Benefici del caffè

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Benefici per la salute e rischi del caffè

Per molti di noi, il caffè è un alimento base della dieta quotidiana. Lo usiamo per rianimarci, socializzare e concludere un pasto soddisfacente. Per quanto la scienza possa dirci che è alternativamente “buono” e “cattivo” per noi, i fatti spesso fanno poco per cambiare le nostre abitudini quotidiane.

Ci sono momenti, tuttavia, in cui l’abitudine può darci preoccupazione, di solito quando qualcuno ci dice che stiamo “bevendo troppo”. Dov’è esattamente il punto in cui i benefici del caffè diventano improvvisamente dannosi?

Valori nutrizionali del caffè

Determinare se il caffè è salutare o meno dipende in gran parte da come interpreti la parola “sano”. Se il tuo obiettivo è quello di goderti una bevanda soddisfacente a basso contenuto di calorie, carboidrati e grassi, allora una semplice tazza di caffè nero si adatta sicuramente al tuo desiderio.

Le seguenti informazioni nutrizionali sono fornite dall’USDA per 1 tazza (270 g) di caffè nero senza aggiunta di panna o zucchero.

  • Calorie: 1
  • Grassi: 0 g
  • Sodio: 6 mg
  • Carboidrati: 0 g
  • Fibra: 0 g
  • Zuccheri: 0 g
  • Proteine: 0,3 g

Il caffè diventa un problema dietetico solo quando inizi ad aggiungere ingredienti come latte, aromi, sciroppi, zucchero e panna montata. A questo punto, una singola bevanda al caffè può contenere tante calorie e grassi quanto una fetta di torta extra-large.

Benefici del caffè

Indipendentemente dai benefici nutrizionali, il caffè è uno stimolante noto per migliorare la lucidità mentale e la vigilanza se usato con moderazione. Ricerche recenti suggeriscono che i benefici possono estendersi ben oltre la nostra salute mentale anche alla nostra salute fisica e al nostro benessere.

Tra le loro scoperte, i ricercatori hanno stabilito che bere da tre a quattro tazze di caffè al giorno:

  • Ridotto del 19% il rischio di morte per malattie cardiovascolari
  • Ridotto del 16% il rischio di morte per malattia coronarica (CAD)
  • Ridotto del 30% il rischio di morte per ictus
  • Ridotto del 28% il rischio di steatosi epatica non alcolica (NAFLD)
  • Ridotto del 39% il rischio di cirrosi epatica
  • Ridotto del 9% il rischio di sindrome metabolica
  • Ridotta l’incidenza complessiva del cancro del 18% (più specificamente cancro alla prostata, cancro dell’endometrio, melanoma, cancro orale, leucemia, cancro della pelle non melanoma e cancro del fegato)

Inoltre, il consumo regolare di caffè era associato a un ridotto rischio di depressione e disturbi cognitivi come il morbo di Alzheimer. Al contrario, è stato osservato che il caffè decaffeinato riduce il rischio di malattia di Parkinson indipendentemente da tutti gli altri fattori che contribuiscono.

Rischi del caffè

Nonostante quella che sembra essere una miriade di benefici per la salute, il caffè può esercitare effetti negativi su alcune persone.

Il rischio di frattura ossea aumenta in modo significativo con ogni tazza di caffè che una donna anziana beve. In confronto, il rischio negli uomini anziani sembra diminuire. Ciò mina alcune delle prime prove che suggeriscono che il caffè fosse intrinsecamente benefico per l’osteoporosi, una condizione che colpisce le donne più degli uomini.

Ci sono anche prove coerenti che il caffè può aumentare il rischio di danni al feto durante la gravidanza. Rispetto alle donne incinte che non bevevano caffè, quelle che bevevano più di sei tazze al giorno avevano un rischio maggiore di interruzione della gravidanza, parto pretermine o basso peso alla nascita.

Allo stesso modo, un elevato consumo di caffè era collegato a un aumentato rischio di malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Il caffè tostato scuro e preparato a freddo sembra avere il minimo effetto.

Da un punto di vista ancora più ampio, il caffè contiene caffeina, un potente stimolante che può scatenare sintomi avversi se abusato. In generale, le persone che bevono più di sei tazze al giorno hanno un rischio maggiore di:

  • Insonnia
  • Nervosismo e ansia
  • Mal di testa
  • Mal di stomaco
  • Nausea e vomito
  • Ronzio nelle orecchie
  • Battito irregolare
  • Diarrea

Mentre alcuni forti bevitori di caffè sperimenteranno meno sintomi nel tempo, la maggior parte soffrirà di attacchi episodici o cronici.

Iscriviti e ricevi in anteprima offerte su tantissimi prodotti

Iscrivendoti accetti la nostra politica sulla privacy.

Come conservare le noci fresche il più a lungo possibile Se hai conservato noci nella tua dispensa, potresti riconsiderare il tuo metodo di stoccaggio. La conservazione a temperatura ambiente può mantenere la frutta secca fresca per un breve periodo…
Il modo migliore per conservare il pane Questo può sembrare un post banale per alcuni, ma in realtà è una delle domande più comuni che ricevo: qual è il come conservare il pane dopo averlo cotto? E davvero, ha…
Come congelare frutta e verdura per preservare la freschezza Contenuti dell’articolo Scopri come conservare e congelare frutta e verdura per preservarne la freschezza per i mesi a venire. Quando frutta e verdura sono di stagione, è il momento in…
Come conservare i pomodori: tutti i trucchi Probabilmente ti sei chiesto almeno una volta nella vita: so davvero come conservare i pomodori … nel modo giusto ? Ci sono alcune informazioni contrastanti che fluttuano nel web, ed è ora di mettere le cose…
Tutto ciò che devi sapere su come conservare le erbe aromatiche Coltivare le erbe aromatiche non è particolarmente difficile, ma ciò che potrebbe divenire un problema, è come conservare le erbe aromatiche fresche? Penso di essere un cuoco migliore…
Come conservare il basilico e mantenerlo il più allungo possibile Il basilico, in particolare il basilico dolce, più comunemente conosciuto con il nome di basilico genovese, è molto popolare nei piatti italiani e usato nel pesto ( qui la…

Contenuti dell'articolo