Come conservare il parmigiano

Come conservare il parmigiano in tre semplici passaggi

Le qualità di un vero parmigiano – sapore ricco e rotondo e capacità di sciogliersi con il calore e diventare inseparabili dagli ingredienti a cui è unito – sono rivestite da un formaggio che non ha rivali: il parmigiano reggiano

Hai conservato la tua preziosa fetta di parmigiano in un sacchetto di plastica?  Dopo aver speso i tuoi sudati soldi in autentico parmigiano reggiano, sarebbe un peccato rovinare il tuo formaggio conservandolo in modo improprio.

Come conservare il parmigiano?  Innanzitutto, assicurati di aver acquistato una fetta di formaggio di qualità con la crosta ancora attaccata. Controllare la crosta per assicurarsi che ci sia un timbro punteggiato con le parole parmigiano-reggiano. Purtroppo la contraffazione dei prodotti alimentari italiani, è sconfinato e non tutti i consumatori sono in grado di riconoscere un prodotto autentico, da uno falsificato.

Ecco come conservare il parmigiano in modo che rimanga fresco più a lungo

come conservare il parmigiano 1

1. Avvolgerlo in carta oleata

So cosa stai pensando: posso usare la carta pergamena? Si raccomanda fermamente la carta oleata, la carta pergamena andrà bene in un pizzico (anche se è rivestita in silicone alimentare e non cera). L’idea è di preservare l’umidità del formaggio e impedirne l’essiccazione.

È interessante notare che il consorzio italiano che produce il parmigiano reggiano consiglia di avvolgere il formaggio nella plastica. Tuttavia, alcuni esperti di formaggio dicono che la plastica fa sudare troppo il formaggio. Se eviti la plastica, attieniti alla carta oleata.

2. Avvolgerlo in un foglio di alluminio

Dopo aver avvolto la tua deliziosa fetta di parmigiano in carta oleata, assicurati di coprirla completamente con un foglio di alluminio resistente. Questo proteggerà il formaggio permettendogli di “respirare“. Assicurati che ogni angolo e fessura sia sigillato con un foglio.

come conservare il parmigiano 2

3. Conservarlo correttamente

Si consiglia di conservare il parmigiano sul fondo del frigorifero. È meglio tenerlo lontano da altri cibi per evitare che assorba i loro odori. La temperatura ideale di conservazione è compresa tra  4 a 8 gradi C. Non congelare mai il parmigiano a meno che non sia stato precedentemente macinato. Non dimenticare di avvolgere strettamente il formaggio dopo ogni utilizzo!

Come si fa il parmigiano?

Se l’hai comprato e ti stai chiedendo come conservarlo al meglio, probabilmente sai quanto ha un sapore paradisiaco questo “re dei formaggi”. Ma forse non sei pienamente consapevole di dove e come è fatto. Il vero parmigiano, chiamato Parmigiano-Reggiano ha la denominazione di origine protetta e può essere prodotto solo in una regione specifica del Nord Italia.

È ottenuto da latte crudo riscaldato in tini di rame, al quale vengono aggiunti siero di latte e caglio di vitello. Una vasca di latte da 1.100 litri produce due forme di cagliata da 45 chilogrammi, che alla fine si trasformano in forme di formaggio da 38 chilogrammi.

I formaggi giovani vengono messi a bagno in salamoia per 20-25 giorni, quindi stagionati per un anno intero, rigirandoli ogni settimana. Infine, ogni formaggio viene ispezionato dal Consorzio del Parmigiano-Reggiano per giudicare se è degno di portare il sigillo del Parmigiano e andare al mercato.

Quali sono i benefici per la salute del parmigiano?

I formaggi più duri tendono ad avere rapporti grassi/proteine ​​inferiori rispetto a quelli a pasta molle, e questo vale per il parmigiano. È anche ricco di calcio e privo di lattosio ed è una ricca fonte di vitamina A, alcune vitamine del gruppo B e minerali come fosforo, zinco e rame.

Articolo correlato: Come conservare il burro.