Come conservare i pancake

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Come conservare i pancake: La guida definitiva

Esistono diverse tecniche su come conservare i pancake, e in questo articolo cercherò di spiegarti i vari procedimenti. Per risparmiare tempo e denaro, prepara i pancake in lotti e conservali nel congelatore per un uso successivo. Ciò elimina la necessità di preparare spesso una pastella fresca, e ti impedisce di acquistare costosi prodotti surgelati. Riscaldare i pancake surgelati e aggiungere condimenti, come frutti di bosco, banane, panna montata o sciroppo. I pancake conservati correttamente mantengono la loro consistenza e hanno lo stesso sapore del giorno in cui sono stati originariamente cucinati.

Come conservare i pancake: 1 step

Lascia raffreddare i pancake a temperatura ambiente prima di riporli. Il calore fa aderire le frittelle una volta impilate, il che può risultare in frittelle imperfette quando le separerai in seguito.

2 Step

Scegli un contenitore che sia abbastanza grande da contenere tutti i pancake o usa più di un contenitore. Un piatto con una ciotola capovolta sopra funziona, oppure usa un porta torta, che conserverà diverse pile di frittelle.

3 Step

Impila i pancake nel contenitore, mettendo un pezzo di carta oleata tra ogni pancake. La carta oleata dovrebbe essere grande quanto il pancake. Se hai un pancake rotondo da 5 pollici, usa un pezzo di carta oleata da 6 pollici per 6 pollici per proteggere l’intero pancake.

4 Step

Metti le frittelle in frigorifero o nel congelatore. La pastella per pancake contiene ingredienti deperibili, come latticini e uova, quindi mangiali entro cinque giorni se li conservi in ​​frigorifero. Conserva i pancake fino a due mesi nel congelatore.

Di cosa avrai bisongo per conservare i pancake

  • Contenitore di stoccaggio
  • Cake keeper (opzionale)
  • Piatto e ciotola capovolta (opzionale)
  • Carta cerata
  • Involucro di plastica
  • Foglio di alluminio

Inoltre: Rimuovere i pancake dalla conservazione se necessario. I pancake congelati rivestiti con carta oleata non si attaccheranno, quindi puoi rimuoverne i pancake sulla base delle reali necessità, e non scongelare l’intero quantitativo di pancake che hai congelato.

Come congelare e riscaldare i pancake

La cosa più bella e affascinante delle ricette anticipate è questa: puoi preparare il cibo quando ne hai voglia, per poi riscaldare e mangiare il cibo quando ne hai voglia. Ad esempio i pancake, desidero mangiarli per colazione, ma non ho voglia di mescolare una pastella, prendere la piastra dal ripostiglio sopra il frigorifero e prepararli. Fortunatamente, i pancake sono un ottimo cibo da asporto. La prossima volta che sei dell’umore giusto, prepara una quantità enorme di pancake, quindi congelali in modo da poterli riscaldare quando vuoi. Oppure, se finisci per preparare troppe frittelle, riponi i pancake in eccesso nel congelatore per un altro giorno. I pancake hanno un sapore OTTIMO riscaldati. Questo è un aspetto bellissimo dei cibi preparati anticipatamente: in genere si congelano e si riscaldano magnificamente, e i pancake non fanno eccezione. Ho congelato tutti i tipi di pancake –  integrali, quelli di farina di mais, quelli di grano saraceno – e non ho avuto problemi con nessun tipo di pancake che ho congelato e riscaldato.

Congelamento dei pancake

Per iniziare, prepara tutti i pancake che desideri, e sentiti libero di usare la tua ricetta preferita. I due che preparo più spesso sono, quelli integrali al 100%, e quelli al latticello! 

