi metterli in un sacchetto con chiusura a zip.

Non avvolgerli troppo stretti, però. Dai loro la possibilità di respirare. Prima di mettere la busta in frigo, spremere quanta più aria possibile prima di sigillarla.

Un’altra idea è quella di avvolgere la curcuma in un sacchetto di carta se non hai un panno da cucina a portata di mano. Anche questo assorbirà l’umidità che potrebbe formarsi.

Step4: Trova un’area all’interno del tuo frigorifero in cui puoi facilmente vedere la curcuma insaccata, o potrebbe essere un caso di, fuori dalla vista, fuori dalla mente. Non vuoi conservare per più di due settimane.

Come ho detto prima, se noti delle macchie di muffa, tagliale e ripristina il resto del rizoma in un nuovo pezzo di carta da cucina, poiché il vecchio pezzo potrebbe essere contaminato da spore.

Come congelare la curcuma

Step1: Lavate il Rizoma, privatelo della pelle e tagliatelo a pezzetti.

Step2: Prendete il vostro robot da cucina e strofinate l’interno della ciotola con due o tre gocce di olio. Questo aiuta a pulire più facilmente la ciotola quando hai finito. Aggiungere i pezzi di curcuma e frullare in una pasta liscia.

Step3:

  • Prendete un piatto piano, copritelo con pellicola di plastica e spalmateci sopra uno strato sottile di pasta di curcuma.
  • Mettere in freezer per tre o quattro ore.
  • Una volta congelato, puoi togliere la pellicola di plastica (esce molto facilmente), quindi rompere la pasta di curcuma congelata in piccoli pezzi o, se preferisci, puoi tagliarla a pezzi con un coltello.

Man mano che spalmi la pasta solo sottilmente, scoprirai che si rompe facilmente. Metti i pezzi rotti in un sacchetto a chiusura lampo e riponili nel congelatore.

Step4: Ogni mattina, aggiungo un pezzetto di curcuma congelata al latte e lo metto nel microonde per qualche secondo. Aggiungi al latte quanto vuoi, ma non esagerare perché potrebbe risultare un po’ amaro. Pepe nero macinato per un effetto antinfiammatorio extra. È così facile, e la cosa migliore è che nessun grosso lavoro di pulizia ogni mattina.

 

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Come conservare e congelare i semi di melograno Contenuti dell’articolo Hai un melograno o due e non vuoi che vadano a male. Oppure hai gli arilli, ma sono troppi da usare in un paio di giorni. Puoi congelare i…
Come congelare le pesche nel modo migliore Contenuti dell’articolo Fai in modo che il frutto preferito dell’estate duri tutto l’anno. Scopri come congelare le pesche in cinque semplici passaggi. In gran parte del Paese (soprattutto qui al Sud) le…
Come conservare le pere appena raccolte da un albero Raccogli le pere prima che siano mature, mentre se le lasci sull’albero a maturare, tendono a deteriorarsi dall’interno. L’esterno sembra buono, ma quando le apri, l’interno è morbido e marrone….
Come conservare le melanzane correttamente Hai appena raccolto dal tuo orto o acquistato nel fruttivendolo sotto casa tua delle melanzane? Se ti stai chiedendo come conservare le melanzane, il procedimento è molto simile alla conservazione dei cetrioli. Fino ad…
Se ti piace il caffè, allora dovresti sapere come conservarlo Il caffè viene conservato al meglio in un contenitore ermetico e asciutto. Quando fai scorta della tua miscela preferita, evita aria, umidità, calore e luce. Ecco in sintesi come…
Come conservare il prezzemolo: 3 modi per mantenerlo fresco Se sei un amante del prezzemolo come me, ecco tre semplici metodi su come conservare il prezzemolo al meglio, in modo da poterlo utilizzare fino all’ultimo rametto. Metodo n. 1:…

Contenuti dell'articolo

Lascia un commento