Prima di passare alla fase di congelamento dei pancake preparati, è fondamentale assicurarsi che entrambi i lati siano ben cotti. Successivamente etichetta una busta richiudibile con il tipo di pancake che hai preparato, e aggiungi anche la data. Cerco di non tenere i pancake nel congelatore per più di un mese o due, dunque ti consigli anche a te di non andare oltre questo lasso temporale. Metti tutti i tuoi pancake su una teglia, in modo che siano vicini ma non si tocchino, quindi mettili nel congelatore per 30 minuti, finché non si congelano. Quindi puoi metterli nella busta richiudibile, tutti i pancake che essa può contenere.

Come scaldare i pancake nel microonde

Questo è il mio metodo preferito. Posizionare da 1 a 5 pancake congelati su un piatto adatto al microonde e cuocere nel microonde per circa 20 secondi per 1 pancake e circa 60 secondi per 5 pancake (il tempo varia a seconda della potenza del microonde). Ho scoperto che non fa assolutamente alcuna differenza se si copre il piatto con la pellicola trasparente, quindi non c’è bisogno di preoccuparsene. Questo metodo produce frittelle morbide e soffici.

Scaldarli nel forno

Anche questo è un ottimo metodo e può essere più adatto per un numero maggiore di pancake. Preriscalda il forno a 180º. Puoi posizionare il numero desiderato di frittelle congelate in un foglio di alluminio, o disporre le frittelle in uno strato piatto su una teglia e coprire bene la padella con un foglio. In ogni caso, i pancake devono essere avvolti in un foglio, altrimenti saranno asciutti. Infornare per circa 10 minuti, finché le frittelle non saranno calde e morbide. Nota: non ho trovato alcuna necessità di spennellare i pancake con il burro in termini di umidità.

Scaldare il pancake nel tostapane

Ho provato questo e ho pensato di prendere nota delle mie conclusioni. Anche se non penso che questo sia un ottimo metodo di riscaldamento, funziona. Sei davvero in numero limitato (un pancake per slot nel tostapane) e devi guardare il tostapane per evitare che i pancake diventino croccanti.

Informazione utile sullo scongelamento

Una nota sullo scongelamento: non ho trovato motivo per scongelare i pancake in frigorifero la sera prima, poiché è ancora necessario riscaldarli nel microonde o nel forno, e i pancake congelati si riscaldano già così bene. Le frittelle scongelate non erano più soffici o migliori di quelle congelate.

Qualunque sia il metodo scelto, spero che questo ti aiuti a preparare in anticipo delle gustose colazioni. Goditi quei pancake!

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Le crepes devono la loro leggerissima leggerezza a una manipolazione fine della padella per crepes e alla leggerezza della loro pastella….
Come conservare e come congelare le zucchine Se hai un’abbondanza di zucchine nel tuo giardino, non lasciarle sprecare. Congelale! Oggi vi mostro come congelare le zucchine in modo da poterle gustare tutto l’anno. Le zucchine sono uno dei miei…
Le cozze fanno male? Cosa possono provocare le cozze ? Contenuti dell’articolo Ci sono molti tipi di cozze, sia d’acqua dolce che salata, ma la varietà che più probabilmente atterrerà nel tuo piatto è la cozza blu. Conosciute anche…
Come conservare il cavolfiore correttamente Contenuti dell’articolo Tra i cavoli il cavolfiore è quello comunemente più usato e conosciuto in Italia, è possibile trovarlo in abbondanza nel suo periodo di raccolta, ovvero, nel periodo invernale. Il cavolfiore è molto…
Guida alla corretta conservazione della camomilla Coloro che amano bere la camomilla conosceranno senza dubbio i modi su come conservare la camomilla dopo che è stata raccolta. Se sei incline a coltivare questa particolare erba, considera di conservarla nei…
Come conservare la pasta fresca fatta in casa La pasta fatta in casa è un piacere delizioso da mangiare in famiglia e con gli amici. Poiché la maggior parte delle ricette ti lascia con un pò di pasta avanzata,…

Contenuti dell'articolo

Lascia un commento